07apr 2018
FIGLI DELLE STELLE: LET’S DANCE ALL’ARIZONA
Articolo di: CityLightsNews

È inutile negarlo, prima o poi ci siamo passati tutti, anche i più acerrimi detrattori della discoteca. Quando il dj mette un brano degli Anni ´70, ´80 o ´90 gli animi si scaldano, le braccia si alzano e le gambe si agitano. “Tuca Tuca” di Raffaella Carrà ne è una prova eclatante. Ma è solo un esempio dei tanti pezzi capaci di sciogliere anche i più rigidi mannequin, da Trieste in giù e oltre confine, parafrasando un altro tra i brani iconici della popolare cantante e show girl (“Tanti auguri”).

 

È proprio questo lo spirito della serata Figli delle stelle, che prende il nome dalla celebre canzone di Alan Sorrenti, tra i primi successi dance in lingua italiana, e che si può vivere nei rinnovati e accoglienti spazi di Arizona 2000, il nuovo punto di riferimento del divertimento milanese.

A domeniche alternate, dalle 21 all’1 di notte, la consolle del dj Andrea Amici, ideatore della serata, ci proietta indietro nel tempo in vellutate atmosfere vintage per farci ballare sulle note dei più grandi successi pop-disco e commerciali degli Anni ’70, ’80, ‘90, ma anche con frequenti incursioni nel punk rock italiano e internazionale. Un viaggio-revival che trascende i generi e si muove armonioso per contrasti, in un flusso di emozioni lungo trent’anni: dai CCCP – Fedeli alla linea ai Ricchi e Poveri, dai Litfiba a Orietta Berti, dai Bee Gees ad Anna Oxa.

Ogni domenica è caratterizzata da un tema a sorpresa, pensato dalla divertente e creativa stylist Rebecca Caruso, che detta il dress code della serata e viene svelato il mercoledì precedente sulla pagina Facebook di Arizona 2000. Figli delle stelle è anche questo: un giocoso mascheramento.

 

Nel 1977, il singolo di Alan Sorrenti rimase in classifica per settimane, sbalzato dal primo posto da “Stayin’ Alive” degli australiani Bee Gees, di cui anticipava le atmosfere dance. Nel 1976, David Bowie, viaggiatore solitario extraterrestre, cadeva sulla Terra nel meraviglioso film di fantascienza The Man Who Fell to Earth. Siamo figli delle stelle… eroi di un sogno… ci incontriamo per poi perderci nel tempo.

 

Arizona 2000

Figli delle stelle: domenica 8 aprile, domenica 22 aprile – dalle ore 21.00

Ingresso libero

 

ARIZONA 2000

Arizona 2000 è un nuovo punto di riferimento del divertimento milanese. Si è guadagnato la fama di locale alternativo grazie alla varietà del calendario di proposte offerte che consente di far incontrare persone, mode e gusti differenti in un’unica casa, frequentata da personaggi del mondo dello spettacolo, drag queen e artisti.  Concerti di musica live con artisti di prestigio internazionale, spettacoli di cabaret, filmati e canzoni, dj set. Una settimana di appuntamenti senza sosta: la milonga del mercoledì per gli amanti del tango argentino; la serata Colony Brazil del sabato, dedicata ai ritmi calienti della musica e della danza brasiliana; La Boum, il venerdì irriverente e scatenato di Arizona 2000, frequentato dai più giovani che si trovano a ballare con il meglio della musica nazionalpop tra disco italiana, pop-rock e dance, intervallata da show en travesti; la giornata di domenica Figli delle stelle, per ballare i grandi successi degli Anni ´70 ´80 ´90 quando il locale si trasforma in un salone di ballo liscio in un’atmosfera da balera volutamente retrò. 

Tanta musica per tutti i gusti e per coloro che vogliono passare una serata diversa dal solito.

1

2

3

Indirizzo : Via Natale Battaglia, 12 Milano
Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.