16gen 2022
COMPLEANNO EATALY MILANO
Articolo di: Michele Pizzillo

Tutto ebbe inizio nel gennaio del 2007, partendo da Torino, da quello che era stato l’opificio dove si producevano alcune grandi glorie italiane come i vermouth di Carpano, scelto da Oscar Farinetti per aprire il suo primo Eataly. Senza dubbio il posto ideale per cominciare a raccontare storie con protagonisti produttori, luoghi, tradizioni e prodotti enogastronomici italiani, in una parola la nostra biodiversità, avrebbe successivamente evidenziato l’ideatore di questa avventura che poi è stata anche esportata in 16 paesi del mondo molto diversi dall’Italia come, per esempio USA, Giappone, Russia, Turchia, Medio Oriente.
Torino è stata la “culla” di Eataly però, per festeggiare il 15mo anniversario, il team di Eataly ha scelto Milano, città che è diventata punto di riferimento dell’enogastronomia italiana. E, così, uno fra gli Eataly più originali, anche se nato dopo, Smeraldo di Milano (teatro trasformato in un grande mercato alimentare, dove si può anche mangiare), è stato scelto per ricordare i primi 15 anni del concept ideato da Farinetti. Tant’è che dal 20 al 30 gennaio, Eataly Milano Smeraldo offrirà ai propri clienti numerose opportunità per conoscere ancora meglio i prodotti iconici della tradizione enogastronomica italiana con la presenza, nei singoli negozi, dei produttori che offriranno degustazioni, racconto del prodotto e occasioni di didattica e, contestualmente, chef rappresentanti di tradizioni e nuove tendenze, con tre appuntamenti, che interpreteranno le migliori materie prime di Eataly. Sicuramente dieci giorni speciali anche per i bambini con quelli fino a 6 anni di età che saranno ospiti di Eataly con menu dedicati a loro. Gran finale, poi, domenica 30 gennaio, con la possibilità di accompagnare pranzo e cena con il Tiramisù Eataly che verrà proposto in offerta libera (a partire da 2 euro): tutto il ricavato verrà devoluto al progetto “Orti in Africa” della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Onlus. E, ancora, il Bar Lavazza al piano terra dello store, proporrà speciali aperitivi con dj set e cocktail firmati da grandi brand come Campari, Gin Malfy ed Engine, comodamente seduti al tavolo.
Le cene in programma sono tre.
Si comincia giovedì 20 gennaio, con la cena d’autore firmata da Riccardo Forapani del ristorante Cavallino di Maranello, locale nato dall’incontro di Ferrari con Massimo Bottura per celebrare la tecnologia, l’artigianalità e l’offerta di qualità dell’Emilia Romagna. Forapani, inoltre, è un allievo storico di Bottura e in questa occasione presenterà cinque portate all’insegna della territorialità e del gusto.
Domenica 23 gennaio la cena d’autore sarà firmata dai fratelli Cerea del ristorante Da Vittorio a Brusaporto, con un imperdibile menu degustazione di 6 portate. Sarà un'occasione unica per provare la cucina di uno dei migliori ristoranti italiani emblema di eccellenza della ristorazione e nell’accoglienza. Ad ogni piatto verrà abbinato un vino della cantina di Eataly.
Martedì 25 gennaio, invece, si avrà la possibilità di “incontrare” il meglio della Sicilia. La cena d’autore, infatti, porta la firma di Pino Cuttaia. Lo chef bistellato di Licata preparerà un menu degustazione di cinque portate, in cui percorrerà la storia della sua meravigliosa regione. In abbinamento ai piatti, cinque vini siciliani per un viaggio dei sapori della memoria dello chef. L’evento è una cena placée ai tavoli del ristorante Pianodue di Eataly che, per l’occasione, è dedicato esclusivamente all’evento.
Altre occasioni da non perdere sono, per esempio, venerdì 21 gennaio la cena concerto con il Claudia Cantisani Quintet. Praticamente uno swing d’autore sulle orme dei grandi maestri americani con un concerto che si può godere seduto al tavolo vista palco del ristorante Eataly tra Pianodue o Pizza&Cucina.
Sabato 22, a disposizione dei visitatori ci saranno le migliori bollicine di tutto il mondo, selezionati dai sommelier dell’enoteca dello store, che si potranno degustare nel ristorante Pianodue, accompagnate dalle tapas create per l'occasione dagli chef di Eataly come: Pane Mediterraneo, burro e acciughe di Sicilia; Bocconcini di baccalà impanato nel mais etrusco con salsa aioli; Crema di zucca, salsiccia di Brà e crumble di amaretto; Pane caldo, battuta di Fassona e croccante di cappero; Hummus di ceci con sfoglie calde di mais viola; Cubotto di polenta rustica fritta con
Mercoledì 26 gennaio, con la cena Eataliana, verrà proposto un percorso degustazione dei piatti iconici di Eataly con abbinamento vini, il dj set di Marvino e la musica live dei Mary and The Quants. La serata sarà una celebrazione del nostro Paese con i piatti e i sapori che più caratterizzano la ricca cultura enogastronomica, oltre ai brani e le sonorità italiane degli anni ’50, ’60, ’70 e dei nostri giorni che ci hanno fatto ballare da Trieste in giù.
Giovedì 27 gennaio una serata per celebrare il piatto italiano più amato, la pizza, in tutte le sue forme ed espressione. Con Fulvio Marino e Francesco Pompilio, rispettivamente responsabile delle panetterie e maestro pizzaiolo di Eataly, si potranno scoprire: Focaccia, petalo di cipolla, battuta di Fassona e crema di acciughe, capperi e olive; Pizza al padellino con crema di zucca, taleggio e guanciale croccante; Pizza al padellino con fior di latte, scarola ripassata, pecorino, olive e uvetta; Pizza al padellino con pomodoro, stracciatella, gambero rosso e salicornia.
E, infine, venerdì 28, CenaConcerto con Five Cats play the Fifties, cinque musicisti alle prese con le radici del jazz moderno degli anni ’50, quando il bebop appena nato e la nuova sensibilità cool si incontrano per la prima volta rileggendo i brani dei musical di Broadway e di Tin Pan Alley. La classica formazione del quintetto qui appare in una veste leggermente diversa: la chitarra di Martino Vercesi nella sezione ritmica sostituisce il pianoforte, completano il gruppo Paolo Malacarne (tromba), Gianluca Zanello (alto sax), Giulio Corini (contrabbasso), Matteo Frigerio (batteria).

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
QUATTRO TENDENZE COCKTAIL RIVOLUZIONERANNO IL MODO DI BERE NEL 2018
La mixology che verrà: Diageo reserve world class individua quattro tendenze cocktail. Dai migliori bartender del mondo che rivoluzioneranno il modo di bere nel 2018. La cocktail culture è all’apice a livello inter... Leggi di più
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
DOSSIER NUTRIZIONE E GELATO. IL GELATO È ALIMENTO SANO? FACCIAMO CHIAREZZA
L’IGI – Istituto del Gelato Italiano  è nato nel 1991 voluto dalle industrie gelatiere più intraprendenti ed attente al prodotto, con lo scopo di far conoscere e promuovere il gelato italiano. Nel 1993 l&rsqu... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
SCUOLA LA ZOLLA, MILANO: CROWDFUNDING PER BLOG E BIBLIOTECA DIGITALE
Scuola La Zolla, Milano: Crowdfunding per Zolleggiamo, blog e biblioteca digitale. E’ partita sulla piattaforma Eppela – e terminerà il 18 marzo- la campagna di crowdfunding, lanciata dalla Scuola Cooperativa La Zolla d... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.