09set 2022
TENUTA DI GHIZZANO: IL TERRITORIO TOSCANO RACCONTATO DAI VINI MIMESI
Articolo di: Fabiano Guatteri

Abbiamo già avuto modo di presentare Tenuta di Ghizzano  in occasione di un incontro virtuale con Ginevra Venerosi Pesciolini, la patronne dell’Azienda, di cui abbiamo scritto qui

 

 

Centralità aziendale

 

Introduciamo ora due vini, Mimesi Vermentino e Mimesi Rosso (foto 1) gli ultimi nati, espressioni della filosofia produttiva della Tenuta che vede la propria centralità nel rispetto e nella valorizzazione del frutto. Rispetto che privilegia il lavoro manuale in luogo di quello svolto utilizzando i mezzi meccanici. Pertanto le uve sono raccolte a mano, così come manuale è la cernita degli acini diraspati; la pigiatura avviene con i piedi, il modo più soffice per ottenere il mosto. Infatti questa pratica rompe circa il 60-70% degli acini e pertanto, non schiacciandoli interamente è più morbida, più modulata. Inoltre le fasi di vinificazione si succedono senza utilizzo di pompe, senza ricorso a tanti rimontaggi. Nello specifico i vini Mimesi sono elevati in anfora in quanto questa, grazie alla particolare porosità, consente un’ottimale maturazione del vino favorendone la micro-ossigenazione senza cedere tannini o altre sostanze proprie del legno.

 

Coerentemente con il rispetto della natura la conduzione aziendale, non solo del vigneto, ma a anche dell’uliveto e delle colture cerealicole, è Biologia (Certificazione Suolo e Salute) e Biodinamica (Certificazione Demeter).

 

Mimesi Costa Toscana IGT Vermentino 2020 (foto 2)

 

La 2020 è stata una buona annata con piogge a giugno che hanno favorito lo sviluppo della vite. Per contro il periodo siccitoso da luglio a metà agosto, ha favorito un'invaiatura consistente. Il 17 agosto una forte pioggia ha spinto la maturazione fenolica ai livelli desiderati. I vini 2020 sono pieni, eleganti e ben equilibrati.
Le uve vermentino sono raccolte in cassette da 20 kg, e dopo la cernita gli acini selezionati sono refrigerati a 16 °C per 48 ore. La fermentazione si svolge in vasche di cemento e si protrae per 48 ore.

Il vino è elevato 4 mesi sulle fecce fini in anfore TAVA, prodotte con un impasto ceramico esclusivo brevettato che garantisce porosità controllata ed elevata capacità di isolamento termico. Ciò ha permesso di ottenere un Vermentino con una freschezza più ovattata.

Bottiglie prodotte 2000 bottiglie.

 

Note gustative
Giallo paglierino con riflessi dorati.
Al naso si riconoscono frutti a polpa gialla, sfumature agrumate, poi note floreali, timidi ricordi di macchia mediterranea, e ancora fugace sensazione di porfido.
In bocca l’ingresso è sottile, quindi si fa più incalzante, ed è un incalzare garbato. Il sorso è pulito, verticale, lungo con nuance saline che insieme all’acidità forniscono eleganza al vino.

 

Abbinamenti
Cappesante gratinate, filetti di sogliola in salsa al vino bianco, salumi nobili.

 


Mimesi Terre di Pisa DOC Rosso 2018 (foto 3)

 

L’annata 2018 ha avuto un decorso regolare e ciò ha permesso lo svolgimento di una maturazione progressiva che ha contribuito alla complessità aromatica del frutto. Le piogge primaverili e di inizio estate hanno favorito lo sviluppo della pianta. La vendemmia si è svolta senza precipitazioni significative. Il livello di maturazione fenolica è stato raggiunto gradualmente.La fermentazione del pigiato avviene in vasche di cemento, quindi il vino è elevato per 14 mesi in anfore cocciopesto Drunk Turtle materiale che garantisce una micro ossigenazione controllata, ottenendo prodotti non ossidati, ma evoluti. Il vino affina 12 mesi in bottiglia.

Bottiglie prodotte 1215


Note gustative
Colore rosso rubino con sfumature granate.
Ricchezza olfattiva data da profumi fruttati, frutta estiva come la prugna, la mora, ma anche ricordi agrumati, oltre a sentori floreali di viola, di liquirizia e balsamici.
In bocca è pieno, ampio, rotondo, con una piacevole tensione acida salata. Ritroviamo la frutta già percepita in fase olfattiva; il tannino è maturo, ben intessuto e il sorso è mantenuto lungo dalla freschezza.

 

Abbinamenti
Gyoza di wagiu, tagliata di controfiletto, formaggi di lungo affinamento

 


Conclusioni

 

I vini Mimesi della Tenuta di Ginevra Venerosi Pesciolini, sono accomunati dallo stile che ha la propria centralità nella valorizzazione del frutto:
nel vigneto grazie all’allevamento delle uve in conduzione biologia e biodinamica, rispettando la maturità fenolica;
in cantina adottando procedure morbide, senza forzature, dalla pigiatura ai rimontaggi, all’utilizzo di vasi vinari rispettosi dei caratteri varietali.
Il risultato: riproduzione dell’identità territoriale senza mediazioni; potenziamento dell’esprit del vino; piacevolezza della beva che non rinuncia alla complessità.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
PAOLO-STELLA-E-SAMMONTANA-PER-ANT
Quando la presentazione di un libro può raggiungere diversi obiettivi e molto positivi per la collettività. Paolo Stella, autore del libro “Per Caso (tanto il caso non esiste)”, pubblicato da Mondadori, a due... Leggi di più
MURALIA, VINI MAREMMANI DALL’ACCENTO INTERNAZIONALE
Abbiamo incontrato Stefano Casali (foto 1), in rappresentanza della Società Agricola Muralia, a un press lunch organizzato dall’Agenzia di Comunicazione PR Comunicare il Vino al ristorante il liberty di Miano. E&rs... Leggi di più
CACCIA AL TARTUFO CON IL TARTUFAIO E PRANZO AL TARTUFO
L’iniziativa di Savini Tartufi propone la Truffle Bite Experience, una mattina con pranzo che ruota attorno al tartufo. L’esperienza si svolge in Toscana, in un casolare in collina che domina 30 ettari di bo... Leggi di più
I MIGLIORI COCKTAIL DEL LAGO DI COMO ALLA COMO LAKE COCKTAIL WEEK
Sorseggiare un ottimo cocktail vista lago, fare un cocktail tour in barca o imparare a creare a casa cocktail perfetti ? Si può, dal 3 al 7 luglio, la prima edizione della Como Lake Cocktail Week, una 5 giorni all’... Leggi di più
CARPACCIO BATTUTO CON PORCINI E FIORI DI ZUCCHINA
A OMEGNA IL CANNOLO PIÙ LUNGO DEL MONDO
Al Forum Omegna (VB) il prossimo 11 dicembre, alle ore 10:00, l’appuntamento sarà con il Cannolo più lungo del mondo. Oltre 30 metri di lunghezza per 10 centimetri di diametro e più di duecento chilogrammi di ricot... Leggi di più
ENRICO RIZZI PRESENTA LA SUA “COLLEZIONE NATALE 2022” AL PARK HYATT
Il Natale di Enrico Rizzi  è sicuramente tra i più promettenti considerato l’ampio assortimento che offre la collezione presentata al Park Hyatt: macarons, praline, gianduiotti, cioccolati, caramelle, marrons glacé... Leggi di più
CHEF CLAUDIO SADLER E CHAMPAGNE NICOLAS FEULLATTES: LA PIZZA DI CECI
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padell... Leggi di più
A OLIO OFFICINA FESTIVAL 2021 IN DIRETTA STREAMING
Olio Officina Festiva si terrà quest’anno i giorni 4, 5 e 6 febbraio 2021, con un extra, domenica 7, interamente dedicato agli assaggi degli oli extra vergini di oliva.La pandemia, oltre a non permettere la realizz... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.