30nov 2022
VENDITTI FOOD, DAL FOOD STREET ALL’ALTA RISTORAZIONE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Venditti Food società di punta nella produzione di porchetta, vincitrice per due anni consecutivi, nel 2010 e nel 2011, del Campionato Nazionale di Porchetta,  ha una lunga storia. Con una macelleria alle spalle, Antonio Venditti e la moglie Patrizia, nel 1980 cominciarono a vendere panini alla porchetta nelle piazze dei mercati. A raccontarcelo è il figlio Raffaele, gran comunicatore, in occasione di un press lunch presso Dav Milano in cui ha presentato l’azienda Venditti Food. E pensando ai genitori racconta che “Negli anni ottanta si cominciava con poco, con un tavolo di cucina, un ombrellone” e Antonio e Patrizia al loro esordio nella piazza del paese, a Luco dei Marsi, così attrezzati in 30 minuti vendettero un’intera porchetta.

 

Poi vennero i camioncini per poter coprire distanze maggiori così da proporre nei mercati e nelle località turistiche i loro ineccepibili panini ottenendo presto riconoscimenti per la qualità dei prodotti. Ma la porchetta rappresentava solo l’inizio. Negli anni l’attività si è notevolmente ampliata e ora comprende un repertorio che va dai salami al prosciutto crudo passando per pancette, guanciali, salsicce, ventricina… conserve e anche vini di produzione propria (foto 1). Conseguentemente l’approccio al mercato di Venditti Food si è diversificata in più rami. La porchetta per il consumo minuto è distribuita nel settore della GDO (Gruppo Gabrielli,  Conad) e anche, insieme a tutti i prodotti della casa, all’e-shop aziendale.

 

Al dettaglio la porchetta è dispnibile anche in confezioni da 200 g sottovuoto, conservabilità in frigo 49 giorni, da scaldare immergendo la busta in acqua bollente per 3 minuti, così da poterla servire alla temperatura corretta.
L’azienda è ramificata con una rete di agenti in nove regioni. Fornisce inoltre ristoranti e macellerie particolari e da 15 anni collabora con i Fratelli Cerea, i proprietari del ristorante tre stelle Michelin Da Vittorio di Brusaporto, di numerosi ristoranti anche all’estero, di altre attività anche di catering e del Dav che ha ospitato l’evento.

 

Ma la novità è la realizzazione di un grande progetto, ossia la Factory, una struttura di 15 mila metri quadrati, 5000 dei quali calpestabili, che rappresenta l’”imbuto” dove convergono tutte le idee, il contenitore delle idee, totalmente green, ossia alimentata con energia rinnovabile, pannelli solari. Il calore dei forni che cuociono le porchette a 250 °C non va sprecato in quanto sono attraversati da apposite serpentine dove scorre l’acqua la quale, uscendone calda, è convogliata nell’intera struttura e utilizzata anche per riscaldare gli ambienti.

 

Nella Factory verranno pertanto elaborati i prodotti che saranno venduti nei vari Food Store, altra grande novità, questi ultimi nati dall’idea di essere presenti nella piazza, e della piazza riprendono la pavimentazione essendo costruiti con cubetti di porfido. Con i propri 8 food truck l’azienda può coprire solo il territorio di appartenenza, da qui l’idea dei Food Store, strutture dislocate in varie località non solo italiane, dove si potranno acquistare porchetta, salumi, ma anche prodotti vegani. Le confezioni saranno contrassegnate da barre in modo che con l’smartphone si potrà rintracciarne l’origine, la filiera. Il 78% di tutto ciò che verrà esposto sarà prodotto dall’azienda. Il Food Store permetterà di rendere fruibile il prodotto così che possa essere consumato da tutti dando la possibilità di consumare il panino sul posto o la porchetta a casa.

La degustazione


Oltre ad appetizer come il Bao pork (foto 2) o la Tartelletta con spuma di bacon e carpaccio di baccalà, abbiamo degustato il Panino Regina (foto 3) che è il più rappresentativo della Venditti, è quello nato, nella sua essenzialità, sul tavolo di cucina sotto l’ombrellone e ora distribuito dai food truck. La celebrazione della porchetta: la polpa tenera e sapida, le parti più connettivali e grasse fondenti e dolci, e se presente, la cotenna è croccante e friabile… la massima espressione della porchetta come street food.

 

Più che ghiotta la Pala romana (foto 3), ossia focaccia farcita con porchetta, limone e salsa verde: un secondo piatto con tanto di guarnizione e salsa di accompagnamento in un panino. Abbiamo apprezzato quanto il limone armonizzasse con gli altri ingredienti e la croccantezza della focaccia con la morbidezza della porchetta rappresentano un piacevole gioco di consistenze.

 

Ma Venditti Food, come detto, non è solo porchetta. Goloso e di grande soddisfazione il Risotto con la testina qui proposto (foto 4) è un piatto decisamente convincente. La presenza della testina bene sostiene il sapore del risotto e le cialde forniscono la croccantezza che rende ancora più intrigante la portata. L’esecuzione del risotto è ineccepibile per consistenza, equilibrio di sapori, cremosità.

 

Questa è la storia di Venditti Food, dai panini nella piazza di Luco dei Marsi, ai Food Store e alla presenza dei propri prodotti nell’alta ristorazione. E in merito alla porchetta se volete saperne di più acquistate il libro Porchetta Regina della Strada di Raffaele Venditti (foto 1).

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
KISEN EXPERIENCE, VIAGGIO FUSION IN ESTREMO ORIENTE
Kisen di via Gian Giacono Mora, a Milano, è un ristorante fusion, il primo nato dei 3 Kisen, dei quali uno in via Moscova di cui abbiamo detto qui, e uno a Busto Arsizio.   Dire fusion è corretto, ma non esaustivo in q... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL - CONDIMENTI PER IL PALATO & LA MENTE
In merito alle proprietà nutrizionali dell’olio extra vergine d’oliva non ci sono dubbi. E’ considerato un alimento nutraceutico, ossia un cibo medicina per le sue proprietà che giovano al benessere fis... Leggi di più
FISH&CHEF CELEBRA IL DECENNALE ATTRAVERSO LA CUCINA D’AUTORE
Dal 6 al 13 maggio 2019 riflettori accesi per la 10a edizione di Fish&Chef, il lago di Garda ci conquista. Dieci anni di Fish&Chef, grandi festeggiamenti per onorare la kermesse volta a raccontare il territorio del lago... Leggi di più
I SETTANT’ANNI DELLA CANTINA RUGGERI
La Cantina Ruggeri è nota per la qualità dei suoi Valdobbiadene Prosecco. L’azienda ha compiuto ora 70 anni, ma è tesa al futuro, più che al passato.   E questa tensione si concretizza attraverso la realizzazione... Leggi di più
CALAMARI RIPIENI SFUMATI CON LUGANA
Diciotto Magnum di vini bianchi e rossi per San Valentino
Facciamo seguito all’articolo Sedici Magnum di Bollicine per San Valentino (cliccare qui),  per passare dalle bollicine ai formati magnum per bianchi e rossi.     Alto Adige pinot nero riserva doc Praepositus 20... Leggi di più
DIVINO FESTIVAL, L’EVENTO ENOGASTRONOMICO SICILIANO PIÙ COOL
Sono 13 anni che i buongustai – locali e non, visto che arrivano anche i turisti che visitano la Sicilia – si danno appuntamento a Castelbuono per il DiVino Festival, quest’anno in programma dal 2 al 4 ... Leggi di più
BELVEDERE CAMPOLI È LA NUOVA TENUTA CONTE GUICCIARDINI: I VINI
Conte Guiccardini è una realtà vitivinicola toscana in provincia di Firenze, di proprietà dell’omonima famiglia, dal 1199 proprietaria del Castello di Poppiano la cui tenuta attualmente si sviluppa su 265 ettari 14... Leggi di più
“SAFARI NIGHT”: MIRO OSTERIA DEL CINEMA INCONTRA IL 1930 COCKTAIL BAR
Il 21 luglio arriva Safari Vol 1, il primo appuntamento nato dalla collaborazione tra il ristorante con il giardino nascosto nel cuore di Brera e il secret bar più famoso di Milano Cos’hanno in comune MIRO, osteri... Leggi di più
DONNE DEL VINO DELLA LOMBARDIA: MAGIA ED ELEGANZA DEL PINOT NERO
Milano sempre in movimento, Milano che non si ferma mai così come le Donne del Vino della Lombardia che in occasione della 5ª edizione della Milano Wine Week, la settimana milanese del vino, ripropone una degustazione a ... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.