17nov 2021
FIERA INTERNAZIONALE DEL TARTUFO BIANCO D’ALBA : GLI EVENTI GOLOSI
Articolo di: Laura Biffi

Spettacolo, cultura e divertimento tra cooking show, incontri ed esperienze sensoriali, con un grande protagonista in scena: il Tartufo Bianco d’Alba che incontra le eccellenze della cucina internazionale.

 

Ad arricchire ogni weekend della Fiera Internazionale del Tartufo bianco d’Alba, accanto al Mercato Mondiale del Tartufo Bianco d’Alba, si rinnova anche quest’anno l’appuntamento con l’“Alba Truffle Show”, contenitore dei numerosi eventi – rigorosamente a ingresso contingentato, nel pieno rispetto delle misure anti-Covid, per garantire la massima sicurezza ai partecipanti – che andranno in scena in Sala Beppe Fenoglio, nella prestigiosa location all’interno del Cortile della Maddalena.

 

L’Alba Truffle Show è spettacolo, cultura e divertimento. Dedicati ai veri gourmet, conosciuti con il nome di Foodies Moments, i cooking show dell’Alba Truffle Show celebrano il matrimonio tra la grande cucina e il Tartufo Bianco d’Alba; tra gusto, lusso e bellezza, guidando il pubblico all’interno delle cucine stellate – alternate ai fornelli dei cuochi di Langhe, Roero e Monferrato – alla scoperta dei segreti dei più quotati chef di livello nazionale e internazionale che, per l’occasione votano il loro estro a piatti cuciti su misura per il Tartufo Bianco d’Alba.

 

Ricchissimo il calendario degli eventi, con doppio appuntamento ogni sabato (alle 11.00 e alle 18.00) e alla domenica (alle 18.00): a deliziare i partecipanti pensano gli chef Gabriele Boffa, Federico Gallo, Davide Caranchini, Pasquale Laera, Giancarlo Morelli, Riccardo Bassetti, Giuseppe Iannotti, Luca Zecchin, Ugo Alciati, Matias Perdomo, Flavio Costa, Andrea Larossa, Ivano Ricchebono e Federico Belluco, Federico Zanasi, Davide Rangoni, Davide Palluda, Stefano Sforza, Paolo Griffa, Walter Ferretto, Fabio Pisani e Alessandro Negrini, Damiano Nigro, Eugenio Boer, Luigi Taglienti, Marco Sacco, Michelangelo Mammoliti, Enrico Marmo, chiudendo con Christian e Manuel Costardi.

 

Ad accogliere gli ospiti dei Foodies Moments, il benvenuto offerto dal Consorzio Alta Langa DOCG, official sparkling wine della Fiera Internazionale del Tartufo Bianco d’Alba. Ad accompagnare il calice di Metodo Classico, a tutti i partecipanti il Consorzio di Promozione e Tutela del Prosciutto Crudo di Cuneo DOP, rinnovato partner della Fiera anche per l’edizione 2021, propone un assaggio di questa eccellenza piemontese. Il Prosciutto Crudo di Cuneo DOP é protagonista, inoltre, dei Laboratori del Gusto insieme al pane GranoPiemonte (a cura di Confartigianato Cuneo), alla Nocciola Piemonte IGP delle Langhe (a cura dell’Ente Fiera della Nocciola e Prodotti Tipici dell’Alta Langa) e alla Birra Menabrea, proposta in abbinamento ai migliori formaggi Botalla (a cura del birrificio Menabrea). Ogni cooking show è tradotto in lingua inglese per consentire al pubblico internazionale di partecipare a questa occasione immersiva nel mondo dell’alta cucina.

 

Sul fronte vinicolo, immancabile l’appuntamento con la Wine Tasting Experience®, organizzata in collaborazione con “Strada del Barolo e grandi vini di Langa”: un’originale formula di degustazione dedicata alla scoperta dello straordinario patrimonio vitivinicolo del territorio, fra cui spiccano i vini rossi dal lungo affinamento, alfieri dell’enologia italiana nel mondo. Ogni weekend, enologi e sommelier di grande esperienza guidano i partecipanti in un viaggio tra le varietà di vini ed etichette del territorio, svelandone caratteristiche e curiosità. Le Wine Tasting si tengono in lingua italiana e inglese ogni sabato e domenica, alle 15.30 e alle 17.30.

 

Tra le conferme di quest’anno, i sabati in calendario rinnovano l’appuntamento con l’Atelier della Pasta Fresca, il laboratorio per apprendere i segreti relativi alla lavorazione di una specialità che è molto più di un alimento: l’antico rito tramandato di generazione in generazione, un tempo momento di festa e convivialità e oggi sinonimo di raffinatezza, rivive grazie a “I Tre Chef”, Albagnulot & Co. – curato da Fulvio Siccardi – ogni sabato alle ore 15.00.

 

Assoluta novità di quest’anno, la proposta dei Creative Moments che vedrà la Città di Alba – insieme a Bergamo e Parma, le tre italiane Creative Cities Unesco per la Gastronomia – protagonista, attraverso un gemellaggio con le altre città che condividono questo titolo in tutto il mondo: un nuovo modo di incontrarsi e di progettare insieme il futuro, creare e contaminare, entrando l’uno nella cultura dell’altro con cooking show esclusivi per il pubblico della Fiera del Tartufo, prenotabili ogni domenica, godendo dei percorsi esperienziali pensati per permettere ai visitatori di compiere un viaggio tra i sapori di tutto il mondo. Si comincia con Satoshi Saito (Città Creativa UNESCO Tsuruoka – Giappone), quindi María Fernanda Buzzeta (Città Creativa UNESCO Portoviejo – Ecuador), poi Süleyman Demirel (Città Creativa UNESCO Hataj – Turchia) e John Brand (Città Creativa UNESCO San Antonio - Stati Uniti d'America), ancora Angela Sicilia (Città Creativa UNESCO Belém – Brasile), quindi Georgia Joufflineau (Città Creativa UNESCO Paraty – Brasile), Michel Illera Mackoll (Città Creativa Unesco Popáyan – Colombia), Diana Cervera Navarro (Città Creativa UNESCO Dénia – Spagna) e infine Jose Luis Garcia Rincón (Città Creativa UNESCO Burgos – Spagna).

 

Tre serate eccezionali, in uno scenario fuori del comune, per gustare al meglio sua maestà il Tartufo Bianco d’Alba, proposto da chef di fama internazionale: sono le Cene Insolite servite al termine di una visita guidata della location scelta per ospitare questa incredibile esperienza gourmet. La prima data, venerdì 22 ottobre presso il Teatro Sociale “G. Busca” di Alba, è stata sold out: protagonista di serata, lo chef Giuseppe Iannotti Krug Ambassador, che dopo gli studi in Ingegneria informatica si è dedicato alla cucina, portandolo nel 2011 a inaugurare una masseria di famiglia appena fuori Telese, l’attuale Krèsios, cornice oggi di un ristorante gourmet, dotato di alcune eleganti camere.

 

Anche il secondo appuntamento di venerdì 29 ottobre è stato un successo, questa volta con lo chef Matias Perdomo. Uruguaiano classe 1980, partito con la gavetta in una piccola rosticceria cilena, è diventato primo chef del ristorante milanese Al Pont de Ferr, guadagnando la prima stella Michelin nel 2011. Nel 2015, ha aperto a Milano il suo ristorante, Contraste, insieme ai compagni di avventura Thomas Piras e Simon Press.

 

Ultimo evento, venerdì 26 novembre, al Castello di Perno, la Cena Insolita curata dallo chef Luigi Taglienti, la cui cucina si basa sull’intuizione, sulla sensibilità e sulla capacità di leggere la materia prima con l’aggiunta dell’utilizzo della tecnica per arrivare a un’idea finale. Teatro di questa esperienza, il maniero che fu sede della casa editrice Giulio Einaudi e residenza di lavoro per i suoi scrittori. ( Foto 1,2,3 )

1

2

3

4

Photo Credits

Photo 1 : Giorgio Perottino Getty Images
Photo 2 : Giorgio Perottino Getty Images
Photo 3 : Giorgio Perottino Getty Images
Photo 4 : Giorgio Perottino Getty Images
Articoli Simili
I più letti del mese
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: I VINI COLOSI CHE SANNO DI MARE
Pietro e Marianna Colosi delle Cantine Colosi, hanno presentato in un incontro su piattaforma zoom organizzato dall’agenzia di servizi Maurizio Rocchelli, i vini eoliani Secca del Capo e Salina Rosato (foto 1).Piet... Leggi di più
DOVE UN TEMPO C’ERA UN CASTELLO | PODERE CASALE
Il Gutturnio è stato il primo vino piacentino a ricevere la denominazione di origine controllata.  Abbiano scoperto la versione di Podere Casale.  Un vino di carattere, di piacevolissima beva. Si produce anche, solo in ... Leggi di più
LE NUOVE PRELIBATEZZE LONGINO&CARDENAL | ECCELLENZE DAL MONDO
Logino&Cardenal è una società di importazione e distribuzione di alimentari di alta qualità destinati alla ristorazione, conosciuta da tutti gli intenditori. Il catalogo che illustra prelibatezze da tutto il mondo, è in ... Leggi di più
 CAPODANNO CINESE A MILANO, L’APPUNTAMENTO DA NON PERDERE
Il Capodanno cinese è ormai entrato, possiamo dire nella “toponomastica” dei festeggiamenti italiani, specialmente a Milano dove, il 25 gennaio, è diventato un appuntamento sempre più popolare, visto che tutt... Leggi di più
NUOVI ORIZZONTI PER POKE HOUSE: CHIUDE UN ROUND SERIE B DA €20 MILIONI
Poke House, ( ne abbiamo parlato qui ) il brand leader del poke in Europa, annuncia il perfezionamento di un round di finanziamento serie B da €20 milioni guidato da Eulero Capital, con il sostegno di FG2 Capital e ... Leggi di più
I GIOIELLI ITTICI DELL’ALASKA IN VETRINA A IDENTITÀ GOLOSE
I gioielli ittici dell’Alaska in vetrina alla XIII edizione di Identità Golose a Milano, dal 4 al 6 marzo, al MiCo, l’eccellenza della pesca del Pacifico in un elegante e raffinato menù realizzato dallo chef Alessio Taff... Leggi di più
ALTO FERMENTO E LA BIRRA IN OSTERIA | OSTERIA DI PORTA CICCA
La birra artigianale in Italia vanta un’ampia platea di estimatori attenti ai vari stili e a ogni sfumatura aromatica. In questo contesto trova spazio Alto Fermento  progetto che ha per mission la promozione delle ... Leggi di più
IL “PÂTÉ”, E NON “PATÈ”, LINGOTTO DA TAGLIARE. LA RICETTA FRANCESE
QUASI 40 VARIETÀ DI OSTRICHE A CASA CON I LOVE OSTRICA
L’Italia è un paese tra i più ricchi di risorse enogastronomiche e questo ci rende molto felici di essere italiani e in Italia risiedere. Però come italini non nutriamo un grande interesse per le ostriche. Sino a n... Leggi di più
CRISTINA BIOLLO L’ARTISTA DEL VEGETARIANO
Abbiamo incontrato Cristina Biollo (foto 1) in occasione dell’inaugurazione del suo negozio milanese per il format Artisti del Vegetariano (foto 2). I prodotti esposti, ovviamente vegetariani, hanno un aspetto molt... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.