09apr 2024
La Biòca, cantine delle Langhe, presenta tre suoi vini con Eustachiora a Milano

Tre locali siti in Via Eustachi, nella zona di Porta Venezia a Milano, hanno creato un distretto di condivisione, non di competizione, Eustachiora. Il format propone di una cantina, di volta in volta diversa, un vino differente per ogni locale, abbinato a sfiziosi assaggi di salumi e formaggi. Abbiamo partecipato recentemente all’anteprima per la stampa dei vini di La Biòca, azienda vitivinicola delle Langhe. Come d’abitudine l’attività prosegue durante la settimana in cui per fare un aperitivo itinerante è possibile acquistare un Ticket Degustazione da € 15,00, in cui nelle tre tappe ogni calice è proposto in ognuno dei tre locali

 

La Biòca è una piccola azienda vitivinicola nelle Langhe, situata nella località Fontanafredda di Serralunga d’Alba, dove si occupano in toto della produzione, dell’affinamento e della vendita del vino. Utilizzano solo uve provenienti dalle loro vigne che si trovano nei comuni, con le relative MGA (ovvero Menaioni Geografiche Aggiuntive) di Monforte d’Alba (Bussia, San Sebastiano), Novello (Ravera), La Morra (Castagni e Croera) e Barbaresco (Secondine, Ronchi). In tutto dispongono di 8 ettari di vigneti – piantati tra il 1961 e il 2017 – dedicati alla produzione delle loro etichette.

 

I terreni, in base alle diverse percentuali di sabbia, argilla e calcare che contengono, danno vita a varie tipologie di vini: da quelli eleganti e profumati a quelli più strutturati e longevi.

 

Il clima in questa zona del Piemonte è di tipo continentale temperato, con piogge che si concentrano soprattutto nel mese di maggio. Le Langhe si caratterizzano anche per la buona luminosità che favorisce la fotosintesi clorofilliana nelle vigne. Il curioso nome dell’azienda deriva dalla parola piemontese ‘biòca’, che indica una persona decisa e con la testa dura, proprio come loro, che con costanza cercano di esprimere l’eccellenza delle loro terre attraverso il vino. Si occupano con impegno e passione della cura delle vigne sino alla raccolta manuale dell’uva.

 

All’arrivo in cantina viene trattata con grande attenzione per dar vita alle diverse qualità di vino. La scelta del nome è appropriata dato che si tratta di vignaioli di grande carattere, con una precisa scelta di puntare sulla qualità, portando nel vino tutta la loro personalità ed esperienza. A Eustachiora ha portato un bianco particolare, due rossi, di cui uno semi aromatico e uno più iconico della zona.


Gli assaggi dei vini in ognuno dei locali

 

Da Sapori Solari
Cyrogrillo Langhe DOC Rossese Bianco 2022 

Il nome riportato in etichetta si riferisce a quando nel 400 i conti Alfieri di Magliano, oggi comune del Roero, emisero un documento nel quale vietavano severamente ai vassalli l’uso alimentare dei ricci, denominati nel documento ‘cyrogrilli’. Questo vino è ottenuto dal raro Rossese Bianco per l’85%, con l’Incrocio Manzoni Bianco al 15%, raccolte manualmente in cassette, vede all’arrivo in cantina una vinificazione separata per le 2 varietà. Dopo la diraspatura e pressatura soffice senza macerazione, viene avviata la fermentazione in acciaio con controllo delle temperature. Dopo la fermentazione malolattica, un affinamento sulle fecce nobili per 5 mesi in acciaio, a cui segue l’assemblaggio delle due parti, circa 2 mesi prima dell’imbottigliamento.

 

Dopo un colore giallo paglierino, con riflessi verdolini, brillante, ha un olfatto fruttato, leggermente erbaceo. All’assaggio ha struttura, è fresco, leggermente sapido, elegante, di buona lunghezza.

 

 

Da Bubu Fiaschetteria Toscana
Daje Mach Verduno Pelaverga DOC 2020 

Il nome riportato in etichetta in dialetto piemontese vuol dire ‘dacci dentro’. Ottenuto dalla varietà Pelaverga Piccolo, con raccolta manuale in cassette, vede all’arrivo in cantina per la vinificazione, la diraspapigiatura e la macerazione a freddo per circa 72 ore in vasca d’acciaio termocontrollata. La fermentazione dura circa 9 giorni seguita da una macerazione di circa 15 giorni. Dopo la fermentazione malolattica in acciaio, matura per l’80% in acciaio per circa 12 mesi, con il 20% in barrique francesi per lo stesso tempo.

 

Dopo un colore rosso rubino con riflessi violetti, al naso è fragrante di frutta rossa, con la sua caratteristica nota speziata di pepe in particolare. Al palato ha tannini setosi, equilibrati da freschezza, piacevolezza, ha una buona persistenza con il retrogusto di pepe nero.

 

 

Da Polpetta D.O.C.
La Pipina Nebbiolo d’Alba DOC 2021 

Da Nebbiolo 100% vede dopo la raccolta manuale in cassette, una vinificazione con il 30% dei grappoli interi, uniti al 70% dell’uva diraspata vengono messi in anfora di coccio pesto, non smaltato e non vetrificato, in cui la fermentazione procede durante 15-20 giorni. Dopo la fermentazione malolattica, matura per 11 mesi in anfora.

 

Dopo un colore rosso rubino, ha un naso intenso, complesso, di frutta rossa matura, un tocco floreale tipico del vitigno, con la spezie a chiudere. In bocca è strutturato, con tannini setosi, equilibrati da freschezza, una buona lunghezza.

 

 

I tre locali

 

Sapori Solari, via Stoppani, 11 – Un cocktail bistrot nato dalla passione per il gusto della tradizione, dalla dedizione alla ricerca di sapori unici. Dietro il bancone e nelle cantine, sono custoditi oltre 40 presidi slow food, una selezione continuamente rinnovata e aggiornata grazie a un lavoro di ricerca e di scoperta costante.

 

Bubu Fiaschetteria Toscana, Via Bartolomeo Eustachi, 16 – Ottima cucina e un’interessante lista dei vini, avvolti dalla tipica atmosfera rilassata e familiare di un’osteria toscana: tanta simpatia, l’inconfondibile accento del proprietario e l’ambiente semplice e curato in ogni dettaglio con personalità.

 

Polpetta D.O.C., Via Bartolomeo Eustachi, 8 – Storica vineria milanese con una filosofia semplice: un tagliere di salumi e formaggi, un piatto di polpette, una tartare di manzo, una buona bottiglia di vino, della musica per creare l’atmosfera, un clima rilassato, e soprattutto il desiderio di portare avanti tenacemente quella che il nonno di Marcello chiamava ‘civiltà del bere’.

Photo @ La Biòca

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 2 : La Biòca
Photo 3 : La Biòca
Photo 4 : La Biòca
Photo 5 : La Biòca
Articoli Simili
I più letti del mese
KISEN EXPERIENCE, VIAGGIO FUSION IN ESTREMO ORIENTE
Kisen di via Gian Giacono Mora, a Milano, è un ristorante fusion, il primo nato dei 3 Kisen, dei quali uno in via Moscova di cui abbiamo detto qui, e uno a Busto Arsizio.   Dire fusion è corretto, ma non esaustivo in q... Leggi di più
OLIO OFFICINA FESTIVAL - CONDIMENTI PER IL PALATO & LA MENTE
In merito alle proprietà nutrizionali dell’olio extra vergine d’oliva non ci sono dubbi. E’ considerato un alimento nutraceutico, ossia un cibo medicina per le sue proprietà che giovano al benessere fis... Leggi di più
FISH&CHEF CELEBRA IL DECENNALE ATTRAVERSO LA CUCINA D’AUTORE
Dal 6 al 13 maggio 2019 riflettori accesi per la 10a edizione di Fish&Chef, il lago di Garda ci conquista. Dieci anni di Fish&Chef, grandi festeggiamenti per onorare la kermesse volta a raccontare il territorio del lago... Leggi di più
I SETTANT’ANNI DELLA CANTINA RUGGERI
La Cantina Ruggeri è nota per la qualità dei suoi Valdobbiadene Prosecco. L’azienda ha compiuto ora 70 anni, ma è tesa al futuro, più che al passato.   E questa tensione si concretizza attraverso la realizzazione... Leggi di più
CALAMARI RIPIENI SFUMATI CON LUGANA
Diciotto Magnum di vini bianchi e rossi per San Valentino
Facciamo seguito all’articolo Sedici Magnum di Bollicine per San Valentino (cliccare qui),  per passare dalle bollicine ai formati magnum per bianchi e rossi.     Alto Adige pinot nero riserva doc Praepositus 20... Leggi di più
DIVINO FESTIVAL, L’EVENTO ENOGASTRONOMICO SICILIANO PIÙ COOL
Sono 13 anni che i buongustai – locali e non, visto che arrivano anche i turisti che visitano la Sicilia – si danno appuntamento a Castelbuono per il DiVino Festival, quest’anno in programma dal 2 al 4 ... Leggi di più
BELVEDERE CAMPOLI È LA NUOVA TENUTA CONTE GUICCIARDINI: I VINI
Conte Guiccardini è una realtà vitivinicola toscana in provincia di Firenze, di proprietà dell’omonima famiglia, dal 1199 proprietaria del Castello di Poppiano la cui tenuta attualmente si sviluppa su 265 ettari 14... Leggi di più
“SAFARI NIGHT”: MIRO OSTERIA DEL CINEMA INCONTRA IL 1930 COCKTAIL BAR
Il 21 luglio arriva Safari Vol 1, il primo appuntamento nato dalla collaborazione tra il ristorante con il giardino nascosto nel cuore di Brera e il secret bar più famoso di Milano Cos’hanno in comune MIRO, osteri... Leggi di più
DONNE DEL VINO DELLA LOMBARDIA: MAGIA ED ELEGANZA DEL PINOT NERO
Milano sempre in movimento, Milano che non si ferma mai così come le Donne del Vino della Lombardia che in occasione della 5ª edizione della Milano Wine Week, la settimana milanese del vino, ripropone una degustazione a ... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.