21lug 2022
CON L’ESTATE È ARRIVATA LA DIETA DIMAGRANTE DEL GELATO!
Articolo di: CityLightsNews

Ultime notizie: ci aspetta un’estate caldissima! Il sole porterà temperature alte, giornate lunghe, vestiti più leggeri e un’irrefrenabile voglia di gelato, indiscusso protagonista dei piaceri golosi di questo periodo.
Anche la corsa al recupero della forma fisica è sinonimo di estate e il gelato sembra proprio essere un alleato della linea. Troppo bello per essere vero? Eppure, è così. Ce lo spiega la Prof.ssa Silvia Migliaccio, Docente presso l’Università di Roma “Foro Italico”, che propone una dieta con la quale è possibile perdere un po’ di peso in pochi giorni, senza rinunciare al piacere del gelato.

 

“Il gelato non deve essere “criminalizzato” – spiega la Prof.ssa Migliaccio – è un alimento che ha molte qualità e che, anche psicologicamente, aiuta ad affrontare meglio una dieta ipocalorica. Se lo si consuma in sostituzione del pasto, è preferibile sceglierne uno da 200 g., che apporta circa 350-400 calorie, oppure accostandolo ad una macedonia di frutta per ottenere un pasto completo, gustoso e sano; per lo snack di metà mattina o metà pomeriggio meglio optare per un formato meno calorico – da 100/150 calorie. L’importante è scegliere il formato e la tipologia adatti alla situazione di consumo”.
Il gelato confezionato, oltre ad essere buono, è un prodotto facilmente disponibile, igienicamente sicuro ed equilibrato dal punto di vista nutrizionale. Come spiega IGI - l’Istituto del Gelato Italiano (www.istitutodelgelato.it), infatti, da quando è nato oltre 70 anni fa, il gelato confezionato ha iniziato un percorso virtuoso: da una parte ha aumentato il gusto, gradevolezza e capacità di dare gratificazione anche al palato più esigente, ma allo stesso tempo non ha mai smesso di migliorare la varietà di forme, tipologie e ingredienti che soddisfano anche il consumatore più attento al benessere. Come delineato anche dai risultati della recente indagine Bva-Doxa commissionata dall’IGI e somministrata a un campione più di
2.000 persone, infatti, il gelato confezionato è un alimento amato da molti, considerato sicuro, buono e sempre più innovativo e inclusivo.
I valori nutritivi del gelato

 

“Il gelato è prodotto con latte, uova, zucchero, con aggiunta di caffè, cacao o frutta, tutti alimenti con buon valore nutrizionale – approfondisce la Prof.ssa Migliaccio - mangiando per esempio, un gelato alle creme, si introducono proteine di alto valore biologico, grassi di qualità, glucidi a rapido assorbimento e a pronta disponibilità energetica come lattosio e saccarosio. Ma apporta anche vitamine, A e B2, e sali minerali,

come calcio e fosforo. Se poi aggiungiamo un paio di cialde o un biscotto, che sono a base di cereali, la composizione nutrizionale del pasto si arricchisce di carboidrati complessi come l’amido”.
D’estate è importante anche mantenere una buona idratazione che si può raggiungere assumendo la giusta quantità di liquidi sotto diverse forme. Il gelato può essere una di queste perché contiene moltissimi liquidi: può non dissetare rapidamente come l’acqua, ma certamente idrata.
Infine, per gustare appieno il suo sapore, assaporatelo con calma, alternando morsi piccoli a morsi più grandi, per gustarne tutta la bontà: infatti, se non ci si ferma qualche secondo tra un boccone e l’altro, si rischia di anestetizzare le papille gustative a causa del freddo!

Perdere peso con gusto, si può!

Dieta settimanale ipocalorica di circa 1100/1200 kcal giornaliere

 

 

Di seguito è riportato il programma ipocalorico settimanale in cui non sono indicate le quantità precise di gelato ma le porzioni, tenendo presente che una pallina pesa circa 40 grammi e che l’apporto calorico per 100 grammi di alimento può variare dalle 140 alle 300 calorie a seconda del gusto (nocciola, crema e cioccolato quelli più calorici). Non bisogna mangiarne più di quelli previsti nella giornata alimentare né aggiungere altri dolci al regime settimanale per ottenere gli obiettivi che ci si è prefissati.


Lunedì:

Colazione: Un bicchiere di latte parzialmente scremato, caffè, un cucchiaino di zucchero, quattro biscotti integrali.
Metà mattina: 2 albicocche o altro frutto di stagione o una centrifuga di pera e pesca (150 ml). Pranzo: Un gelato confezionato del tipo Biscotto o Cornetto;
oppure:
Una coppetta con yogurt bianco (g 125), cocomero e ananas tagliati a cubetti e un cucchiaio di granella di nocciole.

Pomeriggio: Un ghiacciolo.

Cena: Bresaola e rucola: bresaola g 80-100, rucola a piacere condita con un cucchiaio di olio extravergine di oliva e limone a piacere;
Pane: g 40 o un pacchetto di crackers da g 25.

 

Martedì:
Colazione: Uno yogurt magro da g 125 anche alla frutta, g 20 di cereali o di muesli.


Metà mattina: Una banana o altro frutto di stagione o g 20 di frutta secca.

Pranzo: Una coppa di macedonia con gelato alla crema e/o con panna; una-due cialde.

Pomeriggio: Una fettina di pane (g 30) anche tostato con pomodori, basilico ed un cucchiaino di olio extravergine di oliva.

Cena: Pesce arrosto con patate: un’orata o una spigola o un rombo cotto al forno con g 200-250 di patate; Condimento: un cucchiaio di olio extravergine di oliva e spezie ed aromi a piacere.

 

Mercoledì:
Colazione Un bicchiere di tè freddo anche alla pesca senza zucchero, una fetta di pane (g 40) anche tostato con marmellata.

Metà mattina: Una barretta ai cereali da g 20-25 circa.

Pranzo: Prosciutto e melone: prosciutto crudo dolce g 80, melone g 500; Pane g 40 o un pacchetto di grissini da g 25.

Pomeriggio: Due bon bon di gelato al fiordilatte ricoperto di cioccolato. Cena: Una coppa di gelato alla frutta o alle creme con due cialde.

 

Giovedì:
Colazione: Un estratto di frutta, due fette biscottate con un velo di miele. Metà mattina: Un pacchetto di crackers integrali da g 25.
Pranzo: Un frappè secondo i gusti di ciascuno, anche con panna, e due-tre cialde. Pomeriggio: g 20 di parmigiano o 2 albicocche o altro frutto di stagione.
Cena: Secondo piatto: una coscia di pollo con sovraccoscia senza pelle;
Contorno: verdure crude o cotte, quantità a piacere, non patate legumi e mais; Condimento: un cucchiaino di olio extravergine di oliva;
Pane: g 40.

 

Venerdì:
Colazione Un tè freddo e una merendina a piacere. Metà mattina g 400 di cocomero o altro frutto di stagione.

Pranzo: Una granita di caffè* con panna; due cialde (* ricordarsi che contiene caffeina). Pomeriggio: Due crostini o due granetti con 2 fette di arrosto di tacchino.
Cena: Insalata caprese: mozzarella light un bocconcino da g 80/100 con pomodori a piacere e Condito con un cucchiaino di olio extravergine di oliva, basilico o altre spezie a piacere; Pane: g 40.

 

Sabato:
Colazione: Un cappuccino ed una brioche semplice.
Pranzo: Secondo piatto: una porzione di salmone affumicato g 100 o di tonno una confezione da g 80; Contorno: un’insalata verde mista condita con un cucchiaino di olio extravergine di oliva.
Pane g 40.

Pomeriggio: Un frozen yogurt piccolo alla frutta o una granita al limone.


Cena (casa o ristorante): Una porzione di spaghetti alle vongole o di risotto alla pescatora; un semifreddo.

 

Domenica
Colazione Un bicchiere di latte parzialmente scremato (g 150), due fette biscottate con ricotta o marmellata.

Pranzo: Primo piatto: una porzione di insalata di riso o di pasta fredda.
Frutta: cocomero g 400 o melone g 200; un sorbetto al limone.
Pomeriggio: Un cono di gelato artigianale preferibilmente alla frutta. Cena Secondo piatto: un hamburger;
Contorno: verdure crude o cotte, quantità a piacere, non mangiare patate, legumi e mais;
Condimento per il contorno: un cucchiaino di olio extravergine di oliva; Pane: g 40.

 

 

In questo esempio di dieta ipocalorica si può invertire il pranzo con la cena.

1

Articoli Simili
I più letti del mese
I TAKOYAKI DI TAKOCHU: UN SAPORE INSOLITO DAL GIAPPONE SUI NAVIGLI
Sempre più città dell'appetito, si perché dopo moda e design, Milano continua ad essere la meta preferita dove assaggiare cibo proveniente da qualunque latitudine e a qualunque ora.Ieri c'è stato l'assaggio-anteprima al ... Leggi di più
LE ECCELLENZE AGRO-ALIMENTARI PARTENOPEE A MILANO
Dall’1 al 6 dicembre Milano sarà conquistata dalle eccellenze tipiche agro-alimentari della provincia di Napoli, grazie all'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Napoli presieduta da Ciro Fiola e da S.I.... Leggi di più
FRITTATA IN STILE GIAPPONESE TAMAGOYAKI FARCITA AL BRIE E SCALOGNO
IL FESTIVAL: IL MONDO DEL RAVIOLO A EATALY SMERALDO
A Eataly Smeraldo torna il Festival più "cosmopolita" di sempre! L'ultimo weekend di gennaio, il festival "Il mondo in un raviolo" Quando si parla di pasta ripiena e, più nello specifico, di raviolo, si pensa subito alle... Leggi di più
GLI ULTIMI ACQUISTI PER SAN VALENTINO
SAN VALENTINO E' QUI   FIVE ROSES 74° ANNIVERSARIO ROSATO IGT 2017 Per San Valentino non può mancare il primo vino rosato imbottigliato in Italia. E, cioè, il famoso Five Roses – già romantico per il nome con c... Leggi di più
IL NUOVO APPUNTAMENTO ALLA FIERA DI BOLZANO CON LAGREIN EXPERIENCE
Alla Fiera di Bolzano  gli appuntamenti enologici si infittiscono. Dopo Autocthona, 14-16 ottobre (foto 1)  e Vinea Tirolensis, 17 ottobre,  il 18 ottobre esordirà Lagrein Experience. Si tratta di una rassegna dedicata a... Leggi di più
PAROSÉ 2012 LE BOLLICINE CHE FANNO PENDANT CON I COLORI DELL'AUTUNNO
Mosnel Parosé 2012 Ecco le bollicine che fanno pendant con i colori dell'autunno. Note purissime di ribes e fiori di montagna, accese dalla freschezza del mandarino e della melagrana, con una vena speziata a far da sfond... Leggi di più
GOUMARTE2018 IL TRITTICO DA NON PERDERE; GLI APPUNTAMENTI CON GLI CHEF
A GourmArte2018, il trittico da non perdere.   Maestro del Gusto - Barone Pizzini Ha visto lontano  Barone Pizzini, cantina in Franciacorta. Il merito di avere creduto nella produzione bio (20 anni quest’anno) è ... Leggi di più
SODA, CARNOSA, CROCCANTE: LUCREZIA LA NUOVA OSTRICA ITALIANA
È nata “Lucrezia” un’ostrica tutta italiana, più precisamente emiliano-romagnola. L’esordio milanese ha avuto luogo presso il ristorante A’Riccione Terrazza 12 dove la nuova ostrica è stata ... Leggi di più
IL PALIO DELL’AGNOLOTTO: QUAL È L’AGNOLOTTO PIÙ BUONO DELL’OLTREPÒ?
Torna Il Palio dell’Agnolotto  la sfida benefica per incoronare il migliore agnolotto dell’Oltrepò Pavese: il 28 aprile alla Tenuta Calcababbio (località Calcababbio, Pietra Dé Giorgi, Pavia) 13 Ristoranti pa... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.