08ago 2023
OTTAVA EDIZIONE DI CHEF IN GREEN: IL CÔTÉ ENOGASTRONOMICO DEL GOLF
Articolo di: Laura Biffi

Chef in Green, l’evento di alta enogastronomia ideato da Roberta Candus è protagonista per l’ottavo anno consecutivo dell’estate del golf italiano. Nove tappe che quest’anno includono anche il centro Italia, è la nuova edizione di Chef in Green®, ripartita con un nuovo format, che mantiene però inalterata la filosofia di base: unire il gioco del golf alla buona cucina.


Anche quest’anno, il golf è il pretesto, il fil rouge per fare incontrare – al di fuori della competitività di gare, fiere e rassegne - chef qualificati e l’intero mondo della ristorazione. Tutti riuniti in un’atmosfera rilassata per prendere dimestichezza con uno sport come il golf che naturalmente favorisce le relazioni sociali e che - come in cucina - richiede attenzione e disciplina. Al di là del gioco, intuizione, lavoro di squadra e piacere della sfida assicurano uno stimolante affiatamento fra chef e operatori del settore, creando i giusti presupposti l’opportunità per un reciproco scambio di idee ed esperienze.

 

Un cambio di marcia che Roberta Candus ci confida: “Ripartire vuol dire anche sapersi rinnovare, ricaricarsi, trovare nuovi spunti e nuove attenzioni al mondo esterno, ai mutamenti della vita. Ed è in questa chiave che Chef in Green intende quest’anno ridare slancio al suo format, per suggerire novità che sappiano ispirare gli chef che da tanti anni mi seguono. Una ricerca costante dettata da una curiosità che fa parte del mio essere, del mio carattere” (foto 2).

 

Nove gli appuntamenti del calendario 2023, da giugno a ottobre.

 

Dopo la gara di apertura del 5 giugno al Pelagone Golf di Gavorrano (GR), il 3 luglio è stata la volta del Golf Colline dei Gavi a Tassarolo (AL). Il 24 luglio l’appuntamento è stato sul green del Golf Pordenone di Aviano (PN), il 7 agosto al Golf Club Lanzo d’Intelvi (CO) e il 27 -28 ci sarà una due giorni al Modena Golf & Country Club di Colombaro (MO). In settembre, l’11 al Golf Zoate di Tribiano (MI), il 25 sul campo del Cosmopolitan Golf Club (PI). Tappe conclusive, il 2 ottobre al Lecco Golf Club di Annone di Brianza (LC) e il 14 all’Asolo Golf Club (TV) . Al loro debutto nel circuito ben sei campi da golf: i due della Toscana e della Lombardia, quello piemontese delle Colline del Gavi e, in Friuli, il campo di Pordenone.

 

Ricorrente, ormai da anni, la due giorni in programma a fine agosto nel modenese. Le gare si svolgono in un’unica giornata (ad eccezione della tappa sul campo di Modena), così da dare maggiore dinamicità all’evento. Ogni tappa propone novità, nuovi partner e sorprese per gli chef e per i soci. Molti gli show cooking, le degustazioni e di momenti ludico- didattici di informazione per i soci dei circoli iscritti alla gara e di formazione e gli chef partecipanti.

 

Così da conoscere quali sono le caratteristiche di un particolare ingrediente e quali sono le tecniche di lavorazione, degustare i prodotti ed apprezzarne le caratteristiche in purezza e le diverse interpretazioni di vari chef.

A seconda degli appuntamenti, alcuni chef partecipano solo come giocatori, seguendo in campo i preziosi consigli di golfisti esperti e appassionati, mentre altri si misurano in cucina, con show cooking e cene a più mani per gli ospiti dei golf club. Una formula “mista” che conferma lo spirito di squadra che è alla base della manifestazione. Gli sponsor e i partner L’originalità della formula di Chef in Green consente alle aziende anche una forma originale di promozione: comunicare il prodotto ma anche farlo degustare o comunque illustrarne le qualità direttamente sul “campo”, in collaborazione con grandi nomi della ristorazione. ( Foto 3 )

 

L’edizione 2023 di Chef in Green vede diverse aziende al loro debutto come partner e sponsor. Presenti per l’intero circuito Aquanaria, branzino curato e selezionato, allevato in piccolo allevamenti dell’ Atlantico, che darà alle cene un tocco speciale, a riconferma è una perfetta sintesi di bontà e salute; Felicetti con la sua Monograno, pasta d’alta montagna dal sapore particolare, Star, con alcuni prodotti che possono essere di valido supporto in casa come nella cucina di un ristorante. Oltre ai partner che seguono tutto il circuito, sono presenti in alcuni appuntamenti aziende e realtà che si affacciano con interessanti novità tecnologiche al mondo della ristorazioni, con soluzioni all’insegna della sostenibilità.

 

Fra queste, LongEvo, il primo sistema per la ristorazione di erogazione combinato con la conservazione costante sotto azoto dell’olio. L’idea, rivoluzionaria e innovativa, altamente efficiente e a impatto zero preserva inalterate le qualità organolettiche dell’olio, è il risultato di un percorso di ricerca e sviluppo ideato da Marco Bonsignore, titolare dell’omonima con sede in Sicilia a Selinunte, che da dieci anni produce e commercializza l’olio extra vergine di oliva Kothon bio, estratto a freddo da olive di cultivar Nocellara del Belice. E il Gran Moravia, protagonista di un carrello che farà conoscere le caratteristiche del suo esclusivo formaggio a lunga stagionatura da grattugia o da tavola.

 

Frutto dell’ esperienza e della sensibilità dei casari italiani di grande esperienza, è realizzato artigianalmente da Brazzale, la più antica azienda casearia italiana, ora all’ottava generazione, che ha creato una innovativa filiera agroalimentare in Moravia, la fiabesca ed incontaminata regione agricola che si stende dolcemente tra Vienna e Praga, di cui abbiamo scritto qui.

 

Riconfermati poi alcuni partner storici di alcuni momenti golosi, nonché marchi tecnici come Golf Tek.

 

Show Cooking e cene di premiazione saranno ancora una volta tecnicamente firmati da Zwilling Ballerini che da con la sua linea professionale di pentole e padelle sempre accompagna il successo di Chef in Green e ad ogni incontro assegna prestigiosi premi ai primi tre della categoria chef; Trabo, che mette in palio alcuni “attrezzi del mestiere” dei numerosi marchi che rappresenta in Italia, non ultimo il sifone ISI, molto ambito nel campo della ristorazione professionale; Arcos, prestigioso marchio spagnolo di coltelli; Domo con i suoi pratici contenitori sottovuoto infine Staub con le sue variopinte cocottes e pirofile apprezzatissime da professionisti.

 

Per Chef in Green l’obiettivo è regalare ai partecipanti una vera “green foodemotion” perché il gusto del gioco diventi il gioco del gusto. Il golf è infatti uno sport che richiede grande disciplina e capacità di concentrazione, “ingredienti” che quotidianamente si ritrovano nelle cucine di ristoranti ed hotel. E a cui si aggiunge una certa dose di creatività e la curiosità verso prodotti di aziende affermate e di piccoli produttori.

 

 

 

I prossimi appuntamenti:

 

27 -28 Agosto: Modena Golf & Country Club di Colombaro (MO).
11 Settembre: Golf Zoate di Tribiano (MI),
25 Settembre: Cosmopolitan Golf Club (PI).
2 Ottobre: Lecco Golf Club di Annone di Brianza (LC)
14 Ottobre: Asolo Golf Club (TV) .

 

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
CAPODANNO CINESE AL BON WEI
L’anno della Tigre consolida i legami tra la cucina cinese e l’Amarone della Valpolicella. Infatti, in occasione del capodanno cinese - nel 2022 in Cina inizia l’1 febbraio - che per il loro oroscopo è ... Leggi di più
MALCESINE, BORGO MEDIEVALE COVID FREE DOVE TRASCORRERE VACANZE TRA LAGO E MONTI
Malcesine (foto 1) è un borgo medievale di 3700 abitanti; si trova all’estremo nord della sponda veronese del Lago di Garda, al confine con Trentino e Lombardia. Il centro, che conserva l’impianto urbanistico... Leggi di più
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padell... Leggi di più
A PANTELLERIA NASCE UN PASSITO COLLETTIVO, IL PASSITO DELLA SOLIDARIETÀ| DE BARTOLI
Quest’anno Pantelleria produrrà un esclusivo passito collettivo, il Passito della Solidarietà. De Bartolie Bartoli  è un nome più che famoso nell’ambito dell’enologia pantesca e marsalese, ma non solo p... Leggi di più
LA SOSTENIBILITÀ ATTRAVERSO I VITIGNI RESISTENTI
Nasce la rete di imprese Resistenti Nicola Biasi, sei aziende agricole in sei territori diversi tra Friuli, Veneto e Trentino, guidate da Nicola Biasi, miglior giovane enologo d’Italia per Vinoway e Cult Oenologist... Leggi di più
GOLOSARIA WINE MILANO 23 APRILE 2022: 7 VARIAZIONI DI LAMBRUSCO
L’odierna edizione di Golosaria Wine ha visto la partecipazione di parte dei produttori della regione Emilia Romagna. Hanno presenziato cantine produttrici dei vini Lambrusco, Colli Bolognesi e delle Doc romagnole.... Leggi di più
TORNA IL MERCATINO DI NATALE ALTOATESINO ONLINE DI PUR SÜDTIROL
Un’esperienza di shopping unica per scoprire i sapori e i profumi dell’Alto Adige.   Torna la vetrina virtuale dove i produttori dell’Alto Adige possono presentare le proprie eccellenze. Tante le idee... Leggi di più
L’Aura Ronchi di Brescia IGT 2022, il rosato Noventa
Noventa è un’azienda vitivinicola con sede a Botticino, cittadina nel cuore dell’omonima zona vinicola Doc in provincia di Brescia.   Nata nel 1970, la cantina è proprietaria di 11 ettari vitati disposti a ... Leggi di più
L’ECOSOSTENIBILE NATURÆ GIN FRUCTETUM È IL MIGLIORE GIN ITALIANO?
Naturæ Gin  è un brand che produce gin ecosostenibili ispirati alla natura. Fondato a giugno 2021 da due amici appassionati di gin, Diego Sgarbossa, tecnico dei servizi della ristorazione, e Carlo De Filippo, perito agra... Leggi di più
INSALATA DI BACCALÀ, SEPPIA, NERVETTI E OLIVE DI GAETA
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.