08feb 2024
Per un San Valentino rosso Barbera
Articolo di: Fabiano Guatteri

Caliamo San Valentino nella realtà, portiamolo sulla terra da quella sorta di bolla idilliaca sospesa nel nulla, così lontana dal quotidiano. Riportiamolo nella realtà metropolitana, nella vita dei borghi . San Valentino non è neppure nei soliti piatti per l’occasione proposti in veste goffamente romantica, o nell’aggiunta di improbabili, quanto inesistenti, ingredienti afrodisiaci. Rompiamo gli schemi, gli stereotipi, i ridondanti luoghi comuni. Coloriamo un San Valentino di rosso, che è il colore dell’amore.

 

Festeggiamolo stappando una bottiglia di Barbera, rosso “pragmatico”.

 

La Barbera è un vino d’amare per l’origine pop e per tutto ciò che evoca in termine di storia di costume. Era il vino delle osterie di fuori porta, la bottiglia da stappare con il pane e salame e nelle serate con gli amici. Se un tempo era un vino un po’ “ruvido” oggi ha saputo trasformare la propria freschezza in eleganza. È un rosso che piace anche al palato femminile, come gli Amarone e i Nero d’Avola, e stapparne una bottiglia, a San Valentino… significa scoprire il piacere della complicità.

 

 

 

La nostra selezione in ordine alfabetico

 

 

360° Collezione Al Casò Barbera d’Asti 2019 Alice Bel Colle (foto 1)

Le uve sono raccolte in più parcelle e vinificate separatamente così da costituire un’ampia base per la cuvée.

La vinificazione è quella tradizionale in rosso: il pigiato è lasciato macerare sino a fermentazione alcolica completata. Il vino ottenuto svolge la malolattica e matura cinque mesi in vasche di acciaio prima di affinare in bottiglia.

 

Note gustative
Possiede colore rosso rubino intenso.
Il profumo ricorda frutti estivi quali la prugna e floreali di viola.
Il gusto è armonico, morbido pur avendo un residuo zuccherino pari a zero, ed è al tempo stesso fresco, netto, con tannino ben integrato.



 

Mane Barbera 2018 Montelio (foto 2)
La parcella ha quasi 10 anni di età ed è posto alla sommità del vigneto. La raccolta avviene al raggiungimento della maturazione polifenolica, dopo leggero stress idrico. Dopo la diraspatura gli acini interi sono raccolti in vasche di cemento, dove sono inoculati di lieviti per dare inizio alla fermentazione-macerazione.

Per questa vendemmia è stata effettuata una macerazione prefermentativa a freddo per 2-3 giorni a 5-6 °C per favorire l’estrazione del colore e dei precursori aromatici; il mosto che si forma per smottamento della pompa nel riempire la vasca e per schiacciamento degli acini permette di effettuare una macerazione a freddo. Successivamente inoculati i lieviti si svolge la fermentazione alcolica e gradualmente l’acino si rompe producendo anidride carbonica così da prolungare la macerazione che può raggiungere 45-60 giorni. Il vino effettua la malolattica e matura in cemento sui lieviti fini.

 

Note gustative
Colore rosso rubino molto carico.
Al naso è intensamente fruttato, frutta rossa estiva, anche in confettura, cui si uniscono ricordi floreali e balsamici.
In bocca è concentrato, ricco, morbido come morbidi sono i tannini e la freschezza conferisce piacevole bevibilità.

 

 

Nove Filari Barbera d’Asti D.O.C.G. Superiore Nove Filari Riboli  
Dopo la rigorosa cernita effettuata di prima mattina le uve sono portate in cantina per mantenerne la freschezza. Nel corso della soffice pigia-diraspatura, l’acino si rompe solo parzialmente, quindi la massa comincia a fermentare a temperatura controllata per 15 giorni con 2 rimontaggi quotidiani e un dèlestage. Una volta terminata la fermentazione il vino macera ulteriormente sulle bucce per 2 mesi per una completa estrazione. Segue una pressatura segnatamente soffice e il vino viene elevato in tonneaux di diversi passaggi prima dell’affinamento in bottiglia.

 

Note gustative
Colore rosso granato , dovuto alla lunga permanenza in legno ed in bottiglia.
Al naso presenta un bouquet di aromi ampio tra i quali frutti rossi maturi fragola noce moscata, pepe nero, peperone.

In bocca è avvolgente, strutturato, con corrispondenza delle note fruttate e speziate percepite in fase olfttiva.

 



Poggio delle Amarene Colli Tortonesi Barbera 2021 Boveri (foto 3)
Le uve barbera sono vendemmiate in un unico vigneto, che dimora a 250 metri di altitudine in suoli argilloso-calcarei. Le uve sono pigiadiraspate sofficemente, quindi ha luogo la macerazione del mosto sulle bucce per 8-10 giorni con frequenti rimontaggi e dèlestage. Il vino ottenuto  matura in vasche di cemento vetrificato per circa 12 mesi e affina in bottiglia per altri 12 mesi. Il vino non è quindi elevato in legno per enfatizzarne la freschezza e le caratteristiche varietali comunicate dalle uve.

 

Note gustative
Colore rosso rubino intenso.
Profumo fruttato con ricordi di frutta rossa che comprende l’amarena, e sentori erbacei con note balsamiche.
In bocca è corposo, di salda struttura, avvolgente, con piacevole vena acida e tannini levigati che comunicano alla beva piacevolezza.

 

 


Vigne Vecchie Barbera d’Asti Superiore 2017 Vinchio Vaglio (foto 4) 
È prodotto con uve di vigneti molto vecchi messi a dimora anche prima della seconda guerra mondiale, caratterizzate da ricchezza zuccherina e aromatica. La vinificazione è quella in rosso classica. Il vino ottenuto, svolta la malolattica, è elevato per 14 mesi in barrique e, in misura minore, in tonneau di 500 litri: i legni sono per circa il 35 per cento nuovi, quindi di secondo passaggio. Il vino è assemblato in vasche di cemento dove riposa per un mese, per poi affinare in bottiglia per un anno.

 

Note gustative
Nel calice riflette colore rubino con nuance aranciate più evidenti con il protrarsi dell’invecchiamento.
Al naso il profumo è pieno, ampio con ricordi di prugna, di ciliegia anche in confettura e di frutta sciroppata, sensazioni speziate e note di liquirizia.
In bocca è pieno, con toni dolci, tannini soffici, dotato di grande struttura: ha polpa, freschezza e lunga persistenza.

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
MERCATINO DEL RI-USO IN TOUR, DOMENICA 2 GIUGNO A TRAVACÒ SICCOMARIO
Cultura del Ri-Uso e festa per celebrare i 10 anni de Il Girasole: alle porte di Pavia domenica di festa all’insegna del flower power e della sostenibilità. Woodstock alle porte di Pavia, nei pressi del Ponte Cope... Leggi di più
LE PIZZE D’AUTORE DI LIEVITÀ VETRA: PIZZE GOURMET AD ALTA DIGERIBILITÀ
Il marchio Lievità,  che conta cinque locali a Milano, ha recentemente aperto una nuova pizzeria in Piazza Vetra sotto il porticato del Vetra Buinding.     Le pizze   La pizzeria, come le altre del brand, si qualifi... Leggi di più
ECHI DI FRANCIA: CÔTES DES ROSES DI GERARD BERTRAND IN ITALIA CON VALDO
Côte des Roses di Gérard Bertrand  è il simbolo dell’art de vivre nel sud della Francia, fa parte di una realtà enologica con un fatturato di 175 milioni di euro ed è distribuito in oltre 110 Paesi nel mondo. Impor... Leggi di più
TORNA VIN-o-TON: MUSICA CLASSICA ALLA TENUTA ALOIS LAGEDER
In anteprima sarà presentata l’opera della compositrice olandese Mathilde Wantenaar (foto 1), "Songs of Transience".   Il concerto si inserisce in un più ampio programma che vedrà intrecciarsi musica, vino e cibo... Leggi di più
Don Papa Experience Lab
È il tema Materia Natura ad aver convinto Don Papa il Rum filippino (foto 1) a partecipare per la prima volta al Fuorisalone 2024 creando un’oasi dove natura, design, arte, sapore, musica si intersecano in un&rsquo... Leggi di più
CENA AL MUSEO ARRIVA A “LEONARDO & WARHOL. THE GENIUS EXPERIENCE”
Cena al museo. Una speciale Cena all’interno della prima mostra immersiva con opere originali.  A partire dal 15 Marzo, ogni weekend, speciali Cene al Museo all’interno di “Leonardo & Warhol. The Geniu... Leggi di più
Cinque Calici di bollicine per brindare a Pasqua
Le bollicine non hanno stagione, sono sempre adeguate e gradite in ogni periodo dell’anno. Ma vi sono alcune occasioni in cui diventano imprescindibili, soprattutto nei momenti celebrativi, per festeggiare un event... Leggi di più
IL SALTO DELL’UVA NELLA TRAMOGGIA E LE ANIME DEI VINI EMILIA WINE
È tutto nato per il rumore che fa l’uva. Swiscc o tu tun . Emilia Wine vuole contraddistinguere il territorio Ca’ Besina, Metodo Classico dal vitigno Spergola 6 anni di posa su lieviti sboccatura 2021 Si ini... Leggi di più
CALDO FREDDO DI PENNE AL NERO E CRUDITÀ DI CALAMARI E GAMBERI
Colline Albelle: l’interpretazione del vino di Julian Reneaud
Colline Albelle  è una giovane azienda toscana con sede nel comune di Riparbella, borgo medievale in provincia di Pisa, nata dall’incontro di Julian Reneaud (foto 1), agronomo ed enologo, con due produttrici di vin... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.