18feb 2020
LANGHE NEBBIOLO PICOTENER 2017, UN NEBBIOLO SUI GENERIS
Articolo di: Fabiano Guatteri

La Enrico Serafino è la cantina più antica del Roero; fu fondata nel 1878 dall’imprenditore Enrico Serafino a Canale d’Alba. Fu una delle prime cantine a dar vita a una produzione di spumante Metodo Classico che faceva maturare nelle proprie gallerie ottocentesche sotterranee. L’Azienda produce ora tre varietà di Metodo Classico Alta Langa, e altri vini tra i quali il Langhe Nebbiolo Picotener di cui vogliamo scrivere qui.

 

Picotener è un biotipo di nebbiolo dimenticato, mentre sono vinificati quasi esclusivamente i cloni lampia, michet. Picotener è stato di fatto abbandonato in quanto è un vitigno difficile, con rese basse e altrettanta bassa vigoria vegetativa. Dà però vita a un vino ricco di polifenoli, dotato di tannini morbidi, di qualità elevata. In merito la testata Nature si addentra con rigore scientifico nelle differenze genetiche esistenti tra le sottovarietà di nebbiolo rilevando come originino vini diversi tra loro.

 

Inoltre Nature inserisce il picotener nel campione delle 3 sottovarietà più rappresentative del nebbiolo.

 

Langhe Nebbiolo Picotener Enrico Serafino nasce dalla volontà del produttore di realizzare un Nebbiolo fortemente caratterizzato, con caratteristiche diverse da quelle che generalmente siamo abituati incontrare. La prima annata messa in commercio è la 2017 dopo 2 anni di sperimentazioni.

 

I grappoli medio piccoli vendemmiati e raccolti in piccole cassette, sono sottoposti a doppia selezione su tavoli vibranti. I grappoli selezionati vengono diraspati e pigiati. La fermentazione si svolge a temperatura controllata parte in tino e parte in acciaio; segue quindi l’assemblaggio dei vini ottenuti e l’affinamento in botte di rovere di media grandezza per una durata di12 mesi.

 

Nel calice riflette colore sorprendentemente intenso che va dal rubino per virare al porpora violaceo.

 

Al naso si colgono la viola, ben dichiarata, la rosa, l’amarena, la ciliegia e la prugna matura oltre a nuance speziate.

 

In bocca comunica freschezza e all’agilità iniziale si affianca una consistenza polposa, ricca: il vino diventa orizzontale, con tannini presenti molto ben intessuti, per nulla scontrosi; la persistenza è lunga.

 

 

 

Temperatura di servizio: 16-18 °C

 

Abbinamenti: guancia di Bue Grasso brasata al vino rosso


Nota emozionale: velluto rosso

 

1

Indirizzo : Corso Asti 5 Canale
Telefono : +39 0173.979485
Articoli Simili
I più letti del mese
Il progetto BioQitchen “Fair Food Innovation Lab”
Mauro Benincasa (a destra nella foto 1), Ceo del Gruppo HQ Food & Beverage, ha presentato alla stampa BioQitchen “Fair Food Innovation Lab” brand che affianca le altre tre anime del gruppo operative in divers... Leggi di più
BOLLICINE DAL MONDO, L’APP ON-LINE
Sul palco del Teatro Manzoni di Milano ha debuttato la prima edizione della guida BOLLICINE DEL MONDO innovativo progetto editoriale, in formato esclusivamente digitale, dedicato al meglio della produzione dei vini spuma... Leggi di più
LOCANDA RADICI: SOSTENIBILITÀ, CONTEMPORANEITÀ E SAPORI DELLA MEMORIA
La Locanda Radici si trova a Melizzano, nel Sannio Beneventano, alla confluenza dei fiumi Calore e Volturno, sulle prime pendici occidentali del Taburno.   È luogo non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di giaci... Leggi di più
LA MISCELA PERFETTA PER IL TIRAMISÙ ? È DOLCE DI GOPPION CAFFÈ
Si chiama Dolce ed è la storica miscela di Goppion Caffé  per fare un tiramisù perfetto. Chi lo dice? L’ Accademia del Tiramisù,  durante la serata dedicata alla scoperta della torrefazione. L’annuncio è stat... Leggi di più
IL GRANDE EVENTO DELL’ASSOCIAZIONE VITICOLTORI DI GREVE IN CHIANTI
I Viticoltori di Greve in Chianti si sono riuniti in una associazione di produttori del territorio lo scorso anno e, durante l’evento di presentazione della loro attività nel novembre 2021, hanno raccontato la prop... Leggi di più
ZENI1870 E IL MUSEO DEL VINO MULTIMEDIALE
Dopo quasi due anni di lavoro dedicato alla raccolta e alla catalogazione di foto e di reperti, è stato inaugurato l’Album Digitale del Museo del Vino di Zeni1870, risultato di una collaborazione con vari attori qu... Leggi di più
SARANNO FAMOSI - PROMESSE MANTENUTE, A CURA DI PAOLA RICAS
Il libro “Saranno Famosi” mutua il nome dall’omonima rubrica del mensile La Cucina Italiana, pubblicata quando il magazine era diretto da Paola Ricas. La rubrica era curata da Tony Cuman raffinato somme... Leggi di più
Matteo Torretta è il nuovo chef di  El Porteño Gourmet Milano
El Porteño Gourmet è un ristorante argentino inaugurato nel dicembre del 2019 in pieno centro cittadino, in via Speronari 4.   L’interior design (foto 1 e 2) è firmato da Angus Fiori architects, studio curatore d... Leggi di più
CARNEVALE, MA CON STILE, DA MARCHESI 1824
In occasione di Carnevale, Marchesi 1824 e il Pastry Chef Diego Crosara presentano chiacchiere, tortelli, torte e biscotti decorati in tema carnevalesco.   Ecco le proposte Tortelli: selezione di tortelli vuoti, uvett... Leggi di più
LE GUIDE FOOD DORCHESTER COLLECTION DOVE SCOPRIRE LE METE PIÙ INSTAGRAMMABILI
Le #DCmoments City Guides, ossia e guide ai monumenti e ai siti di interesse architettonico e artistico delle città in cui sono presenti gli hotel Dorchester Collection si sono rivelate progetto vincitore degli Shorty Aw... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.