26ago 2021
LA PIZZA PROVOCA SETE E GONFIORE? CAMBIA PIZZERIA
Articolo di: Fabiano Guatteri

Un ristoratore chiese a un cliente che aveva appena cenato nel suo locale, se gli fosse piaciuta la sua cucina, e questi rispose che glielo avrebbe saputo dire il giorno dopo. Ed è una risposta molto saggia perché la bontà di un cibo la valutiamo prima con il “palato”, ma poi con lo stomaco. Un fritto apparentemente “asciutto” se poi si rivela indigesto, non è un buon fritto.

 

Ma anche la pizza è da valutare non solo a tavola.

 

Sicuramente alcune intolleranze alimentari possono provocare disturbi, ma non è di questo che ci vogliamo occupare. A prescindere dalle intolleranze, alcune pizze non creano problemi, altre invece provocano sete e gonfiore. Spesso, almeno per quanto riguarda la sete, si “colpevolizza” l’acciuga di troppo o la ricchezza della guarnizione. Ciò può essere vero, ma è solo in parte determinante perché se la sete è associata a gonfiore… l’acciuga è incolpevole.

 

Ma qual è la causa allora?

Sicuramente non il lievito, per quanto talvolta si ritenga responsabile come se la lievitazione potesse continuare in pancia. Non è così in quanto i lieviti non sopravvivono alla cottura. Però, per contro, è vero che i disturbi da cibi contenenti lieviti sono legati ad una maturazione e a una lievitazione della pasta non corrette.
In generale gli amidi, se assunti in quantità eccessiva, vengono fermentati dalla flora batterica con conseguente loro trasformazione in gas che provoca gonfiore intestinale; fermentazione che chiede acqua al sangue e quindi causa sete. Pertanto meglio evitare un “affollamento” di amidi nell’intestino.
Veniamo alla preparazione degli impasti: si allude spesso alla lievitazione e poco alla maturazione. Durante la maturazione dell’impasto avvengono processi fondamentali per la digeribilità della pizza; è la maturazione la fase che permette una corretta lievitazione e richiede più tempo di quest’ultima. Pertanto perché la pasta maturi senza che si sovrapponga la fermentazione, occorre tenere l’impasto a 2-3 °C, ossia a una temperatura sufficientemente bassa da non consentire alla fermentazione di partire, ma che permette agli enzimi terminare il loro lavoro che richiede molto tempo se la farina è forte, ossia molto ricca di glutine.

 

In cosa consiste il lavoro degli enzimi?
Gli amidi sono polisaccaridi, ossia zuccheri complessi, che non possono “nutrire” i lieviti in quanto questi possiedono una membrana cellulare che lascia filtrare solo zuccheri semplici. Sono gli enzimi presenti nella farina i deputati a trasformare, durante la maturazione, gli amidi in zuccheri semplici (saccarificazione), così da permettere la lievitazione.

 

Quali sono, quindi le cause dei disturbi, ossia sete e gonfiore intestinale, che provocano talvolta la pizza? Le farine troppo ricche di proteine o di glutine; l’utilizzo disinvolto di starter per accelerare la lievitazione, ma soprattutto, come inizialmente anticipato, una maturazione che non dà tempo agli enzimi di “digerire” completamente gli amidi trasformandoli quindi solo in parte in zuccheri semplici, con conseguente affollamento di amidi nell’intestino. Pertanto se gonfiore e sete causate dalla pizza non sono date da intolleranze, sono da attribuire a procedure scorrette.
Cambiate pizzeria.

1

Photo Credits

Photo 1 :  suju-foto da Pixabay 
Articoli Simili
I più letti del mese
UN REGALO NON SOLO FOOD ALLA MAMMA, SCELTO NELLA BOTTEGA DEGLI ARTIGIANI
Lo scorso anno Artigiano in Fiera, l’evento annuale che vede migliaia di visitatori-acquirenti acquistare dal prodotto tipico all’oggetto artigianale, non si è potuto causa lockdown. Quest’anno però ria... Leggi di più
DALLA PARTE DELLE API CON LEGAMBIENTE E FRoSTA
Il ritorno di “Save the Queen” è la conferma che l’esordio dell’anno scorso ha permesso di raggiungere i risultati sperati.   Così, un’azienda espressione della massima tecnologia, FRoSTA ... Leggi di più
OSSO CON MIDOLLO AL FORNO. COME SI FA, QUANTO SI CUOCE
EAST MARKET, DOMENICA 20 MAGGIO LA NUOVA EDIZIONE EAST MARKET
Domenica 20 maggio la nuova edizione di East Market, il mercatino cult milanese di cui abbiamo detto qui. Torna domenica 20 maggio a Lambrate la nuova edizione di East Market, il mercatino vintage di Lambrate gratuito, d... Leggi di più
DOLCI DI CALABRIA
E’ uscito in questi giorni Dolci di Calabria di Alessandra Uriselli. L’autrice, nata in Calabria, è fondatrice del blog www.dolcementeinventando.com  attivo dal 2012.   Sfogliando la pubblicazione pensavamo... Leggi di più
FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO D’ALBA 2021:CONNESSI CON LA NATURA
Durerà fino al 5 dicembre la Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba, alla sua 91ª edizione, iniziata il primo weekend di ottobre: la parola chiave del 2021 è “sostenibilità” , il titolo della ke... Leggi di più
FEEL VENICE 2020: L’EVENTO CHE CELEBRA L’ECCELLENZA ENOLOGICA DI VENEZIA
Nel giardino del Convento dei Carmelitani Scalzi, poco distante dalla Stazione ferroviaria di Santa Lucia, il Consorzio Vini Venezia  inaugura la III edizione di FeelVenice, giornata dedicata alle eccellenze enogastronom... Leggi di più
MERANO WINE FESTIVAL EDIZIONE 2018 : NUMERI ED ECCELLENZE (1/2)
Excellence is an attitude per il Wine Hunter Helmut Köcher ed infatti il Merano Wine Festival 2018 si è concluso all’insegna dell’eccellenza, nei numeri e nella qualità.   Si conferma nuovamente uno degli e... Leggi di più
OTTOBRE: È IN ARRIVO MILANO WINE WEEK 2022
Dall’8 al 16 ottobre a Milano sarà di casa Milano Wine Week, l’evento dedicato al vino e alle sue molteplici sfaccettature. Parteciperanno alla kermesse consorzi, aziende, istituzioni e associazioni di catego... Leggi di più
LAMA-TREKKING IN ALTO ADIGE DOVE NASCE LO SPECK
Un trekking in compagnia dei lama, un’esperienza unica, nel territorio dell’Altopiano del Renon, dove Citterio, storica azienda di salumi, lavora e produce lo Speck Alto Adige IGP, in uno stabilimento che ric... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.