28set 2020
LAGO DI COMO LUXURY: IL SERENO E LA CUCINA STELLATA DI RAFFAELE LENZI
Articolo di: Laura Biffi

E’ una delle location più esclusive del Lago di Como e considerato tra gli alberghi più belli d’Italia, affacciato direttamente sull’acqua, elegantissimo, discreto e silenzioso, ha fatto del design raffinato dell’archistar Patricia Urquiola, di un eden nel verde opera del botanico francese Patrick Blanc e di un’eccezionale cucina stellata green i suoi tratti peculiari.

 

E’ Il Sereno, un resort 5 stelle L, con servizi di altissimo livello: 30 suites dagli ampi terrazzi, vista a 360° sul lago attraverso delle grandi vetrate terra cielo che creano nelle camere un’atmosfera magica grazie al riflesso della luce e ai colori del lago. All’interno un design sofisticato che gioca sulle sfumature dei travertini e sulle tonalità calde delle pareti in noce e una spa dove farsi coccolare con trattamenti esclusivi, all’esterno la meravigliosa piscina riscaldata e il prezioso giardino affacciato su un paesaggio rilassante e suggestivo (Foto 2,3,4,5)

 

In un contesto di lusso ed eccellenza come Il Sereno non poteva mancare una nicchia enogastronomica stellata, è il Berton al lago, ristorante 1 stella Michelin all’interno della struttura, guidato dall’ Executive chef di origini partenopee Raffaele Lenzi. Lo chef Lenzi, dopo diversi anni di formazione all’estero, rientrato in Italia passa attraverso le cucine di Elio Sironi, Pino Lavarra e Stefano Baiocco per approdare infine al Sereno dove porta la sua idea di cucina improntata sul benessere della persona e sul vegetale nel rispetto della stagionalità. (Foto 6, 7)

 

Il gusto asiatico frutto dei numerosi viaggi e delle esperienze nelle cucine straniere, il mondo vegetale che come una madeleine di Proust riporta ai pranzi domenicali in famiglia a Napoli, in cui la mamma preparava svariate verdure con diverse cotture e l’ attenzione ad un’ alimentazione sana sono i cardini della cucina di Raffaele Lenzi che si trovano ben espressi nei tre menu proposti al Berton al lago.

 

Contrasti”: è un percorso basato sulla contrapposizione tra sapori e sulle differenze delle culture gastronomiche a cui lo chef Lenzi si ispira, “Fidarsi”: per chi abbia voglia di lasciarsi guidare dal mood dello chef e “Radici, tuberi e vegetali”: un’esaltazione della materia prima vegetale e della sua stagionalità.

 

Il menu Radici, tuberi e vegetali è un vero e proprio viaggio gastronomico alla scoperta del mondo vegetale dello chef Raffaele Lenzi, che propone un menu di carattere, in cui il vegetale è ben interpretato, anche nell’estetica del piatto e reso distintivo con fermentazioni o abbinamenti di pesti, brodi e golosissime creme dalle texture setose.

 

Dagli amuse bouche spicca un delizioso tempeh di lenticchie e albicocca che coniuga una pacata croccantezza alla dolcezza avvolgente del frutto (foto 8), si passa poi ad un’eccezionale misticanza di ben 30 erbe e fiori eduli con un dressing di cetriolo fermentato, è un tripudio di colori e sapori, che racchiude in realtà un golosissimo segreto sotto le foglie: una pappa al pomodoro ben eseguita (foto 9). Segue un piatto che è un’autentica coccola autunnale golosa: il fungo declinato in varie forme, cardoncello con pesto di menta e radice di loto e una piacevole meringa ai finferli, il tutto accompagnato da un saporito brodo di pregiati funghi Shitake e da una mousseline a regola d’arte (foto 10).

 

Molto piacevole anche il gioco di contrasti tra cremosità e croccantezza dei ravioli di grano saraceno, robiola di Roccaverano ed erbette (foto 11), seguiti da spaghetti con un burro di pistacchi molto goloso e rapanelli fermentati (foto 12). Altro accenno all’ autunno alle porte si trova nella verza cotta nel tè Sencha dal sapore molto delicato accompagnata da una gustosa spuma di porri e da un sorbetto salato di pera Nashi .

 

L’ ultima portata prima del dessert è una vera sorpresa: una foglia di borragine nasconde un peperone morbido e delizioso ( foto 13). Il dessert è anticipato dalla piccola pasticceria per introdurre le nuove dolcezze al palato, si parte dalla pacatezza di una piccola pannocchia ai semi di chia, pepe di Timut e cioccolato, al tacos di sesamo, kiwi e cetriolo per arrivare ai piacevolissimi sentori della radice di scorza nera e liquirizia ( foto 14) e della pesca cotta in osmosi di pesche fermentate e timo . Infine il dessert: un fresco minestrone di frutta e verdura dai tratti autunnali (foto 15) e dalle mille sfumature al palato, in un’ avvolgente spuma di mandorle e amaretti, succo di pompelmo e cioccolato.

 

Anche la sala del Berton al Lago è gestita con grande attenzione e competenza, la squadra è giovane, professionale ed appassionata. La carta dei vini è frutto di una scelta sapiente ed oculata ed è incentrata in gran parte sui vini del territorio italiano, tutte le regioni ed i migliori vini sono ben presenti, notevole anche la selezione delle grandi maison di Champagne (foto 16).

 

I vini in abbinamento: Tenuta Pfitscher, Sauvignon Blanc Saxum – Castello della Sala , Antinori, Cervaro della Sala 2012 – Quintodecimo, Via del Campo 2018 – Le Macchiole, Scrio 2013.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

13

14

15

16

Articoli Simili
I più letti del mese
ALTA BRIANZA DA SCOPRIRE, IL RED’S HOTEL È LA BASE IDEALE
Il nome richiama subito il colore più caldo e passionale dello spettro, declinato in lingua inglese e in effetti il “tocco di rosso” negli ambienti di questo curatissimo quattro stelle c’è. Ricorre negl... Leggi di più
BOTTEGA BRERA | IL NUOVO DESIGN E BOOKSHOP NEL CORTILE D’ONORE DEL MUSEO
Con grande entusiasmo e passione James Bradburne, direttore generale della Pinacoteca  e della Biblioteca Braidense, affiancato da Massimo Vitta Zelman, patron di Skira Editore, ha presentato in conferenza stampa la nuov... Leggi di più
CANTINA PRODUTTORI ERBALUCE DI CALUSO: LA COOPERATIVA È UNA COSA SERIA
E’ un squadra che oggi conta circa 150 produttori riuniti nel 1975, si tratta dei soci della Cantina Produttori Erbaluce di Caluso, quel vino bianco piemontese che fu il primo ad ottenere la Doc nel 1967 e dal 2010... Leggi di più
LA PATATA DI BOLOGNA D.O.P. SANA E SOSTENIBILE, TUTTA NATURALE!
La Patata di Bologna D.O.P. è un prodotto d’eccellenza dalle qualità organolettiche eccezionali. Virtuosa per natura, è una patata sana e sostenibile, perfettamente in linea con i trend e gli stili alimentari attua... Leggi di più
IL BUONO IN TAVOLA: IN SANT’EUSTORGIO I PRODOTTI AGRICOLI LOMBARDI
Il Buono in TavolaBuono in Tavola, da martedì 16 Gennaio ritorna a Milano all’ombra della Basilica di Sant’Eustorgio con il meglio della produzione agricola lombarda a chilometro “vero”.  Tra le n... Leggi di più
EL GRAN BURGHER DE MILÀN, NEL MENÙ DE LE BICICLETTE
E adesso chi glielo dice alla famosa catena americana degli archi d'oro che ha preso d'assalto tutto il mondo con il suo famoso burgher? Si, perché a Le Biciclette - che sembra un angolo del newyorchese Red Rooster sui ... Leggi di più
DEBUTTI MILANESI: LA PIZZA IN TEGLIA ROMANA DI PIZZOTTELLA
In effetti è proprio la prima volta che a Milano si inaugura un locale dedicato solo all’autentica pizza in teglia romana, ossia Pizzottella, ed è proprio il caso di dire: “Era ora”!   Com’è pos... Leggi di più
BOCUSE D’OR: ANNUNCIATI I 4 CHEF CHE RAPPRESENTERANNO L'ITALIA
BOCUSE D’OR: annunciati a Milano i 4 chef che rappresenteranno l'Italia nella prossima edizione  Chissà lo stupore e l'orgoglio dei cuochi del Mugello e del gelataio di Urbino che Caterina de' Medici  portò in Fra... Leggi di più
BIG PEAT IN EDIZIONE LIMITATA PER IL NATALE 2015
Il Premium Islay Vatted Malt Scotch Whisky Big Peat, della Douglas Laing & Co., lancia sul mercato italiano la sua edizione limitata per le Festività Natalizie del 2015. Imbottigliato alla gradazione piena di 53,8 % vol... Leggi di più
CHAMPAGNE E GELATO, APRE A MILANO IL CONCEPT STORE CERDINI & QUENARDEL
Può sembrare un accostamento insolito quello tra le bollicine francesi il gelato e i Macaron, eppure la Maison de Champagne J. Henri Quenardel, fondata a Ludes nel 1906, da molti anni proprio insieme con la famiglia Cerd... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.