27ago 2018
GRILLO AQUILÆ BIO TERRE SICILIANE IGP 2016 CVA CANICATTÌ
Articolo di: Fabiano Guatteri

Della CVA Canicattì,  Cooperativa agrigentina, abbiamo parlato qui in occasione della degustazione di Scialo Nero D’Avola -Shyrah. Come detto si tratta di una Cooperativa fondata nel 1969. Trecento piccoli produttori conferiscono le loro uve al progetto comune di dar vita a grandi vini con attenzione ai vitigni autoctoni senza rinunciare all’apporto di qualche vitigno alloctono capace di esprimersi al meglio in terra di Sicilia. Analogamente non c’è nessuna preclusione alle innovazioni tecnologiche, quando sono migliorative.

 

Ciò che cogliamo di questa cantina è la lungimiranza perseguita con prodotti che bene interpretano il gusto attuale, ma soprattutto con la determinazione di dar vita a vini di qualità elevata come Aquilæ Bio Grillo, che nel 2016 al XXIII Concours Mondial de Bruxelles, considerato per l’autorevolezza dei giurati il "Campionato Mondiale dei Vini", ha conseguito la Gran Medaglia d'oro e il titolo di Vino bianco rivelazione così da aggiungere al palmares della Cooperativa un altro qualificante riconoscimento. E se qualcuno, parlando di vini bio, talvolta storce il naso, degustando Aquilæ Bio Grillo deve necessariamente meglio contestualizzare i propri giudizi.

 

E’ un vino bio, ma prima ancora un prodotto autentico con una propria identità territoriale. Le viti grillo, età media 15 anni, sono coltivate ad altitudini comprese tra 200 e 600 metri. Dopo la pressatura morbida il mosto fermenta in vasca di acciaio a 16 °C per 15 giorni. Successivamente il vino affina per tre mesi in vasca e per due mesi in bottiglia.

 

Alla degustazione mostra colore paglierino intenso che vira al dorato con sfumature verdi.

 

Al naso si colgono sentori fruttati di frutta estiva, di pesca, di mela golden, di papaia e nuance agrumate cui si uniscono ricordi di erbe officinali, di melissa, di fiori gialli e una vaga sensazione di resina.

 

In bocca è fresco, e rivela una piacevole sapidità che lo caratterizza assieme alla ben espressa spalla acida cui si uniscono note erbacee di macchia mediterranea; è elegante, armonico, con lungo finale.

 

Si tratta di un vino che ha le caratteristiche per essere longevo, dotato di personalità marcata. 

 

Temperatura di servizio: 10-12 °C

 

Abbinamenti: cozze gratinate, anguilla alla griglia, salumi anche grassi, brandade,
pappardelle al lardo fuso.

 

Nota emozionale: prato estivo passato il temporale.
   

1

2

Indirizzo : Contrada Aquilata Canicattì
Telefono : 
0922.829371
Articoli Simili
I più letti del mese
IL CANZONIERE DI BATTISTI A MARE CULTURALE URBANO
Mercoledì 13 settembre alle ore 21.30 a ingresso libero nel cortile di mare culturale urbano il progetto musicale Lato B porta sul palco il Canzoniere di Lucio Battisti, con la voce, la chitarra acustica e il piano di Le... Leggi di più
QUATTRO TENDENZE COCKTAIL RIVOLUZIONERANNO IL MODO DI BERE NEL 2018
La mixology che verrà: Diageo reserve world class individua quattro tendenze cocktail. Dai migliori bartender del mondo che rivoluzioneranno il modo di bere nel 2018. La cocktail culture è all’apice a livello inter... Leggi di più
NOVITA’ AL DON LISANDER: UNA CUCINA INNOVATIVA CON ECHI STORICI
Il Ristorante Don Lisander a Milano è da sempre considerato un’istituzione per i suoi squisiti piatti di cucina milanese. Il nome, va da sé, è l’essenza della massima espressione letteraria meneghina, Don Lis... Leggi di più
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.