30dic 2022
I CENONI DI SAN SILVESTRO 2022 A MILANO
Articolo di: Michele Pizzillo

Cosa mangeremo gli italiani la sera di San Silvestro? Quando spenderanno per il cenone? Non mancano ricerche molto approfondite sulle nostre abitudini in occasioni molto particolari come, appunto, Natale, Capodanno, eccetera. Sono ricerche che fotografano molto bene quello che avviene attorno a noi e che sarebbe anche interessante e forse utile conoscere per cercare di migliorare le nostre abitudini.

 

Ma, visto il clima di festa, in questo articolo abbiamo pensato di raccontare qualche offerta di cenone, limitandoci però, alla città di Milano, per brindare al nuovo anno e sempre nella speranza che sia migliore di quello appena concluso.
Queste le proposte.


10_11 – Portrait Milano – Via Sant’Andrea 10/Corso Venezia 11 – tel. 02.367995850
Siamo nel famoso quadrilatero dove le boutique delle grandi griffe attirano turisti da tutto il mondo. E, così, 10_11 (“Ten Eleven”), che ha aperto i battenti il 14 dicembre, con i suoi ambienti eclettici - bar, ristorante, giardino e porticato -, che in questo luogo si combinano fin quasi a fondersi, valorizzando l’architettura imponente dell’ex Seminario Arcivescovile, attraverso la scelta di preziosi e ricercati dettagli, si propone di essere manifesto della grande ospitalità italiana. E, quindi, una cucina ispirata alla tradizione lombarda (ma non solo), dai sapori decisi e riconoscibili, che «evocano un ricordo», ed una mixology che fa dell’evoluzione del rito italiano – e milanese – dell’aperitivo, il suo DNA.
Intanto il giovane chef Alberto Quadrio scelto per capitanare questo nuovo ambizioso progetto, supportato dalla squadra di Identità Golose e dal coach Andrea Ribaldone, il 31 dicembre debutta con il suo primo cenone di fine anno. Una proposta che va dallo Sformato di toma bergamasca e salsa ai mirtilli ai Gamberi gelatina di crostacei e caviale, dalle Capesante cavolfiori e tartufo nero ai Paccheri al ragù di mare e salsa al Franciacorta, dal Branzino in olio cottura e cipollotti fondenti al Pand’Oro zabaione al Marsala e salsa alla vaniglia, dalla Piccola pasticceria al Cotechino e lenticchie di mezzanotte.
Costo, 250 € a persona con acqua, caffè e coperto compresi.

 

142 Restaurant – Corso Colombo 6 – tel. 02.47758490
E’ il locale che ha creato Sandra Ciciriello, esperta e appassionata donna della ristorazione che ne ha fatto il regno della qualità. Per il cenone di fine anno ha studiato un menù molto originale con proposte come Panino al vapore con verdure al miso; Macaron con paté di vitello e saba; Crostino con lingua e salsa alle erbe aromatiche; Pie tee con sedano rapa, maionese all’aglio e acciuga; Ostrica Gillardeau con acqua di menta, kumquat e mela verde; Calamaro crudo con cima di rapa e riduzione di dashi; Crudo di ricciola del mediterraneo con leche de tigre al melograno e verdure marinate; Capesanta con crema al cavolfiore, capperi, limone e nero di seppia; Tortello ripieno di funghi e castagne con burro nocciola e maggiorana; Risotto carnaroli alle erbe con gambero viola crudo; Filetto di pescato con zucca speziata e salsa al cocco; Predessert; Dessert e da un personaggio come Sandra Ciciriello c’è da aspettarsi una sorpresa finale.

 

Amùri Sicilian RestaurantA– Via Maestri Campionesi 30 – tel. 02.36532833
Elegante e raffinato ristorante che è quasi un’ambasciata della Sicilia in terra meneghina. Tant’è vero che per i proprietari – la coppia Mario e Angela Valveri – ogni menù nasce dall’amore per la loro isola e quasi sempre rappresentano una sorta di itinerario che invoglia ad organizzare un viaggio alla scoperta della Sicilia. Hanno cominciato a Natale con un menù prevalentemente di pesce con sapori del Mediterraneo come protagonisti indiscussi, per poi passare al menù di Capodanno con accostamenti unici, innovativi ma senza trascurare la tradizione. A cominciare dall’Amuse bouche e proseguire con Polpettine di ricciola con gel di sedano; Pitoncino alla messinese; Gamberone di Mazara; Capasanta scottata con crema all’arancia; Tartare di tonno, avocado e salsa di soia; Arancino al nero di seppia su caciocavallo ragusano; Ostrica Gillardeau con granita al mandarino; Risotto bufala e aragosta con caviale di basilico rosso; Cannelloni al ragù di pesce; Triglie ripiene alla siciliana su crema di limone Interdonato; Verdure in tempura e panelle; Sfera di mousse alla ricotta, crumble di mandorla e cioccolato di Modica fuso; Sfinci caldi al rum, uvetta e zest di agrumi.
Tutto accompagnato dai vini Palmares Grillo Gorghi Tondi e Meridiano Zibibbo.
Costo, 115 € compreso acqua, bevande e caffè.

 

Borgia – Via Giorgio Washington 56 – tel. 02.48021442
E’ una bella location dove lo chef Giacomo Lovato propone una cucina dai gusti intensi e dall’estetica potente tanto che per l’ultima notte dell’anno ha scelto un menù che permette all’ospite di percorrere un viaggio tra i sapori del mare e della terra. Carne e pesce, infatti, si fondono perfettamente dando vita a piatti prelibati che possono soddisfare qualsiasi desiderio degli ospiti anche per quanto riguarda l’offerta della cantina. Si comincia con il benvenuto dalla cucina e dalla sala per proseguire con Branzino cotto delicatamente e leggermente affumicato, cavolo viola sott’aceto, cagliata di mandorla e caviale siberiano; Animella, lenticchie e passion fruit; Tortelli di verza e coda di manzo, salsa di crostacei, scampi crudi marinati al lime; Tagliolini con brodo di trota affumicata, cipolla e uova di trota; Carciofo al barbecue con rosmarino, lapsang e dragoncello;

Rollè di coniglio ripieno di funghi, tartufo nero, fungo cardoncello e olio al prezzemolo; Mousse al caramello, polvere d’arancia bruciata e salsa al liquore alle erbe; Piccola pasticceria.

Il costo è di € 180 a persona bevande escluse; abbinamento vini 70€.

 

Cantine Milano – Via Traù 1 – tel. 02.66802819
Mancava a Milano un locale come questo che offre la possibilità di scegliere prima il vino e poi si abbina il piatto giusto. Una straordinaria e innovativa idea che poteva avere solo chi sognava di creare qualcosa di unico nella città che può essere ritenuta punto di riferimento nazionale della ristorazione di qualità, dove tutto deve essere esempio di gusto ed eleganza. Cantine Milano, ideata dai fratelli Altieri, giovani pugliesi ormai milanesi, ne è un esempio anche nella proposta di una cucina mediterranea che è ben presente nel cenone di fine anno. E, addirittura con due menù, di terra e di mare.
Il menù di terra accoglie l’ospite con la flute di benvenuto e Amuse bouche a sorpresa dello chef; due antipasti e cioè Uova CBT con perlage di tartufo su fonduta di Parmigiano stagionato e chips di cavolo nero e Guancetta di black angud CBT al Barolo “cottura 24 ore” su cremoso di patata a profumo di timo; due anche i primi: Ravioli ripieni al brasato di manzo con demi-glace al tartufo, asparagi e burrata di Andria nonché Risotto Carnaroli con crema di cime di rapa AOP con gocce di cioccolato fondente di Modica; Faraona con jus di manzo al Parmigiano 24 mesi con spinacino sautè e quenelle di zucca arrosto come secondo e poi il Cotechino con lenticchie 2.3 come buon augurio e Il Passito di Falanghina e Pudding di panettone al mascarpone e cioccolato con salsa al caramello salato .
Tutto al costo di 140 € a persona.
Per il menù di mare, dopo il flute di benvenuto e amuse bouche a sorpresa dello chef si passa agli antipasti (Involtino di sgombro al vapore con burrata di Andria, petali di cipolla fermentata e insalatina di puntarelle nonché Cuore di carciofo CBT e gambero croccante con spuma di ricotta fresca profumata al lime; Lo spaghettone alle vongole veraci con Piennolo giallo del Vesuvio al profumo di limone come primo, seguito dal secondo che è Cod-fish 71 in oliocottura su specchio di zucca arrosto e spinacino AOP; si conclude con Il Passito di Falanghina e il Pudding di panettone ripieno di crema al mascarpone e cioccolato con salsa al caramello salato.


Classico – Via Marcona 6 – tel. 02.49449135
Diciamo che il “sottotitolo” è trattoria contemporanea & cocktail bar creata dalla famiglia Murray ma con una proposta di cucina caratterizzata dall'impronta mediterranea dello chef Massimiliano Ciocchetti. Un concept in grado di coniugare il gusto per la buona cucina, l'atmosfera conviviale e la passione per i drink e i cocktail, all'interno di una location elegante e raffinata che per la cena del 31 dicembre propone Pane croccante, lenticchie e spuma di cotechino unitamente ad un cocktail di benvenuto ideato dal barman del locale. Si entra nel clima di fine anno con Catalana tiepida di gamberoni rossi Carabineros e si prosegue con Tartare di manzo “Presidio Slow Food”, midollo di vitello alla brace e tartufo nero; Millefoglie di pasta fresca, ricciola bisque e besciamella agli agrumi; il Signor Filetto di Fassona Piemontese alla Wellington; Sfera di cioccolato di Valrhona, pandoro, spuma di mascarpone e ristretto al rum e si conclude con caffè e bocconcini di panettone artigianale. Ogni due persone viene omaggiata una bottiglia da scegliere tra Refosco o Pinot Grigio “Borgo Stajnbech”.
Il costo è di 100 € per persona compreso acqua, pane e servizio.

 

 

Cocciuto – Via Bergognone 24 – tel. 02.36528327
Partiamo dalla sede dove è nato il brand che poi ha aggiunto i locali di via Passeroni 2 e via Melzo 16, praticamente nel centro di Milano.
Per fine anno questo brand ha studiato un menù che comincia con il calice di benvenuto di Prosecco e prosegue con tre antipasti (Insalata russa fatta in casa con bottarga di muggine, Gamberi gobetti del Tirreno in frittura leggera con emulsione al lime, Julienne di seppia mediterranea olive taggiasche liguri datterini confit capperi di Pantelleria), il trittico di pizze gourmet (Spicchiata di pizza carbonara con uovo contadini guanciale di Cinta senese pecorino sardo pepe di Sarawak olio extravergine monocultivar Tonda Iblea e cerfoglio, Spicchiata di pizza con gamberi rossi di Mazara del Vallo stracciatella pugliese km0 datterino al forno zest di limone Costa d’Amalfi colatura di alici di Cetara olio extravergine monocultivar Tonda Iblea finocchietto selvatico, Spicchiata di pizza con carne salada del Trentino emulsione di salsa verde funghi champignon tartufo nero di Norcia olio extravergine monocultivar Tonda Iblea cerfoglio), Panettone artigianale con crema mascarpone e Grand Marnier, lo spuntino di mezzanotte (cotechino lodigiano e lenticchie di Castelluccio e calice di Champagne), acqua, caffè e coperto incluso, in accompagnamento i vini di Ferro13.
Tutto al costo di 85 €.

 

Daniel Canzian – Via Castelfidardo 7 – tel. 02.63793837
Daniel è l’alfiere di quella che lui chiama “cucina italiana contemporanea”, così presenta la Guida dei Ristoranti 2023 Gambero Rosso, questo cuoco intelligente e in continua evoluzione visto il continuo sfornare di idee e proposte sempre appetitose e la possibilità di vederlo all’opera nel suo bel locale con cucina aperta. Per il cenone di San Silvestro la sequenza è Chicche e bon bon di apertura; Cialde di mais al foie gras e mele cotte; Tartelletta al grano saraceno, caviale ed erba cipollina; Uovo alla Pavese; Insalata di rinforzo, scampi reali e tartufo nero; Tortelli di fagiano in salsa al foie gras e cime di rapa; Rombo gratinato alla moda di Auguste Escoffier; Nocetta di vitello in salsa di ribes, rafano e mele cotogne; Meringata natalizia; Souffle’ alle arance arrosto, gelato al panettone ed infine, visto il periodo, rinforzino di lenticchie, cotechino e cren.
Il costo è di 180 € a persona che arriva a 250 € con l’abbinamento di 4 vini a calice:
Franciacorta selezione JRE cuvee n. 6 riserva 2008; Monteriolo 2018 azienda agricola Coppo;
Kairos 2017, azienda agricola Zyme’; Muffato della sala 2018, azienda agricola Antinori.

Poi c’è la proposta di menù San Silvestro 2022 a casa tua cliccando qui.
Con servizio del caviale: pan brioches, burro alla maitre d’hotel, caviale, pane sfogliato al mais, uova barzotte alla mimosa, panna cotta al limone ed erbe fini nonché Salmone marinato, dolce forte di pere; Insalata russa di San Silvestro; Terrina di fagianella al foie gras, pan di zucca; Parmigiana di patate, carciofi e pecorino ; Cappelletti tradizionali in brodo di cappone aromatizzato agli agrumi; Astice in umido profumato con melagrana e clementine; Cotechino, lenticchie e composizione di verdure stagionali al forno; Tiramisù al panettone.
Costo 110 € a persona.
I vini in abbinamento consigliati su Emporio DanielCanzian sono Champagne premier cru brut “selection famille Troisgros” maison Duval Leroy; Macerato azienda agricola Due Valli 2019; Franciacorta rose’ “artio 2017” azienda agricola Le Marchesine; Ferrari Perle’ 2016 per le bollicine.

Muller Thurgau azienda agricola Kurtatsch; Soave superiore “Runcata” azienda agricola Corte Giacobbe; Domaine de la vougeraie Monopole per i bianchi.

Aglianico “Antelio” azienda agricola Camerlengo 2016; Buttafuoco storico 25 anniversario limited edition millesimo 2016; Pomorosso azienda agricola Coppo per i rossi.

 

Identita’ Golose di Milano– Via Romagnosi 3 – tel. 02.23668900 
Per dare il benvenuto al nuovo anno, lo slogan di Identità Golose è “Identità in festa” che accompagna con il sontuoso cenone che inizierà prima della conclusione dell’anno e finire con il benvenuto al 2023. Il menù è di quelli studiati in tutti i particolari dallo chef Edoardo Traverso, con i giusti abbinamenti cibo-vino. Si comincia con Cannolo e baccalà mantecato; Ostrica, aria di cetriolo e finger lime; Sablé breton, burro montato ai datteri e acciughe del mar Cantabrico; soufflè di patate e caviale; Scampo, gambero rosso, maionese ai crostacei e olio al basilico e arriva il primo vino, Franciacorta docg Non Dosato di San Cristoforo. E’ il momento del primo, Bottone di pasta fresca ripieno di granchio e olio al dragoncello insiema al calice di Chablis Montmains 1er Cru “Les Butteaux” di E.A.R.L. George; il secondo è la Ricciola, emulsione di mare, lampone e cime di rapa accompagnato dal calice di Woodcutter’s Blanc Barossa Valley di Torbreck e si conclude con Panettone, cotechino e lenticchie e il brindisi di mezzanotte con Champagne Ruinart Blanc de Blancs.
Il tutto con 240 € a persona, vini inclusi.

 

Il Giardino di Giada – Via Palazzo Reale 5 – tel. 02.8053891
Ristorante storico cinese di Milano dove è possibile scoprire i sapori della Cina più autentica attraverso i piatti della tradizione di quel paese. Così, per festeggiare l’arrivo del nuovo anno, la signora Carmen che 42 anni fa ha aperto questo ristorante praticamente all’ombra della Madonnina, propone un menu tra antipasti (gamberi saltati, pollo ruspante, polipo ai cinque aromi, fagiolini conditi con zenzero), dim sum (shuijiao ravioli di gamberi e mais, involtino primavera, toast di gamberi), zuppe (agropiccante con frutti di mare e zuppa di fegato di vitello con funghi misti), primi (riso saltato alla yangzhou e gnocchi di riso cin verdure e carne essiccata, riso saltato con gamberi e ananas e noodles croccante con carne e funghi), secondi di pesce (calamari con zenzero cipollotti, branzino al vapore, branzino in salsa agrodolce, gamberoni al vapore con salsa di soia), secondi di carne (filetto di manzo con pepe nero e manzo sa-cha alla piastra oppure saltato con ananas, pollo ruspante cotto in terracotta oppure in agrodolce, anatra pechinese e pancetta del poeta) per concludere con verdure tipo taro stufato con funghi misti, broccoli o spinaci saltati nonché cavolo di Shangai saltato.

 

Particolare – Via G. Tiraboschi 5 – tel. 02.47755016
E’ veramente un locale particolare questo ristorante dotato di un suggestivo giardino interno riscaldato in una location elegante e arredata con uno stile che ricorda gli anni 50-60. Mentre lo chef Andrea Cutillo è impegnato a trasmettere agli ospiti quel “particolare” unico e indimenticabile di una cucina in grado di lasciare il segno. Come il menù che propone per la cena del 31 dicembre: Amuse bouche e flute di benvenuto, Ostrica fin de clair alla griglia salsa d’ostrica prezzemolo e porro fritto, Polpo alla luciana crema di patate e pimenton. Tartare di manzo pomodorini semo dry stracciatella e basilico, Gyoza di patanegra soia salsa di peperoni, Risotto al parmigiano pesto in polvere creme fraiche carbone vegetale e gamberi, Sashimi di salmone affumicato a freddo yogurt caviale di aringa e acetosa, Petto di anatra moulard coste, lamponi e maldon affumicato, Tiramisù, Cotechino di mangalica e lenticchie.
Acqua, caffè e coperto inclusi, vini esclusi, a 90 euro per persona.

 

Sadler - Via Ascanio Sforza 77 tel. 02.58104451
Duplice proposta di Claudio Sadler tra il Ristorante Sadler e la Trattoria moderna Chic’n Quick per aspettare la mezzanotte e celebrare l’arrivo del nuovo anno in maniera speciale con piatti e abbinamenti unici per sorprendere gli ospiti dall’antipasto al dolce.
Queste le proposte di menù per i due ristoranti.
Chic’n Quick (tel. 02.89503222): Ostrica crescione caviale e rafano; Ceviche di gamberi, ricciola, capasanta e vinaigrette di agrumi; Quaglietta in carpione dolce e tiepido con polentina tartufata; Carciofo alla brace con astice e pesto; Cappuccino di brodo di cappone e tartufo nero con tortelli classici; Cotechino vaniglia Marco D’Oggiono con zabaione al Marsala e purè di ceci; Dolce al mandarino, Veneziana di fine anno.
Costo, 100 €., bevande escluse, abbinamento vini selezionati dal sommelier 50 €.
Il menu di capodanno del Ristorante Sadler (foto 2): Cocktail di ostriche caviale cocco e lime, Insalata di scampi con vinaigrette al gorgonzola zucca vaniglia e topinambur, Carciofo alla Giudia con spuma al dragoncello, Zuppa di cannolicchi con fagioli di Controne crescione e tubetti di farina di castagne, Garganelli con ragù di cotechino lenticchie curry e lattuga stufata, Rollè di gallina faraona con funghi trombetta Asiago spuma di patate e tartufo nero pregiato, Semifreddo al torroncino con cioccolato e pistacchio, Veneziana di fine anno.
Tutto al costo di 280 € per persona, bevande escluse e abbinamento vini selezionati dal sommelier € 70.


Grundig
Questa è veramente un’idea unica e al tempo stesso geniale del team del marchio storico nel mondo degli elettrodomestici, che da sempre si propone di migliorare la qualità della vita delle persone con l’innovazione tecnologica, promuovendo il rispetto di tutte le risorse del pianeta e divulgando buone pratiche. Così, in un momento dell’anno in cui festeggiare significa soprattutto stare insieme attorno a tavole imbandite, Grundig incoraggia ad avere un atteggiamento più responsabile dando alcuni preziosi per gestire al meglio gli avanzi, coinvolgendo uno dei massimi specialisti in materia di lotta allo spreco alimentare, lo chef Massimo Bottura che per chiudere l’anno trascorso e aprire il nuovo in bellezza, fa vedere come trasformare gli avanzi dei piatti della tradizione delle feste in nuove e prelibate ricette. E, quindi, Cotechino e lenticchie, Faraona arrosto, Bollito e Panettone con la ricetta di Bottura che parte da una sfoglia base per ravioli – un uovo per ogni etto di farina – per realizzare ripieni eccezionali con un impasto di lenticchie e cotechino e un’aggiunta di fagioli e lambrusco. La stessa sfoglia potrà essere utilizzata per preparare anche tortellini ripieni del bollito delle feste, tritato e arricchito con ingredienti semplici come sedano, cipolla, carota e timo; serviti nel brodo di cottura sono il classico “cibo per l’anima” del dopo festa. A conclusione, Massimo racconta una delle sue ricette iconiche, il soufflé di panettone con cioccolato bianco: tolte uvetta e canditi, basterà tagliare a cubetti e tostare in padella, per qualche minuto, il panettone avanzato che sarà poi dato in pasto al frullatore insieme a 4 tuorli, 50 grammi di zucchero semolato e 60 g di cioccolato bianco fuso (per 200 g di panettone) fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso; gli albumi montati a neve a parte,
saranno da incorporare successivamente. L’ultima mossa è quella di riempire gli stampini infarinati e imburrati per ¾ e cuocerli a 180 °C - magari in forno Grundig – per 7 minuti. I soufflé devono essere serviti caldi, con una consistenza cremosa.

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
“1000 MIGLIA CHARITY 2021” PER LA RICERCA UN’ASTA CALVISIUS CAVIAR
C’è tempo fino a mezzanotte di lunedì 28 per fare del bene e, contestualmente, conquistare una preziosità gastronomica che sarà ancora più pregiata per come sarà utilizzato il ricavato della vendita all’asta.... Leggi di più
LE DONNE DEL VINO A COLLISIONI 2018: “BIODIVERSITÀ E VIGNETI STORICI”
A Barolo una degustazione di 8 produttrici che ha coinvolto un pannel internazionale di importatori, giornalisti e wine educator del Progetto Vino. Le Donne del Vino sono tornate a Barolo, per Collisioni 2018, con una n... Leggi di più
VITISOM. STARE DALLA PARTE GIUSTA: VITICOLTURA SOSTENIBILE
Soluzioni innovative in grado di ottimizzare tempi e risorse e di garantire rispetto dell’ambiente come alleati nella lotta ai cambiamenti climatici. Un futuro non troppo lontano, tanto che l’Italia punta ad ... Leggi di più
CHALLENGE DEI FORMAGGI DI MALGA | IL VINCITORE | L’ASTA DEI FORMAGGI
A FORMANDI, la rassegna di formaggi di Malga della montagna friulana, tenutasi lo scorso dicembre nel comune di Sutrio, in Carnia, hanno partecipato 24 malghe della Carnia. Per l’occasione son state degustate il me... Leggi di più
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: PINOT BIANCO BRUT NATURE MIRABELLA
Alessandro Schiavi, enologo di Mirabella, cantina spumantistica franciacortina, ci ha presentato, in un incontro su piattaforma zoom organizzato dal proprio ufficio stampa, Pinot Bianco Brut Nature (foto 1), raro esempio... Leggi di più
CARBONARA CON TUORLO CREMOSO AL TARTUFO E GAMBERI
JOŠKO GRAVNER: IL VINO IN ANFORA DAL COLLIO ALLA GEORGIA
Sabato 29 agosto a Mezzocorona (Trento) Joško Gravner (foto 1)dialogherà con il coordinatore nazionale di Slow Wine Fabio Giavedoni. La Georgia, repubblica caucasica dalle imponenti catene montuose, crocevia di c... Leggi di più
BAR BOON BAND A GORILLA GALLERY
Nello Spazio Atelier di Corso Como 5 a Milano la BBB suonerà in occasione degli eventi Gorilla Gallery organizzati da Lush per il lancio della nuova campagna https://www.facebook.com/events/486039961734712/
Gorilla is ho... Leggi di più
“THE FAMILY, RISTORATORI UNITI PER TE”, PORTA A CASA GLI INGREDIENTI PER PREPARARE QUALSIASI PIATTO
Quando apriranno i ristoranti a Milano? Una domanda da risposta difficile, visto che qui il covid-19 è ancora in giro e tra alti e bassi, non sembra che abbia tanta voglia di andarsene. E, così, il decisore politico &nda... Leggi di più
EUROPA, DOVE LA QUALITÀ È DI CASA | I VINI ALTOATESINI (1/2)
I prodotti dell'Alto Adige sono a tutti noti per l’elevato profilo qualitativo e la genuinità. Alcuni di questi sono contraddistinti dai marchi di qualità europei che permettono ai consumatori di risalirne all&rsqu... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.