18apr 2022
MEMORABILIA RISTORANTE ECLETTICO TRA AUTO D’EPOCA E COCKTAIL BAR
Articolo di: Fabiano Guatteri

Memorabilia è un ristorante, ma non solo. È una stanza dei ricordi (in realtà è uno spazio immenso). È un salotto in cui comodamente seduti su un divano sorseggiare un drink.

 

È cioè una struttura che si sviluppa su 1600 mq suddivisa in cinque spazi, ossia ristorante, gallery, cocktail bar Depot e museo suddiviso in garage, vintage e barber shop. Vorremmo parlarvi del ristorante, ma non possiamo non dire che il museo (foto 1) ospita la Shelby Cobra di Steve McQueen, la Rolls Royce appartenuta a Cary Grant, la Vespa di Gregory Peck, la Ford Thunderbird di “Thelma & Louise”.

 

Ciò solo per rendere una sia pur pallida idea di cosa custodisca questo spazio voluto da Umberto Colombo, il patron della struttura, imprenditore nonché collezionista di auto, moto d’epoca e di una moltitudine di oggettistica vintage degli anni ’50, ’60 e ’70. Il museo è accessibile, gratuitamente, solo per chi pranza o cena nel ristorante della struttura. Dal più che ampio parcheggio di Memorabilia si accede al ristorante (foto 2) e si è subito accolti con molta professionalità. La cucina è poliedrica e propone piatti sia della tradizione, sia innovativi. La carta è suddivisa in più sezione: Per iniziare (to start); Primi (first courses); Secondi (main courses); Piatti della tradizione (traditional dishes) e Desserts. A questi si aggiunga un menù Degustazione (tasting menu).

 

 

Il nostro menu


Come piatto di ingresso abbiamo provato la Tartare-sandwich di orata (foto 3): un toast servito caldo farcito con tartare di orata, dadini di scamorza affumicata, pezzettini di pomodori essiccati, olive disidratate sbriciolate, accompagnato con crema di avocado. È un piacere affondare i denti in questo sandwich per scoprirne la croccantezza morbida, l’accattivante sapore dell’orata cruda. La nota fumé della scamorza dosata in modo che non si riveli invadente. Ma per conferire maggiore spessore alla piacevolezza, occorre intingere il toast nella crema di avocado per poi riprendere il divertissement della degustazione.


I cannoncini di pasta all’uovo (foto 4) rappresentano un piatto impostato in modo completamente diverso. Come la precedente, è una portata inedita ma i sapori, pur diversamente presentati, sono quelli del territorio, della tradizione: la pasta all’uovo, la farcia di pancia di vitello lungamente cotta, la raspadura che sormonta i cannoncini, riproducono i sapori di questo spaccato lombardo in cui si sente l’influenza milanese dalla carne di vitello lungamente cotta come nei rustin negà o la rassicurante, lodigiana raspadura. Competano il piatto, fornendogli un che di vezzoso, i funghi pioppini.

 

Una preparazione che ci ha entusiasmato appartiene alla sezione della carta dedicata alla tradizione, ossia il Riso Carnaroli, zafferano, burro acido, midollo arrosto (foto 5). Si tratta di fatto di un risotto alla milanese presentato nel modo che non ti aspetti: il midollo da abbinare al riso è servito a parte nel proprio osso cotto al forno e il commensale lo versa sul proprio risotto (foto 6). Accorgimento che chi come noi apprezza il midollo, gradirà e in tal caso è, tra i Primi, il piatto da scegliere.

 

Passiamo ai main courses. Pensando caille au sarcophage del celebrato pranzo di Babette abbiamo voluto provare la Quaglia arrosto farcita di luganega, broccolo fiolaro di Creazzo, budino di zucca delicata e salsa teryaki (foto 7). La quaglia disossata avvolge la luganega acquisendo sapidità e riproducendo anche in questo caso i sapori del territorio. Il morbido budino fornisce una nota dolce delicata, e il raro broccolo fiolaro, lo equilibra per consistenza e nota erbacea.

 

Il piatto forte è la Guancia di maiale iberico cotta a bassa temperatura servita con finocchi, crema di lattuga e anice, con salsa ai grani di senape e miele (foto 8). La piacevolezza di questo piatto è data come primo impatto dalla consistenza e poi dai sapori che intessono la sapidità delle parti magre con la dolcezza di quelle più grasse. La guarnizione arrotonda il gusto armonizzandolo.

 

Felice esecuzione di grande piacevolezza. Intrigante, per dessert Riso al latte, gelatina di cioccolato e amarene sciroppate, gelato alle mandorle tostate.

 

 

Conclusione

 

Memorabilia è un ristorante dalla cucina eclettica che coniuga piatti di diversa concezione e che possono essere dichiaratamente della tradizione, oppure con i sapori della memoria, ma con un abito decisamente attuale, o ancora innovativi senza traccia del passato. Pertanto la carta, che cambia stagionalmente, riserva piacevoli sorprese ed è sicuramente stuzzicante scoprire piatti ora inediti ora classici, come il riso proposto che  ha quel qualcosa in più che sicuramente incuriosisce (e ingolosisce).

1

2

3

4

5

6

7

8

Indirizzo : Via Archimede 8 Agrate Brianza
Telefono : +39 039 9630071
Articoli Simili
I più letti del mese
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: I VINI COLOSI CHE SANNO DI MARE
Pietro e Marianna Colosi delle Cantine Colosi, hanno presentato in un incontro su piattaforma zoom organizzato dall’agenzia di servizi Maurizio Rocchelli, i vini eoliani Secca del Capo e Salina Rosato (foto 1).Piet... Leggi di più
DOVE UN TEMPO C’ERA UN CASTELLO | PODERE CASALE
Il Gutturnio è stato il primo vino piacentino a ricevere la denominazione di origine controllata.  Abbiano scoperto la versione di Podere Casale.  Un vino di carattere, di piacevolissima beva. Si produce anche, solo in ... Leggi di più
LE NUOVE PRELIBATEZZE LONGINO&CARDENAL | ECCELLENZE DAL MONDO
Logino&Cardenal è una società di importazione e distribuzione di alimentari di alta qualità destinati alla ristorazione, conosciuta da tutti gli intenditori. Il catalogo che illustra prelibatezze da tutto il mondo, è in ... Leggi di più
 CAPODANNO CINESE A MILANO, L’APPUNTAMENTO DA NON PERDERE
Il Capodanno cinese è ormai entrato, possiamo dire nella “toponomastica” dei festeggiamenti italiani, specialmente a Milano dove, il 25 gennaio, è diventato un appuntamento sempre più popolare, visto che tutt... Leggi di più
NUOVI ORIZZONTI PER POKE HOUSE: CHIUDE UN ROUND SERIE B DA €20 MILIONI
Poke House, ( ne abbiamo parlato qui ) il brand leader del poke in Europa, annuncia il perfezionamento di un round di finanziamento serie B da €20 milioni guidato da Eulero Capital, con il sostegno di FG2 Capital e ... Leggi di più
I GIOIELLI ITTICI DELL’ALASKA IN VETRINA A IDENTITÀ GOLOSE
I gioielli ittici dell’Alaska in vetrina alla XIII edizione di Identità Golose a Milano, dal 4 al 6 marzo, al MiCo, l’eccellenza della pesca del Pacifico in un elegante e raffinato menù realizzato dallo chef Alessio Taff... Leggi di più
ALTO FERMENTO E LA BIRRA IN OSTERIA | OSTERIA DI PORTA CICCA
La birra artigianale in Italia vanta un’ampia platea di estimatori attenti ai vari stili e a ogni sfumatura aromatica. In questo contesto trova spazio Alto Fermento  progetto che ha per mission la promozione delle ... Leggi di più
IL “PÂTÉ”, E NON “PATÈ”, LINGOTTO DA TAGLIARE. LA RICETTA FRANCESE
QUASI 40 VARIETÀ DI OSTRICHE A CASA CON I LOVE OSTRICA
L’Italia è un paese tra i più ricchi di risorse enogastronomiche e questo ci rende molto felici di essere italiani e in Italia risiedere. Però come italini non nutriamo un grande interesse per le ostriche. Sino a n... Leggi di più
CRISTINA BIOLLO L’ARTISTA DEL VEGETARIANO
Abbiamo incontrato Cristina Biollo (foto 1) in occasione dell’inaugurazione del suo negozio milanese per il format Artisti del Vegetariano (foto 2). I prodotti esposti, ovviamente vegetariani, hanno un aspetto molt... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.