20giu 2017
HABERLE PINOT BIANCO DELLA TENUTA ALOIS LAGEDER
Articolo di: CityLightsNews

L’HABERLE Pinot Bianco è un vino prodotto dalla Tenuta Alois Lageder - azienda vitivinicola a conduzione familiare oggi punto di riferimento nell’evoluzione qualitativa enologica dell’Alto Adige - in cui s’intersecano fattori geologici, microclimatici e culturali molto diversi fra loro. Le sue uve, infatti, provengono in parte dal vigneto Haberle di Pochi di Salorno della Famiglia Schmid, da ormai quaranta vendemmie conferitori della Tenuta Alois Lageder, che si trova sul versante orografico sinistro della Valle dell’Adige. L’altra parte delle uve proviene dai vigneti di Penone, sul lato opposto della valle, poco sopra il paese di Magrè. Entrambi gli appezzamenti si estendono a circa 500 metri di quota, e offrono condizioni ideali per questo vitigno.

La 2015 è stata una buonissima annata in Alto Adige per il Pinot Bianco, che ha raggiunto un’ottima maturazione dell’uva e che ha portato quindi vini fruttati e pieni. Inoltre, grazie alle fresche notti del mese di settembre, troviamo nel bicchiere eleganza, freschezza e una bella acidità.

Affinato in parte in acciaio e in parte in botte grande per circa nove mesi, il 2015 HABERLE Pinot Bianco si presenta al naso leggermente aromatico, fruttato, con note minerali, qualità che si accompagnano, in degustazione, a struttura, eleganza, rigore e freschezza.

A proposito della Tenuta Alois Lageder

L’azienda di famiglia Alois Lageder è oggi sinonimo di qualità ed eccellenza nella tradizione enoica altoatesina. Il suo approccio olistico e sostenibile si rispecchia nell’attività vitivinicola biologico-dinamica e nelle molteplici attività artistiche e culturali che costituiscono fonti d’ispirazioni per la Tenuta. Fondata nel 1823 e guidata oggi dalla quinta e sesta generazione Alois Lageder e Alois Clemens Lageder, l’azienda spicca per la sua capacità di fondere tradizione e innovazione. Oltre a gestire i vigneti di proprietà, coltivati con metodi biologico-dinamici su una superficie di circa 50 ettari, l’azienda collabora da decenni con viticoltori provenienti da diverse zone dell’Alto Adige. In questo modo nascono vini che sono veri ambasciatori della loro terra d’origine, rispecchiandone la diversità e la varietà dei vitigni. L’orientamento ecocompatibile seguito in agricoltura trova realizzazione anche nella costruzione della nuova cantina che - inaugurata nel 1995 - ha dato una spinta decisiva all’architettura sostenibile in Alto Adige.

Per maggiori informazioni, visitare il sito www.aloislageder.eu

1

Articoli Simili
I più letti del mese
RISTORANTE TANCREDI: IL LAGO E IL MEDITERRANEO, INTRECCI ELEGANTI E GOLOSI
Il ristorante Tancredi  a Sirmione, sul lago di Garda ha riaperto nella tarda primavera dopo un importante restyling e tante novità.   Non poteva che sorgere in uno dei luoghi più suggestivi del lago di Garda, davanti ... Leggi di più
RAB, BAR SOCIALE DOVE LAVORANO RAGAZZI DIVERSAMENTE ABILI
Rab, è un luogo di aggregazione; potremmo definirlo un bar sociale, un caffè letterario, dove lavorano ragazzi con disabilità intellettive e volontari dell’associazione Cooperativa Sociale Baracca Onlus  con l'obie... Leggi di più
5 +2 DELIVERY PER SAN SILVESTRO /CAPODANNO 2020
Vi proponiamo una piccola selezione di delivery per la cena si San Silvestro/Capodanno   Cibario Cibario propone una carta pensata per capodanno (foto 2) in cui scegliere tra antipasti quali Capesante gratinate con p... Leggi di più
VIGNETI APERTI IN PIENA SICUREZZA: IL CALENDARIO
La lotta contro Covid continua e il MTV (Movimento turismo del Vino) non sta a guardare così che oltre a confermare gli appuntamenti storici con Cantine Aperte e Calici di Stelle, propone una novità, Vigneti Aperti. &ld... Leggi di più
INTERVISTA A DOMENICA PACE SCRITTRICE, BLOGGER...
Domenica Pace è autrice, presentatrice d’eventi e blogger di moda. E’ considerata da numerose case editrici per i premi letterari vinti grazie alle tematiche diversificate affrontate e per il suo stile di scr... Leggi di più
LA SCOPRITRICE DEL BRUCO MANGIA PLASTICA È LA PRIMA DONNA 2017
Federica Bertocchini  scopritrice del bruco mangia plastica è la Prima Donna 2017 Premio Casato Prime Donne 2017 alla biologa Federica Bertocchini e ai giornalisti Pietro di Lazzaro, Stefano Pancera e Vannina Patanè Fe... Leggi di più
MERINGHE O BATH BALLS?
UNIVERSO ASSISI DAL 21 AL 29 LUGLIO: IL FESTIVAL "IN SECRET PLACES"
Universo Assisi dal 21 al 29 luglio: il festival internazionale "in Secret Places" attesi Michael Nyman, Michele Placido e Antonella Ruggiero Universo Assisi 2018 “Universo Assisi – A Festival in Secret Plac... Leggi di più
LO CHAMPAGNE E I PIATTI NATALIZI: SEI PROPOSTE DI ABBINAMENTO
Per quanto lo Champagne sia sempre più destagionalizzato, servito nel corso dell’intero anno, è nel periodo natalizio che si stappano più bottiglie. Sicuramente sono tante le occasioni in cui proporre Champagne per... Leggi di più
CHIARA FERRAGNI INSIEME A NESPRESSO APRE IL SUO TEMPORARY CAFE’ A MILANO
Piazza del Carmine a Milano nel cuore di Brera si tinge di rosa Ferragni, la famosa imprenditrice digitale ha infatti appena aperto Nespresso x Chiara Ferragni Café in collaborazione con l’omonima azienda di caffè.... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.