05nov 2021
RISTORANTE LA COLDANA: QUANDO LA CUCINA SPAZIA
Articolo di: Fabiano Guatteri

La Coldana è un ristorante lodigiano appena fuori porta, in una accogliente cascina dove si respira aria di campagna. Lo gestiscono due soci e amici Alessandro Ferrandi e Fabrizio Ferrari. Ma non aspettatevi una cucina del territorio con prodotti km zero.

 

La Coldana è un ristorante eclettico che spazia dalla terra al mare, e guarda ancora più in là sino a elaborare specialità etnica come i ramen, i bao, i taco. Scorrendo la carta, è stuzzicante cercare di scoprire questa cucina che percorre tante strade, quasi impaziente di poterle esprimere tutte. Lo chef, Alessandro Pometti, guida la brigata, e ha molto da dire grazie alle proprie esperienze professionali anche in Francia.

 

I piatti spiegano al meglio la filosofia del ristorante.

 

Anticipano il menu due amuse-bouche. Il primo è ispirato alla bouillabaisse ossia Spugna al peperone del Piquillo con emulsione di salsa rouille, la salsa di accompagnamento della bouillabaisse, prepararìta con brodo di pesce, maionese, sedano croccante e foglia di acetosella (foto 2). E il sapore di mare, quello interpretato dalla celebrata zuppa francese, arriva inequivocabile.

 

Ma anche l’altro assaggio suscita ricordi: Mezzamanica soffiata, pasta e fagioli: maionese, emulsione di acqua di cottura del fagiolo, fagiolo bollito, polvere di pomodoro. Basta portarlo alla bocca per rivivere la piacevolezza di un comfort food della memoria.

 

L’anima eclettica si coglie con l’antipasto perché si tratta di una preparazione messicana proposta in chiave fusion, ossia il Taco (foto 3), ma non di farina di mais bensì con un impasto ricavato dalla patata che dire aereo è attribuirgli ancora troppa pesantezza, guarnito da aringa e crauti, così da apportare un po’ di sapori nordici e mitteleuropei al piatto .

 

Torniamo in Italia: Paccheri alla viareggina (foto 4) serviti con panure di limone, zuppa di pesce composta da pesci di scoglio, cozze e moscardini. La pasta viene insaporita finendone la cottura nella riduzione del brodo di pesce, il gusto è ben definito, appagante, e la consistenza dei paccheri rende particolarmente piacevole la masticazione.

 

Preparazione decisamente terranea le Tagliatelle, latte di provola e ragù d’anatra (foto 5) con sapori decisi. L’anatra dà il timbro al piatto, ma è la provola a caratterizzarlo fornendo unicità oltre che morbidezza. Piacevoli persistenze coccolano il palato anche a piatto finito.

Sorpresa: Ramen all’ italiana, (video 6) che parte dal dashi, in questo caso di funghi shiitake. Preparazione che Pometti “italianizza” portandola proprio qui, in questa terra, grazie alla presenza della lingua, immancabile nei bolliti nostrani che si rispettino. Una portata decisamente fusion che mostra le ampie vedute dello chef, ma che forse potrebbe non essere sempre capita da chi non conosce questa portata nelle versioni originarie.

 

Gran piatto il Petto d’anatra (foto 7) con jus d’anatra con nota di lampone, foglie di nasturzio, carota in consistenze diverse una condita con calamansi, un agrume, l’altra in crema aromatizzata allo zenzero. Qui c’è tutto: la cottura magistrale, il fondo di cottura d’alta cucina, i divertissement con la carota, ingrediente difficile da valorizzare; le note fresche del lampone e del calamansi forniscono vivacità al piatto. Assolutamente da provare.

1

2

3

4

5

6

7

Indirizzo : via Privata del Costino Lodi
Telefono : 371.431742
Articoli Simili
I più letti del mese
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
DOSSIER NUTRIZIONE E GELATO. IL GELATO È ALIMENTO SANO? FACCIAMO CHIAREZZA
L’IGI – Istituto del Gelato Italiano  è nato nel 1991 voluto dalle industrie gelatiere più intraprendenti ed attente al prodotto, con lo scopo di far conoscere e promuovere il gelato italiano. Nel 1993 l&rsqu... Leggi di più
SCUOLA LA ZOLLA, MILANO: CROWDFUNDING PER BLOG E BIBLIOTECA DIGITALE
Scuola La Zolla, Milano: Crowdfunding per Zolleggiamo, blog e biblioteca digitale. E’ partita sulla piattaforma Eppela – e terminerà il 18 marzo- la campagna di crowdfunding, lanciata dalla Scuola Cooperativa La Zolla d... Leggi di più
NESPRESSO PRESENTA ARABICA ETHIPIA HARRAR E ROBUSTA HARRAR
Nespresso che racconta la nascita del caffe’, e la sua storia. Nespresso presenta le nuove Limited Edition che celebrano i luoghi d’origine e la nascita del caffè, dando inizio a un percorso di racconto della... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.