25mag 2023
Chianti Classico: come impiegarlo in cucina
Articolo di: CityLightsNews

Quando si ama cucinare, destreggiarsi tra i fornelli e preparare tante succulente pietanze per i propri cari, allora si tende a sperimentare sempre nuove ricette e provare ingredienti e abbinamenti sempre diversi. Il vino, tra tutti gli ingredienti che si possono provare a tavola, è quell’elemento capace di esaltare o mortificare completamente il sapore di un piatto, che magari ha chiesto diverse ore e l’impiego di diverse materie prime, per essere realizzato. Pensare a una cena tra amici, ma anche per la propria famiglia, vuol dire pianificare attentamente ogni piatto, con cosa dovrà essere preparato e anche abbinato.

 

Se si ha dimestichezza tra i fornelli e si ama fare bella figura con i propri commensali, allora l’attenzione e la cura per il dettaglio può spostarsi dal menù alle bevande, portando alla scoperta di un vino perfetto sia nella preparazione di molte ricette, che negli abbinamenti.


Tra i vini che meglio si prestano a questo scopo e che contribuiscono a tenere alta la bandiera del Made in Italy, si afferma il Chianti Classico Riserva, un vino corposo, prestigioso, ma non per questo meno adatto in cucina. Se da una parte, molti preferiscono impiegare vini meno pregiati nella preparazione dei piatti, ritendo che aprire un’etichetta importante e utilizzarla per la preparazione di una pietanza, possa voler dire mortificarla, d’altra parte, va anche detto che i sentori sontuosi di un vino, come il Chianti classico, possono rendere superba anche una ricetta povera e trasferire tutta la qualità del prodotto anche al piatto.

 

Qualche notizia sul Chianti Classico

 

Il Chianti classico si ricava principalmente da uve Sangiovese, nei territori di Siena e Firenze, in un’area di produzione davvero molto circoscritta e privilegiata da condizioni pedoclimatiche ottimali, in grado di far crescere uve adatte a questo tipo di vinificazione. Il Chianti classico, al palato, si presenta come un vino asciutto, tannico, importante, persino sapido.
Si può impiegare tranquillamente in preparazioni a base di carne, arrosti, lunghe cotture, ma anche con piatti speziati e piccanti. Tutto questo, però, solo dopo aver stappato la bottiglia e aver assaporato almeno un calice, mentre si prepara la propria ricetta.

 

Quali ricette prediligere col Chianti Classico

 

Come accennato, il Chianti classico riserva si abbina perfettamente con piatti a base di cacciagione, grandi tagli di carne, formaggi e stracotti. Questo non vuol dire solo accompagnare piatti caratterizzati da questi ingredienti con un calice di chianti, ma anche impiegarlo nelle sue preparazioni. Si prenda, ad esempio, un ragù di lepre, ma anche di cinghiale, speziato, profumato, ricco di ingredienti e si provi a sfumare la carne con mezzo bicchiere di Chianti classico. Ritrovare le note del vino anche nel piatto che si assapora, come un piatto di pappardelle condito con uno di questi due ragù, non farà altro che esaltare ulteriormente le note e i sentori così particolari di questo vino pregiato. Questo vino si presta bene anche nelle cotture di un filetto al pepe verde, un pollo al mattone, ma anche un ragù di lenticchie o dell’agnello con olive e funghi.
 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
KISEN EXPERIENCE, VIAGGIO FUSION IN ESTREMO ORIENTE
Kisen di via Gian Giacono Mora, a Milano, è un ristorante fusion, il primo nato dei 3 Kisen, dei quali uno in via Moscova di cui abbiamo detto qui, e uno a Busto Arsizio.   Dire fusion è corretto, ma non esaustivo in q... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL - CONDIMENTI PER IL PALATO & LA MENTE
In merito alle proprietà nutrizionali dell’olio extra vergine d’oliva non ci sono dubbi. E’ considerato un alimento nutraceutico, ossia un cibo medicina per le sue proprietà che giovano al benessere fis... Leggi di più
FISH&CHEF CELEBRA IL DECENNALE ATTRAVERSO LA CUCINA D’AUTORE
Dal 6 al 13 maggio 2019 riflettori accesi per la 10a edizione di Fish&Chef, il lago di Garda ci conquista. Dieci anni di Fish&Chef, grandi festeggiamenti per onorare la kermesse volta a raccontare il territorio del lago... Leggi di più
I SETTANT’ANNI DELLA CANTINA RUGGERI
La Cantina Ruggeri è nota per la qualità dei suoi Valdobbiadene Prosecco. L’azienda ha compiuto ora 70 anni, ma è tesa al futuro, più che al passato.   E questa tensione si concretizza attraverso la realizzazione... Leggi di più
CALAMARI RIPIENI SFUMATI CON LUGANA
Diciotto Magnum di vini bianchi e rossi per San Valentino
Facciamo seguito all’articolo Sedici Magnum di Bollicine per San Valentino (cliccare qui),  per passare dalle bollicine ai formati magnum per bianchi e rossi.     Alto Adige pinot nero riserva doc Praepositus 20... Leggi di più
DIVINO FESTIVAL, L’EVENTO ENOGASTRONOMICO SICILIANO PIÙ COOL
Sono 13 anni che i buongustai – locali e non, visto che arrivano anche i turisti che visitano la Sicilia – si danno appuntamento a Castelbuono per il DiVino Festival, quest’anno in programma dal 2 al 4 ... Leggi di più
BELVEDERE CAMPOLI È LA NUOVA TENUTA CONTE GUICCIARDINI: I VINI
Conte Guiccardini è una realtà vitivinicola toscana in provincia di Firenze, di proprietà dell’omonima famiglia, dal 1199 proprietaria del Castello di Poppiano la cui tenuta attualmente si sviluppa su 265 ettari 14... Leggi di più
“SAFARI NIGHT”: MIRO OSTERIA DEL CINEMA INCONTRA IL 1930 COCKTAIL BAR
Il 21 luglio arriva Safari Vol 1, il primo appuntamento nato dalla collaborazione tra il ristorante con il giardino nascosto nel cuore di Brera e il secret bar più famoso di Milano Cos’hanno in comune MIRO, osteri... Leggi di più
DONNE DEL VINO DELLA LOMBARDIA: MAGIA ED ELEGANZA DEL PINOT NERO
Milano sempre in movimento, Milano che non si ferma mai così come le Donne del Vino della Lombardia che in occasione della 5ª edizione della Milano Wine Week, la settimana milanese del vino, ripropone una degustazione a ... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.