13nov 2023
Il 18 Novembre anteprima a Milano la Quintana di Ascoli Piceno
Articolo di: CityLightsNews

La Quintana di Ascoli Piceno è pronta a tagliare un importante traguardo: nel 2024, infatti, ricorrerà il settantennale della celebre rievocazione storica cittadina. Tanti gli appuntamenti e le iniziative che saranno organizzate sotto le Cento Torri, ma già tra pochi giorni, sabato 18 novembre la Quintana inizierà a festeggiare a Milano nello Spazio Bergognone 26. “Si tratterà di un’incredibile vetrina promozionale per la nostra Quintana” ha dichiarato il sindaco Marco Fioravanti. “Un evento di caratura e respiro nazionale, che aprirà il calendario delle celebrazioni dei 70 anni della nostra rievocazione storica. Sarà un’importante occasione di valorizzazione della Quintana e della città di Ascoli Piceno, in un percorso di crescita che passa attraverso la nostra storia e le nostre tradizioni”.

 

A Milano saranno presenti circa 30 figuranti della Quintana, che già nel primo pomeriggio, intorno alle 15:00, sfileranno in abiti medievali presso Piazza del Cannone (nella zona antistante il Castello Sforzesco). A partire poi dalle 18:30 (fino alle 21:30) i riflettori si sposteranno su Spazio Bergognone 26, in zona Tortona (a pochi passi dal Naviglio Grande): qui, nell’area gentilmente concessa dall’imprenditore ascolano Graziano Giordani, verranno esposti abiti storici, cimeli e alcuni dei Palii più belli e significativi della storia quintanara. Ad accogliere tour operator, appassionati e quanti vorranno conoscere la rievocazione ascolana vi saranno il sindaco Marco Fioravanti e il presidente del consiglio degli anziani Massimo Massetti.

 

L'evento gode del patrocinio del Comune di Milano e saranno presenti il sindaco Giuseppe Sala, l'assessore Tommaso Sacchi e l'onorevole Marco Osnato, Presidente 6° Commissione Finanze della Camera dei Deputati. Dopo un breve speech di benvenuto che racconterà ciò che verrà organizzato per la celebrazione del settantesimo, come l’allestimento di una meravigliosa mostra con l’esposizione di tutti i Palii realizzati per la Quintana, l’appuntamento proseguirà con un cocktail a cui parteciperanno anche due artisti ascolani d’eccezione: Saturnino Celani, che sarà protagonista con un dj set, e Dario ‘Dardust’ Faini. “Siamo davvero felici di questo appuntamento, che farà da preludio ai tanti eventi che organizzeremo in occasione di una ricorrenza così importante come il settantennale della Quintana” ha aggiunto il presidente del consiglio degli anziani Massimo Massetti.

 

“Milano è una città cosmopolita, un fiore all’occhiello nel panorama nazionale ed europeo: essere ospiti con i figuranti, i Palii e la storia della nostra tradizione quintanara rappresenta un vero orgoglio e avrà un ritorno d’immagine di immenso valore”. Per l’organizzazione dell’evento si ringraziano i partner: Azienda Graziano Ricami dell’imprenditore ascolano Graziano Giordani per aver messo a disposizione il locale in Spazio Bergognone 26, il Consorzio tutela e valorizzazione Oliva ascolana del Piceno Dop e il Consorzio Vini Piceni.

 

Ore 15:00 Sfilata - Piazza del Cannone @ Milano Ore 18:30 Presentazione&Cocktail - Spazio Bergognone 26 - via Bergognone 26 @ Milano Ingresso libero Che cos’è e come si svolge la Quintana? Le sue origini sono radicate nel Medioevo, infatti gli Statuti risalgono al 1200, e dal 1954 questa rievocazione storica cittadina ha ritrovato finalmente la sua identità.

 

Inizialmente con una sola celebrazione annuale e degli anni ’80 con due appuntamenti: il secondo sabato di luglio (in notturna) si svolge la Quintana in onore della Madonna della Pace mentre la prima domenica di agosto (primo pomeriggio) quella in onore del Patrono della Città, Sant’Emidio. Nel 2024 si svolgerà sabato 13 luglio e domenica 4 agosto. Un suggestivo corteo in abiti medievali, con oltre 1200 figuranti, sfila per le vie della città, per poi arrivare al Campo dei Giochi ove si svolge l’avvincente Giostra equestre in cui i sei sestieri cittadini (Piazzarola, Porta Maggiore, Porta Romana, Porta Solestà, Porta Tufilla e Sant’Emidio) si contendono l’ambito Palio della Quintana. Amore, passione, tradizione, portamento ed eleganza. Come quella dei costumi indossati dai figuranti del corteo: costumi che traggono origine dai ritratti di grandi artisti che operarono ad Ascoli nel Quattrocento, primo fra tutti Carlo Crivelli.

 

Alcuni degli abiti portano la firma di alcuni stilisti italiani molto noti come Pizzi, Guidetti e Martini. I più famosi sono oggi custoditi nella sede dell’ufficio Quintana di piazza Arringo, che è possibile visitare anche durante il periodo estivo. All’interno di esso spiccano le figure del Magnifico Messere, ma anche quelle di consoli, capisestiere, dame, damigelle, armigeri, arcieri, musici e sbandieratori. Il corteo storico è aperto dal gruppo comunale, il quale è subito seguito dai castelli e dai sei sestieri cittadini. Questi ultimi avanzano secondo l’ordine di giostra della classifica dell’ultima edizione disputata. L’ammassamento dei figuranti è previsto in piazza Ventidio Basso. Da lì il corteo percorre le caratteristiche vie del centro storico, passando per la storica piazza del Popolo, fino a raggiungere il Campo dei Giochi, allestito presso lo stadio ‘Ferruccio Corradino Squarcia’. Lì i cavalieri dei sei sestieri si contenderanno l’ambito Palio. Ogni anno il drappo viene disegnato dall’artista selezionato tramite un bando.

 

Ognuno dei partecipanti invia un bozzetto che interpreta con approccio e tematiche differenti la Quintana, Ascoli Piceno, la tradizione e la cultura del luogo, il vincitore ha poi l’onore di realizzarlo. Il “torneo cavalleresco” vede sei cavalieri, in sella ai rispettivi cavalli, sfidarsi in una gara in cui è importante sia la velocità sia la precisione al bersaglio: la Giostra consiste nel colpire con la lancia, in tre consecutivi assalti da ripetersi per tre volte ogni turno («tornata»), il bersaglio “Moro”, costituito dallo scudo sistemato sul braccio sinistro del saraceno. Sul tracciato di gara, a forma di otto, si decidono le sorti dei sei Sestieri. La sfida di Ascoli è unica nel suo genere poiché il bersaglio è costituito da uno scudo sorretto da un fantoccio che ha le sembianze di un saraceno chiamato “moro”. Il ”moro” resta sempre un avversario insidioso e selettivo, poiché l’impatto che i cavalieri sono costretti ad affrontare negli assalti è tremendo. Esso deve essere affrontato in tre tornate, ciascuna delle quali costituita da tre assalti. Il punteggio totale di tornata è una combinazione tra il tempo impiegato e il risultato ottenuto con gli assalti al bersaglio. I tornei furono un prodotto del feudalesimo e della cavalleria, e si riallacciano all’arte militare, ai giochi guerreschi propri di quasi tutti i popoli.

 

Eventi a corredo della Quintana Per tutti gli ascolani, però, la Quintana non si limita alle due giornate della Giostra, ma è qualcosa di vivo durante tutto l’anno. Un ricco calendario di appuntamenti che si apre con Sestieri all’erta, con le prime esibizioni e il sorteggio dell’ordine del Palio degli sbandieratori e musici. Una sorta di anteprima di quello che poi è il programma nell’arco dei due mesi estivi e che si sostanzia nella presentazione del Palio di luglio, la lettura del bando di sfida e il saluto alla Madonna della Pace, fino ad arrivare ad agosto, con la tradizionale cerimonia dell’Offerta dei Ceri e la Quintana dedicata al Santo Patrono.

 

Molte iniziative collaterali, tra le più suggestive spicca il Palio degli sbandieratori e musici: Piazza Arringo diventa palcoscenico colorato in cui gli atleti dei sei sestieri si sfidano in diverse specialità: “Singolo”, “Coppia”, “Piccola Squadra” (da 4 a 6 sbandieratori), “Grande Squadra” (da 8 a 16 sbandieratori) e “Musici”. Uno spettacolo di suoni e colori che si aggiunge al Palio degli Arcieri, in cui i “Robin Hood” dei sei sestieri si sfidano con il tiro con l’arco e al Torneo dei Sestieri, che assegna il drappo a chi si aggiudica le sfide di calciotto, senza dimenticare le feste, le cene in taverna e il suggestivo appuntamento con la decorazione dei ponti cittadini, trasformati in vere e proprie opere d’arte in vista della Quintana agostana in onore del Patrono Sant’Emidio.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
Il saluto del Villaggio delle Uova è un mare di colori… con i palloncini
Saranno protagonisti i palloncini, con le loro forme più disparate, che, il 6 e 7 Maggio saranno gli assoluti protagonisti del parco a tema alle porte di Pavia. Miriadi di colori e forme per dire arrivederci alla prossim... Leggi di più
KISEN EXPERIENCE, VIAGGIO FUSION IN ESTREMO ORIENTE
Kisen di via Gian Giacono Mora, a Milano, è un ristorante fusion, il primo nato dei 3 Kisen, dei quali uno in via Moscova di cui abbiamo detto qui, e uno a Busto Arsizio.   Dire fusion è corretto, ma non esaustivo in q... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL - CONDIMENTI PER IL PALATO & LA MENTE
In merito alle proprietà nutrizionali dell’olio extra vergine d’oliva non ci sono dubbi. E’ considerato un alimento nutraceutico, ossia un cibo medicina per le sue proprietà che giovano al benessere fis... Leggi di più
FISH&CHEF CELEBRA IL DECENNALE ATTRAVERSO LA CUCINA D’AUTORE
Dal 6 al 13 maggio 2019 riflettori accesi per la 10a edizione di Fish&Chef, il lago di Garda ci conquista. Dieci anni di Fish&Chef, grandi festeggiamenti per onorare la kermesse volta a raccontare il territorio del lago... Leggi di più
I SETTANT’ANNI DELLA CANTINA RUGGERI
La Cantina Ruggeri è nota per la qualità dei suoi Valdobbiadene Prosecco. L’azienda ha compiuto ora 70 anni, ma è tesa al futuro, più che al passato.   E questa tensione si concretizza attraverso la realizzazione... Leggi di più
Diciotto Magnum di vini bianchi e rossi per San Valentino
Facciamo seguito all’articolo Sedici Magnum di Bollicine per San Valentino (cliccare qui),  per passare dalle bollicine ai formati magnum per bianchi e rossi.     Alto Adige pinot nero riserva doc Praepositus 20... Leggi di più
CALAMARI RIPIENI SFUMATI CON LUGANA
DIVINO FESTIVAL, L’EVENTO ENOGASTRONOMICO SICILIANO PIÙ COOL
Sono 13 anni che i buongustai – locali e non, visto che arrivano anche i turisti che visitano la Sicilia – si danno appuntamento a Castelbuono per il DiVino Festival, quest’anno in programma dal 2 al 4 ... Leggi di più
“SAFARI NIGHT”: MIRO OSTERIA DEL CINEMA INCONTRA IL 1930 COCKTAIL BAR
Il 21 luglio arriva Safari Vol 1, il primo appuntamento nato dalla collaborazione tra il ristorante con il giardino nascosto nel cuore di Brera e il secret bar più famoso di Milano Cos’hanno in comune MIRO, osteri... Leggi di più
DONNE DEL VINO DELLA LOMBARDIA: MAGIA ED ELEGANZA DEL PINOT NERO
Milano sempre in movimento, Milano che non si ferma mai così come le Donne del Vino della Lombardia che in occasione della 5ª edizione della Milano Wine Week, la settimana milanese del vino, ripropone una degustazione a ... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.