04ott 2020
PALATÒ MILANO, LA TRADIZIONE MEDITERRANEA IN FORMATO DELIVERY
Articolo di: Fabiano Guatteri

Palatò Milano

Il lockdown ha cambiato in parte le nostre abitudini. Tra tanta negatività, però, c’è qualche aspetto positivo. Ci ha per esempio fatto scoprire come è comodo e piacevole il delivery proposto dalla ristorazione. E questa abitudine si andrà affrancando anche quando l’emergenza sarà finita. Ovviamente grazie alla fiorente offerta le possibilità di scelta sono molto ampie e solo alcuni criteri selettivi permettono di selezionare una cucina rispetto a un’altra.

 

Criteri che si basano innanzitutto sulla qualità delle preparazioni, sulla puntualità della consegna, sulla semplicità di riscaldare e assemblare i vari ingredienti prima di portarli a tavola e, ovviamente, sul rapporto qualità prezzo.

Nel panorama del delivery milanese va segnalata una starup, Palatò Milano (foto 1). Ai fornelli Marc Farrellaci, cuoco di grande esperienza, con la sua brigata. Lo chef, insieme a un gruppo imprenditoriale, ha dato vita alla foodtech Palatò. La cucina proposta è mediterranea, che è notoriamente saporita e al tempo stesso salutare. I piatti sono cucinati sottovuoto a bassa temperatura, tecnica che consente esecuzioni perfette.

 

Sono proposti alcuni menu ciascuno dosato per due persone, confezionati in pratici box a tema: Essenza, Energy, Atmosfere e Incontri di questi uno è vegetariano, uno con carne e due con prodotti del mare. A questi se ne aggiungeranno altri due. Abbiamo partecipata alla presentazione stampa del progetto dove abbiamo potuto assaggiare i piatti dei vari menu.
Dalla nostra degustazione emerge che ogni preparazione è eseguita con la massima cura, sapori ben delineati, e consistenze segnatamente morbide.
Gli assaggi fotografati non sempre riproducono integralmente la ricetta e, ovviamente, sono porzioni più piccole di quelle dei piatti inseriti nei box.


Box Essenza (foto 2)
Comprende una crema di pomodori con mousse di stracciatella di Andria frullata con olio extravergine di oliva di Sciacca  e cialde di riso al basilico. Il piatto forte vegetariano sono foglie di vite ripiene di riso integrale condito con erbe fini e olio extravergine di oliva, hummus di ceci, salsa yogurt e pane carasau. Per dessert gâteau alle ciliegie di Vignola e spezie.
€ 33
Abbiamo provato la crema di pomodori ( foto 3) dagli spiccati sapori mediterranei e gli involtini accompagnati da una interpretazione dell’hummus (foto 4) di grande piacevolezza, fresca e scorrevole.


Box Energy (foto 5)
E’ la volta della fregola sarda allo zafferano e curcuma con carciofi e fave conditi con olio extravergine di oliva. Il piatto forte: coscia pollo (160 g a porzione) marinata con miele, agrumi ed erbe con verdure. Per finire crumble di albicocche.
€ 38
Nella degustazione una sintesi di questo box (foto 6). Ciò che più ci ha colpito è la consistenza del pollo, decisamente morbida, e il sapore che valorizza questa carne talvolta dal sapore neutro. La fregola con i carciofi servita con il pollo ne fa un piatto unico.


Box Atmosfere (foto 7)

Non è una panzanella” è in realtà una denegazione: il piatto è preparato con verdure dell’orto con cubetti di salmone e pane condito con olio extravergine di oliva ed erbe aromatiche. La portata forte sono i calamari ripieni (160 g a porzione) con caviale di melanzane. Cheesecake al maracuja.
€ 39

 

La panzanella arricchita con i cubetti di salmone crudo (foto 8) è una rivisitazione del piatto insolita e molto equilibrata. Il calamaro, grazie alla cottura a bassa temperatura ha consistenza quasi fondente (foto  9).


Box Incontri (foto 10)

Tortino ai pomodorini confit e caprino fresco alle erbe aromatiche. Bourride di pesce e gamberi con piccole verdure al vapore e salsa allo zafferano (200 g a porzione). Tartelette alla crema di mascarpone e frutti rossi.
€ 42

Il branzino in salsa allo zafferano (foto 11) è forse la preparazione che più abbiamo apprezzato ed evidenzia anche la qualità della materia prima: polpa cedevole, mostosa, e la qualità della materia prima emerge nel gusto netto, preciso.


Per ordinare e per altre info cliccare qui.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Articoli Simili
I più letti del mese
BOTTEGA BRERA | IL NUOVO DESIGN E BOOKSHOP NEL CORTILE D’ONORE DEL MUSEO
Con grande entusiasmo e passione James Bradburne, direttore generale della Pinacoteca  e della Biblioteca Braidense, affiancato da Massimo Vitta Zelman, patron di Skira Editore, ha presentato in conferenza stampa la nuov... Leggi di più
CANTINA PRODUTTORI ERBALUCE DI CALUSO: LA COOPERATIVA È UNA COSA SERIA
E’ un squadra che oggi conta circa 150 produttori riuniti nel 1975, si tratta dei soci della Cantina Produttori Erbaluce di Caluso, quel vino bianco piemontese che fu il primo ad ottenere la Doc nel 1967 e dal 2010... Leggi di più
LA PATATA DI BOLOGNA D.O.P. SANA E SOSTENIBILE, TUTTA NATURALE!
La Patata di Bologna D.O.P. è un prodotto d’eccellenza dalle qualità organolettiche eccezionali. Virtuosa per natura, è una patata sana e sostenibile, perfettamente in linea con i trend e gli stili alimentari attua... Leggi di più
IL BUONO IN TAVOLA: IN SANT’EUSTORGIO I PRODOTTI AGRICOLI LOMBARDI
Il Buono in TavolaBuono in Tavola, da martedì 16 Gennaio ritorna a Milano all’ombra della Basilica di Sant’Eustorgio con il meglio della produzione agricola lombarda a chilometro “vero”.  Tra le n... Leggi di più
EL GRAN BURGHER DE MILÀN, NEL MENÙ DE LE BICICLETTE
E adesso chi glielo dice alla famosa catena americana degli archi d'oro che ha preso d'assalto tutto il mondo con il suo famoso burgher? Si, perché a Le Biciclette - che sembra un angolo del newyorchese Red Rooster sui ... Leggi di più
DEBUTTI MILANESI: LA PIZZA IN TEGLIA ROMANA DI PIZZOTTELLA
In effetti è proprio la prima volta che a Milano si inaugura un locale dedicato solo all’autentica pizza in teglia romana, ossia Pizzottella, ed è proprio il caso di dire: “Era ora”!   Com’è pos... Leggi di più
BOCUSE D’OR: ANNUNCIATI I 4 CHEF CHE RAPPRESENTERANNO L'ITALIA
BOCUSE D’OR: annunciati a Milano i 4 chef che rappresenteranno l'Italia nella prossima edizione  Chissà lo stupore e l'orgoglio dei cuochi del Mugello e del gelataio di Urbino che Caterina de' Medici  portò in Fra... Leggi di più
BIG PEAT IN EDIZIONE LIMITATA PER IL NATALE 2015
Il Premium Islay Vatted Malt Scotch Whisky Big Peat, della Douglas Laing & Co., lancia sul mercato italiano la sua edizione limitata per le Festività Natalizie del 2015. Imbottigliato alla gradazione piena di 53,8 % vol... Leggi di più
CHAMPAGNE E GELATO, APRE A MILANO IL CONCEPT STORE CERDINI & QUENARDEL
Può sembrare un accostamento insolito quello tra le bollicine francesi il gelato e i Macaron, eppure la Maison de Champagne J. Henri Quenardel, fondata a Ludes nel 1906, da molti anni proprio insieme con la famiglia Cerd... Leggi di più
FAUSTO MELOTTI: QUANDO LA MUSICA DIVENTA SCULTURA
Al castello di Miradolo l’11 novembre apre la grande mostra “Fausto Melotti. Quando la musica diventa scultura”, organizzata dalla Fondazione Cosso. Artista poliedrico, considerato uno dei protagonisti ... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.