13set 2020
USI E ABUSI DEL ROSMARINO IN CUCINA
Articolo di: Fabiano Guatteri

William Shakespeare, nell’Amleto fa dire a Ofelia, rivolta al fratello “There's rosemary, that's for remembrance”, ossia propone il rosmarino perché rafforza la memoria.

 

Ma questa è una sola delle doti di questa pianta. Dal punto di vista gastronomico, ed è ciò che qui ci interessa, il suo passaggio in cucina non passa inosservato. Ha una potente carica aromatica e se vogliamo aromatizzare un olio ce ne rendiamo subito conto. Mettendo un rametto di rosmarino in una bottiglia di vino bianco si ottiene una bevanda stimolante che può ricordare vagamente la Retsina greca. In cucina, proprio per l’intensità aromatica, non va utilizzato con tutti i cibi .

 

E’ l’erba giusta per marinare la carne di manzo prima di cuocerla alla griglia, ma va bene anche con quelle ovine che sono molto intense. Rispetto ai pesci si abbina sicuramente all’anguilla comunque si cucini ed è adatto a profumare i carpioni in genere.

 

Però, visto che non ha la delicatezza del prezzemolo, andrebbe evitato con i piatti delicati. Una sogliola al burro potrà essere aromatizzata dalla salvia, ma non dal rosmarino che ne coprirebbe il sapore gentile. Ma ciò vale anche per le carni bianche, Il petto di pollo al rosmarino saprebbe soprattutto di rosmarino. Ma anche una saporita braciola di maiale, così come un nodino di vitello, armonizza sicuramente meglio con una foglia di salvia, mentre il filetto di maiale, che è una carne rossa, si lascia accompagnare dal rosmarino. Per contro con i ceci, unito in un soffritto di olio e aglio, si sposa a meraviglia,

 

Un’avvertenza: se destiniamo il rosmarino a una lunga cottura leghiamolo con un filo di cotone per evitare che disperda i sui aghi nella preparazione, perché questi sono alquanto spiacevoli se capitano in bocca. Non che mangiare il rosmarino faccia male, ma non è gradevole se masticato, sia per la consistenza coriacea, sia per il sapore quasi amaro che non è piacevole come quello del basilico. Né tritato risolve il problema perché pur sempre disturba la masticazione e deforma il gusto della preparazione che dovrebbe valorizzare.

 

Se proprio vogliamo unirlo a un ripieno o a un involtino, per “depotenziarne” le criticità tagliamo, che non vuol dire tritiamo, le foglie con un coltello come in una sorta di brunoise, per cui a pezzetti piccolissimi, della stessa lunghezza dello spessore della foglia, piuttosto meno che più. Solo allora il sapore si distribuirà omogeneamente e masticandolo la consistenza sarà impercettibile. In questo modo potremo cospargerlo sulla tagliata di manzo o sugli scottadito, ma anche sulle patate al forno o fritte.

 

Dello stesso autore

Non depurate / spurgate le vongole in acqua e sale!

Il curioso linguaggio di certa letteratura gastronomica: tuffare, irrorare, farcire

Non avvolgere l’arrosto nell’alluminio 

Non “sigillare” l’arrosto. La persistenza di riti tribali

Ma mescolare, emulsionare e mantecare sono diventati sinonimi?

Dubbio amletico: pentola e casseruola sono sinonimi?

Rucola o ruchetta? Precisazione in merito a due piante spesso confuse

Le bugie di Topo Gigio e le grappe di bambù

1

Photo Credits

Photo 1 : Leszek Hus da Pixabay
Articoli Simili
I più letti del mese
TRA BOBBIO E CASTELL’ARQUATO, LA POMPEI DEL NORD | TRA BALENE E VINO
Bobbio di cultura, Castell’Arquato la Pompei del Nord, e ovunque il buon vino. Castell’Arquato, la Pompei del Nord, dove sono stariritrovati reperti fossili di Alee e rinoceronti, ed è terra di buon vino.   ... Leggi di più
TÀSCARO, A MILANO È UN ATTO D’AMORE
Sandra ha realizzato Tàscaro per lei e suo padre, ma ancheper raccontare la sua regione d'origine e soprattutto la cucina veneziana, per ricordare la nonna paterna Edera che oggi è comunque con lei in tutte le piccole ed... Leggi di più
GIOVEDÌ 13 LUGLIO: ROSMARINO FREGENE-FISH SOUND SYSTEM
Don Pasta e Pasquale Torrente straordinariamente insieme per una serata – spettacolo sulla spiaggia di Rosmarino Fregene
Vinili vs Padelle... 
Alici vs Polpi...Otranto vs Cetara a Fregene.. 

Giovedì 13 luglio, DON... Leggi di più
ACCIUGHE DEL MAR CANTABRICO SALATE SOTT’OLIO
RIBOTTA VIGNA DU BERTIN CARLOFORTE, LA STORIA DI UNA TERRA
E’ quasi mezzogiorno, il terreno pietroso e argilloso è stato preparato per la vigna con un lavoro faticoso per la quantità di massi mischiati superficialmente e in profondità.Ora la vigna pettinata, figura come un... Leggi di più
LE FOTO DEI PIÙ BEI GIARDINI DEL MONDO NEL QUADRILATERO DELLA MODA
Si possono ammirare ancora per qualche giorno le belle grandi foto di Gardenology la mostra fotografica en plein air dei più bei giardini italiani e internazionali che ha anticipato Orticola (di cui abbiamo scritto qui) ... Leggi di più
IL PANETTONE: DA UN’ ANTICA LEGGENDA AL LUSSO CONTEMPORANEO
La leggenda narra che durante un Natale sul finire del 1400 nel Castello Sforzesco di Milano, il Duca Ludovico Maria Sforza detto “Il Moro” intrattenesse insieme alla consorte Beatrice d’Este i suoi osp... Leggi di più
IL JAZZ A MARE CULTURALE URBANO IN NOVEMBRE E DICEMBRE
A mare culturale urbano, in via Giuseppe Gabetti 15 a Milano, in zona 7 vicino allo stadio San Siro, prosegue un'articolata e ricca proposta dedicata alla musica jazz, grazie alla preziosa collaborazione con Novara Jazz ... Leggi di più
ANTEPRIMA GUIDA VINI D’ITALIA 2021 GAMBERO ROSSO A MILANO
Sicuramente un segnale che stuzzica la voglia di ripartire, il tour wine tasting di Gambero Rosso “Anteprima Guida Vini d’Italia 2021” che debutta anche a Milano, il 14 settembre, con il coinvolgimento ... Leggi di più
BOB IL SAPERE DEL BERE MISCELATO: LA DRINK LIST
Aggiornamento febbraio 2021   Empathy è la nuova drink list di Bob che rappresenta una svolta più intima e ancor più sofisticata, (forse generata dalla attuale situazione attuale che sta cambiando così tanto le abitudi... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.