08dic 2021
BIANCO SICILIA DOC 1934 CVA CANICATTÌ
Articolo di: Fabiano Guatteri

Abbiamo degustato Bianco Sicilia doc 1934, bianco della CVA Canicattì, vino di cui non è la prima volta che parliamo in quanto l’abbiamo selezionato come bianco adatto anche ad accompagnare anche piatti di carne come abbiamo scritto qui

 

Ciò che non avevamo raccontato è la storia della denominazione 1934 che è l’anno in cui a un autorevole scrittore siciliano, più precisamente di Agrigento, Luigi Pirandello, fu conferito il premio Nobel per la Letteratura. La data è stata scelta perché vuole essere il simbolo di un percorso di ricerca qualitativa che la Cooperativa, la quale opera in provincia di Agrigento, ha intrapreso da oltre 15 anni.

 

Abbiamo avuto modo di scrivere della Cooperativa presentando alcuni suoi vini qui, e qui

 

Ci limiteremo ora pertanto a ricordare che forte di 300 conferitori si è subito posta come obiettivo la ricerca della qualità intraprendendo un percorso virtuoso. Ciò spiega perché le etichette CVA trovano consenso sia in Italia sia all’estero.

 

 

Bianco Sicilia doc 1934
L’etichetta fa parte della linea Cru della cantina, composta da altri quattro vini tra cui il Nero d’Avola Aynat. 1934 è prodotto con uve grillo e chardonnay equamente rappresentate, coltivate nell’Agro Agrigentino, nei vigneti che circondano il Parco Archeologico della Valle dei Templi. Le uve sono vinificate separatamente: le uve grillo apportano ricchezza olfattiva, mentre lo chardonnay, oltre a un proprio corredo aromatico, conferisce struttura, sostenuta anche dal tipo di vinificazione cui è stato sottoposto.
Le uve grillo dopo la spremitura soffice, fermentano in acciaio mentre lo chardonnay in barrique. Entrambe le partire sono elevate in barili di rovere francese per 8 mesi sur lie. Il vino, dopo l’assemblaggio, affina in bottiglia per circa 12 mesi. Non svolge la fermentazione malolattica.

 

Note Gustative
Nel calice il colore è giallo paglierino che vira al dorato.
Al naso l’impatto è fruttato, si riconoscono frutti esotici come il frutto della passione, ma anche sfumature agrumate, nuance floreali e note vanigliate.
In bocca presenta una ben delineata verticalità sostenuta dalla spalla acida grazie anche alla fermentazione malolattica non svolta; pensiamo che oltre all’acidità fissa, 1934 abbia un ph relativamente basso che giova alla bevibilità e all’eleganza di questo vino dotato di buona struttura con alcolicità ben integrata. Proseguendo nell’analisi gustativa avvertiamo toni minerali. Il finale è lungo.

 

Abbinamenti
Servito a 12 °C accompagna pesci in umido e, grazie alla freschezza, anche fritti di paranza. Si abbina a primi piatti saporiti come la pasta alla Norma o i bucatini all’amatriciana. Si può servire anche con carni bianche come paillard alla griglia o vitello tonnato.

 

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
ARMONIE SENZA TEMPO. ALLA SCOPERTA DELLA LUGANA: UNA DOC PER 5 VARIETÀ
La Lugana o il Lugana? Per definire questo vino sono impiegati entrambi i generi , ma noi siamo fedeli alla scuola che vuole maschili i nomi dei vitigni e femminili quello dei vini, e pertanto scriviamo la Lugana esattam... Leggi di più
FRANCIACORTA IN LOVE | SAN VALENTINO IN CANTINA
Per il terzo anno consecutivo La Montina dedica due interi week end  alle coppie di innamorati in visita alla cantina. Monticelli Brusati – Non il solito San Valentino.  Questa l’idea che sprona da anni la c... Leggi di più
GRILLO AQUILÆ BIO TERRE SICILIANE IGP 2016 CVA CANICATTÌ
Della CVA Canicattì,  Cooperativa agrigentina, abbiamo parlato qui in occasione della degustazione di Scialo Nero D’Avola -Shyrah. Come detto si tratta di una Cooperativa fondata nel 1969. Trecento piccoli produtto... Leggi di più
ARTISTI EMERGENTI CERCASI: LA NUOVA EDIZIONE DEL CONCORSO DELLA CANTINA KALTERN
Aggiornamento giugno 2021 fondo pagina               La Cantina di Caldaro, Cantina Kaltern dà il via alla quarta edizione di kunst.stück, il vino "opera d'arte" la cui etichetta, edizione limitata, è firmata da ... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL 2020. L’OLIO DEI POPOLI
Olio Officina Festival - il grande happening dedicato agli oli da olive e ai condimenti, giunto alla nona edizione - celebra il 60° anniversario della categoria merceologica "olio extra vergine di oliva" e il 10° anno di... Leggi di più
LA MAMMA È SEMPRE LA MAMMA: POT-POURRI
Come festeggiare la mamma in epoca di coronavirus? Ecco alcune proposte   Cominciamo con una golosità   Praline   La Perla Cioccolato Torino L’azienda dolciaria propone per l’occasione un pack limited e... Leggi di più
TERRA GELATO: QUANDO IL GELATO È L’APERITIVO
Terra Gelato ha aperto i battenti nel 2018. E’ una gelateria artigianale in stile contemporaneo e rigorosamente italiano. Contemporaneità che si traduce nel rispetto delle materie prime regionali, selezionate attra... Leggi di più
CASTÈ LIVE A TEATRO CORTE PAGANINI, UN’ESTATE DI EVENTI
La rassegna Castè Live aprirà Lunedì 10 luglio alle 21,30 con “Solisti a Castè” un concerto eseguito da 24 solisti delle più rinomate orchestre italiane, che si riuniranno eccezionalmente in un suggestivo con... Leggi di più
LA CUCINA DI GIACOMO LOVATO ARRIVA A MILANO ALL'ENOTECA REGIONALE LOMBARDA
La scena gastronomica è così caleidoscopica che Milano potrebbe essere soprannominata la “città dell'appetito” perchè dopo Expo - dedicato proprio al cibo - le aperture in generale, e quelle dedicate a gastro... Leggi di più
SLOW COOKER: BRASATO DI MANZO MARINATO AL VINO ROSSO
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.