07ott 2021
LA LINEA "I BOUQUET" DI tuttelespeziedelmondo E GLI ABBINAMENETI
Articolo di: Fabiano Guatteri

tuttelespziedelmondo  è un laboratorio-negozio con vendita on-line. Nasce da un progetto di Francesca Giorgetti (foto 1) che ha girato il mondo per individuare i terroir delle migliori spezie. Il suo catalogo è tra i più forniti.

 

I prodotti si possono raggruppare in quattro macro-famiglie:
erbe e spezie con 267 referenze;
pepe e peperoncino con 57 varietà di pepe e 50 di peperoncino;
miscele vale a dire 77 mix da tutti i continenti;
sali, con oltre 50 tipi.

 

Ora, su richiesta dei clienti, Francesca ha creato la linea I Bouquet (foto 2) composta a sette diverse miscele di spezie e di aromi per cucinare verdure, crostacei, molluschi, pesci, carni bianche e rosse e selvaggina. Si tratta di insaporitori di miscele calibrate e sperimentate personalmente da lei sperimentate e presentate alla stampa in abbinamento ad alcune preparazioni.

 

Ha introdotto l’incontro spiegando che ormai le piante delle spezie sono coltivate in tutte le fasce tropicali del mondo. Il cardamomo è originario dell’India, mentre ora il più grande produttore del mondo e del miglior cardamomo è il Guatemala. Noce moscata e chiodi di garofano erano coltivati solo nelle Molucche, isole che cercavano di proteggere il proprio monopolio, ma i francesi hanno trapiantato queste spezie nel Madagascar e da quel momento i loro prezzi in Europa hanno cominciato a scendere. Analogamente alla fine del Cinquecento a Londra c’erano i magazzini zeppi di pepe e anche in questo caso i prezzi sono scesi.

 

La Linea Bouquet. Le sette miscele.
L’erotica (foto 3)
il nome è suggerito dalla presenza piccante del peperoncino, oltre al limone, all’aglio e agli altri ingredienti. Ha un bel colore rosso arancio ed è una miscela pensata per accompagnare crostacei e molluschi. Francesca ha provato ad accostarla al pollo e l’abbinamento è risultato perfetto, per dire della versatilità di questi mix.

 

La favorita (foto 3)
Miscela dal gusto morbido prodotta con aneto, prezzemolo, erba cipollina, cerfoglio, da mescolare all’olio per realizzare una salsa per condire le insalate, ma si sposa con molte altre preparazioni come il pesce al cartoccio


La selvatica (foto 4)
E’ l’unica a utilizzare spezie intere, ossia non in polvere , e comprende erbe aromatiche, senape in grani, fiocchi di pomodoro, coriandolo, pepe della Jamaica, coccole di ginepro. Dall’aroma ricco e intenso, si abbina a carni come la selvaggina e si presta a essere utilizzata sia in cottura, sia nelle marinature o per aromatizzare l’olio.

 

La pelagica (foto 4)
E’ stata realizzata per aromatizzare il pesce ma con sfumature speziate. Contiene pepe, curcuma, zenzero, erbe aromatiche, aglio e cipolla. E’ un’alternativa alle erbe mediterranee con cui si condiscono i piatti di mare, come filetti di pesce, ‘mpepate di cozze, ma anche petto di pollo in padella o alla griglia.

 

La mediterranea (foto 5)
Ha qualche affinità con la pelagica, ma è meno esotica e contiene origano, cipolla, paprica, timo, basilico, peperoncino ed è perfetta con gli arrosti, i cartocci sia di pesce, sia di carne.

 

L’esotica (foto 5)
E’ la miscela più speziata, con paprica affumicata, curcuma, noce moscata, oltre a erbe e verdure aromatiche. Si discosta dallo stile delle erbe mediterranee perché insiste su note speziate. Si accosta a tutte le verdure sia al forno sia in padella, ma vale la pena provarla anche con altri piatti.

 

La peposa (foto 6)
E’il trionfo degli aromi agrumati miscelati in proporzioni variabili come bergamotto, limone, lime, arancia amara, arancia dolce, curaçao che è un’arancia amara utilizzato dall’industria liquoristica, mandarino, combava, che si mescolano al pepe di Lampong. La peposa è da provare non solo con gli stufati, ma anche con i carpacci di carne e di pesce.

 

 

Francesca Giorgetti ha proposto quindi alcuni abbinamenti (foto 7 video 8): il salmone il gravad laks è stato marinato con La favorita, così come la maionese che l’accompagna. La mousse con i semi di sesamo è di tofu lavorato con la miscela pelagica per cui ha note speziate. Il crostino di lardo è condito con la peposa, vale a dire pepe e profumi agrumati. Affianca il gravad laks un’altra maionese, più scura, aromatizzata con L’erotica, per una gradevole nota piccante, frizzante.


Francesca Giorgetti ha poi proposto altri due abbinamenti questa volta caldi (foto 9), il pollo cotto con la miscela L’erotica e una preparazione vegetariana aromatizzata con curry giapponese da lei prodotto (foto 10).

 

Spiega che la cucina giapponese non ama molto i cibi piccanti per cui ha preparato un curry molto mild. E’ ricco perché per realizzarlo ha utilizzato 19 ingredienti, osssia erbe aromatiche ma ciò che lo caratterizza è la presenza della buccia di mandarino che è imprescindibile. Lo ha proposto con una base di riso e con cipolle che vanno fatte caramellare in stile asiatico, mentre da noi la cipolla non deve prendere colore. Per il piatto che ha preparato la cipolla va caramellata a lungo, poi si unisce il curry e si fa tostare in modo che entri in contatto con la parte grassa in cui ha rosolato la cipolla, quindi si aggiungono un po’ di brodo e concentrato di pomodoro, infine gli altri ingredienti tra i quali i ceci. E’ un curry che prende un colore scuro, nonostante uno degli ingredienti principali sia la curcuma. Questa, come il fieno greco, è un ingrediente di base che uniforma le note aromatiche delle altre componenti, in quanto è capace di armonizzare gli aromi forti come quelli del cumino, coriandolo, l’aglio, la cipolla.

 

Il curry si è rivelato delicato, aroma intenso, ma non penetrante come molti indiani. A sua volta L’erotica ha dato al pollo una nota piacevolmente insolita.

 

 

Abbiamo voluto provare una miscela, La peposa con il pesce crudo. Abbiamo affettato un filetto di branzino e lo abbiamo condito con pochissimo sale quindi mescolando La peposa con olio extravergine d’oliva (foto 11) e nent’altro. Il risultato è stato di grande soddisfazione e le note agrumate hanno comunicato al piatto aromaticità ampia e al tempo stesso garbata mentre le note fornite dal pepe mantengono alta la tensione gustativa.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.