29lug 2022
TENUTE GREGU, VINI DI GALLURA. LA COLLEZIONE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Raffaele Gregu, in rappresentanza della famiglia proprietaria di Tenute Gregu,  ha presentato la collezione aziendale in un incontro con la stampa organizzato dall’agenzia di comunicazione

PR Comunicare il Vino  presso il ristorante Frades Porto Cervo di Milano

 

 

Tenute Gregu

 

La famiglia Gregu produceva vino già negli anni venti del secolo scorso in Barbagia, poi la viticoltura venne abbandonata sino a un passato prossimo quando un ramo della famiglia, ossia Antioco Gregu con i figli Raffaele e Federico, trasferitosi in Gallura riprese a vinificare acquistando nel 2011 un vigneto storico.  

 

Nasce così Tenute Gregu, azienda innovativa, con grande carica e grande passione. La tenuta dimora a 450- 500 metri di altitudine, su suolo granitico e conta 46 ettari dei quali 30 a vigneto: 25 ettari a vermentino, cinque ettari a canonau, bovale, carignano, syrah e merlot. Il vigneto si divide in due parcelle poste su due livelli con una differenza di altitudine di circa 70 metri. La proprietà si trova in una zona ventosa battuta dal maestrale con un’escursione termica tra dì e notte che dopo ferragosto raggiunge circa 12-15 °C.

Altitudine, suolo, escursione termica, contribuiscono a definire il vino: il terreno conferisce forza alle piante oltre a mineralità alle uve; il vento contribuisce a mantenere i grappoli sani e spirando dal mare apporta salinità, mentre lo sbalzo di temperatura arricchisce il patrimonio aromatico delle uve.
 


I vini prodotti

 

Quattro i vini prodotti, due bianchi da uve vermentino, un rosato e un rosso da uve canonau (foto 1).
 

 

Rías Vermentino di Gallura DOCG 2021 (foto 2)

 

Potremmo definirlo l’welcome wine della Casa ed è il bianco da portare quotidianamente a tavola, fresco e immediato È prodotto unicamente con uve vermentino delle piante più giovani, raccolte da metà settembre ai primi di ottobre: mosto e bucce sono subito separati e la fermentazione avviene in acciaio con lieviti selezionati così come la maturazione, per mantenere i profumi primari del vitigno. Il vino matura per 4 mesi sui lieviti, quindi è imbottigliato.

 

Note gustative
Colore giallo paglierino con sfumature verdi.
Al naso sentori floreali con ricordi di ginestra e di frutta a polpa gialla come l’albicocca, poi ricordi di melone e sentori agrumati.
In bocca è immediato, con acidità equilibrata, e note minerali saline.
 
 
Selenu Vermentino di Gallura Superiore DOCG 2020 (foto 3)

 

Di sole uve vermentino delle vigne più vecchie, vendemmiate le prime 2 settimane di ottobre, seguendo le fasi fenologiche delle uve per raccoglierle quasi tardivamente.
L’annata 2020 è stata particolare, di fatto torrida, con problemi di maturazione, e piogge in epoca vendemmiale. Il vento ha asciugato tutto ma ciò non ha impedito che si formasse la botrite nobile che ha permesso di raggiungere la giusta concentrazione, nonché maturazione. Si tratta però di un evento eccezionale, non facilmente ripetibile.

 

Note gustative

Colore giallo paglierino

Al naso evidenti ricordi di frutta a polpa gialla quali albicocca e pesca, floreali di ginestra e mineralità.
In bocca sensazioni di frutta e di fiori già percepite in fase olfattiva. L’impatto è morbido, senza rinunciare a una vena di freschezza, con lungo finale arricchito dalle note conferite dalla botrite. È un vino longevo capace di una sorprendente evoluzione in bottiglia, ben esemplificata dall’annata 2014 in cui si evidenziano sentori di idrocarburi.
 
 
Sirè Cannonau di Sardegna DOC Rosato 2021 (foto 4)

 

È prodotto con 100% uve canonau appositamente selezionate, con permanenza del mosto sulle bucce in pressa di 3-4 ore. Segue la vinificazione in bianco e il vino matura sui lieviti per diversi mesi. Da rilevare che i celebrati rosé provenzali sono prodotti anche con uve grenache ossia cannonau.

 

Note gustative
Colore rosa scarico con riflessi di cipolla ramata.
Profumi fruttati di ciliegia, di amarena, di frutti di bosco.
In bocca è fresco, sapido, di piacevole bevibilità, fruttato.
 

 

Raighinas Cannonau di Sardegna DOC 2018 (foto 5)

 

Unicamente da uve cannonau, viene prodotto con lo stile della tradizione sarda, ossia complesso, concentrato. La macerazione del mosto sulle bucce si è protratta per 2 settimane per favorire l’estrazione. È l’unica etichetta della Maison che svolge la fermentazione malolattica. Il 20% del vino è elevato 6 mesi in tonneau da 500 litri il restante in acciaio; il legno utilizzato è di più passaggi, quasi esausto in quanto essendo il cannonau ricco di tannini si evita di aggiungerne altri utilizzando legni giovani. Affina 8 mesi in bottiglia.

 

Note gustative
Colore rubino intenso profondo
Profumo fruttato: frutta estiva matura, ciliegie, frutti di bosco e di rovo anche in composta, note balsamiche mediterranee.
In bocca è caldo, morbido, avvolgente, con vena fresca e lunga persistenza.

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
“1000 MIGLIA CHARITY 2021” PER LA RICERCA UN’ASTA CALVISIUS CAVIAR
C’è tempo fino a mezzanotte di lunedì 28 per fare del bene e, contestualmente, conquistare una preziosità gastronomica che sarà ancora più pregiata per come sarà utilizzato il ricavato della vendita all’asta.... Leggi di più
LE DONNE DEL VINO A COLLISIONI 2018: “BIODIVERSITÀ E VIGNETI STORICI”
A Barolo una degustazione di 8 produttrici che ha coinvolto un pannel internazionale di importatori, giornalisti e wine educator del Progetto Vino. Le Donne del Vino sono tornate a Barolo, per Collisioni 2018, con una n... Leggi di più
VITISOM. STARE DALLA PARTE GIUSTA: VITICOLTURA SOSTENIBILE
Soluzioni innovative in grado di ottimizzare tempi e risorse e di garantire rispetto dell’ambiente come alleati nella lotta ai cambiamenti climatici. Un futuro non troppo lontano, tanto che l’Italia punta ad ... Leggi di più
CHALLENGE DEI FORMAGGI DI MALGA | IL VINCITORE | L’ASTA DEI FORMAGGI
A FORMANDI, la rassegna di formaggi di Malga della montagna friulana, tenutasi lo scorso dicembre nel comune di Sutrio, in Carnia, hanno partecipato 24 malghe della Carnia. Per l’occasione son state degustate il me... Leggi di più
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: PINOT BIANCO BRUT NATURE MIRABELLA
Alessandro Schiavi, enologo di Mirabella, cantina spumantistica franciacortina, ci ha presentato, in un incontro su piattaforma zoom organizzato dal proprio ufficio stampa, Pinot Bianco Brut Nature (foto 1), raro esempio... Leggi di più
CARBONARA CON TUORLO CREMOSO AL TARTUFO E GAMBERI
JOŠKO GRAVNER: IL VINO IN ANFORA DAL COLLIO ALLA GEORGIA
Sabato 29 agosto a Mezzocorona (Trento) Joško Gravner (foto 1)dialogherà con il coordinatore nazionale di Slow Wine Fabio Giavedoni. La Georgia, repubblica caucasica dalle imponenti catene montuose, crocevia di c... Leggi di più
BAR BOON BAND A GORILLA GALLERY
Nello Spazio Atelier di Corso Como 5 a Milano la BBB suonerà in occasione degli eventi Gorilla Gallery organizzati da Lush per il lancio della nuova campagna https://www.facebook.com/events/486039961734712/
Gorilla is ho... Leggi di più
“THE FAMILY, RISTORATORI UNITI PER TE”, PORTA A CASA GLI INGREDIENTI PER PREPARARE QUALSIASI PIATTO
Quando apriranno i ristoranti a Milano? Una domanda da risposta difficile, visto che qui il covid-19 è ancora in giro e tra alti e bassi, non sembra che abbia tanta voglia di andarsene. E, così, il decisore politico &nda... Leggi di più
EUROPA, DOVE LA QUALITÀ È DI CASA | I VINI ALTOATESINI (1/2)
I prodotti dell'Alto Adige sono a tutti noti per l’elevato profilo qualitativo e la genuinità. Alcuni di questi sono contraddistinti dai marchi di qualità europei che permettono ai consumatori di risalirne all&rsqu... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.