28apr 2023
AD ALBA LA 45a EDIZIONE DI VINUM: VINO, CIBO ED ECCELLENZE DEL TERRITORIO
Articolo di: Laura Biffi

Ad Alba, i grandi vini del Piemonte protagonisti nei due weekend della 45ª edizione di VinumUna vigna che sale sul dorso di un colle fino a incedersi nel cielo, è una vista familiare, eppure le cortine dei filari semplici e profonde appaiono una porta magica. Sotto le viti la terra rossa è dissodata, le foglie nascondono tesori e di là dalle foglie sta il cielo”. Cesare Pavese, Feria d’agosto, Einaudi, Torino 1946


Appuntamento consolidato di metà primavera, a cavallo tra la fine di aprile e l’inizio di maggio, nella Città di Alba ritorna Vinum, la più grande enoteca a cielo aperto d’Italia, che celebra quest’anno la sua 45 a edizione. Il meglio della produzione vinicola del Piemone protagonista, da sabato 22 a martedì 25 aprile e da sabato 29 aprile a lunedì 1° maggio, con oltre 700 etichette in degustazione, guidate e curate dall’Associazione Italiana Sommelier, offrendo una panoramica su circa 400 produttori, i cui vini verranno proposti in abbinamento con lo Street Food ëd Langa, valorizzando l’eccellente qualità delle ricette della tradizione riproposte dai Borghi albesi, sotto il cappello della Giostra delle Cento Torri.

 

Calici tintinnanti e atmosfera di festa accompagneranno la manifestazione, sempre più capillare sulle colline di Langhe e Roero, nell’appuntamento che fa incontrare gli intenditori di vino, i gourmet e chi desidera appassionarsi all’arte e alla cultura del basso Piemonte, facendosi cullare dalla bellezza dei vigneti e delle colline che nel 2014 l’Unesco ha riconosciuto quale Patrimonio mondiale dell’Umanità.

 

Tra gradite conferme e piacevoli novità, ecco i punti salienti di questa 45 a edizione di Vinum.

 

Dalle 10.30 alle 20 di ciascuno dei sette giorni della manifestazione, la Città di Alba si aprirà a enoturisti e wine lovers alla scoperta delle proposte enologiche della kermesse, che vedrà un ruolo di primo piano per il Palazzo Mostre e Congressi “G. Morra” di piazza Medford, che ospiterà “I grandi vini rossi delle Langhe”, a partire dagli iconici Barolo DOCG e Barbaresco DOCG, grazie alla collaborazione con il Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani. Piazza Bubbio, davanti all’ex tribunale, vedrà nuovamente protagonista il Consorzio di tutela Barolo Barbaresco Alba Langhe e Dogliani con “I vini bianchi delle Langhe”, accompagnati dallo street food proposto dal Borgo Moretta. Ad arricchire l’offerta di piazza Rossetti, il Consorzio di tutela Roero insieme al Consorzio del Vermouth di Torino e all’associazione Cantine di Alba, degustando le proposte gastronomiche dei Borghi del Fumo, Santa Rosalia e Santa Barbara. Il Cortile della Maddalena, con ingresso da piazza Falcone, offrirà quindi i vini del Consorzio Barbera d’Asti e Vini del Monferrato, del Consorzio di tutela del Gavi, del Consorzio di tutela del Brachetto d’Acqui, oltre a fornire una panoramica su Freisa di Chieri DOC, Collina torinese DOC, Erbaluce Caluso DOCG, Carema DOC e Canavese DOC.

 

Il “salotto” della Città vedrà inoltre protagonisti – in una sorta di atlante nel calice della viticoltura mondiale curato da GoWine – i vini di tutto il mondo, spaziando fra i cinque continenti: ogni Paese sarà rappresentato da un vino (in alcuni casi privilegiando varietà autoctone del luogo), con etichette dai principali Paesi europei (Francia, Spagna, Grecia e Austria), dai Paesi del cosiddetto “Nuovo mondo” (Sud africa, Cile e Argentina in America Latina, Australia e Nuova Zelanda in Oceania) con alcune chicche in Asia, dal Libano alla Cina, e in California e Messico. A dare ulteriore lustro al Cortile della Maddalena, la Regione Valle d’Aosta e la Città gemella di Medford con i rispettivi vini e un ricco banco d’assaggio con le preziose degustazioni di grappe prodotte dalle aziende aderenti al Consorzio di Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo, mentre dell’offerta sul fronte food si occuperanno APRO Accademia Alberghiera di Alba e i borghi Brichet e San Martino.
Piazza San Paolo, infine (presso la quale sarà costante la copertura dell’evento a cura di Radio Alba), vedrà protagonisti l’Asti Spumante DOCG e il Moscato d’Asti DOCG (in degustazione mixati in sorprendenti e rinfrescanti cocktail grazie al Consorzio dell’Asti DOCG, con la sua Ape Asti Glam), insieme al Dolcetto nelle sue declinazioni del Diano d’Alba DOCG, Dogliani DOCG e Dolcetto d’Alba DOC, con lo street food a cura dei borghi San Lorenzo, Rane e Patin e Tesòr e con la Nocciola Piemonte IGP in collaborazione con la Confraternita della Nocciola Tonda Gentile di Langa.

 

Per chi alle degustazioni volesse affiancare un approfondimento sui segreti delle denominazioni, Sala Beppe Fenoglio – all’interno del Cortile della Maddalena – sarà teatro di Vinum Lab, un ricco calendario di appuntamenti organizzato in collaborazione con AIS Piemonte, con le Master Class curate dal sommelier Andrea Dani. In ciascuno dei 7 giorni di Vinum – aperti alle ore 11 da “I Formaggi DOP incontrano i grandi Vini”, connubio perfetto con le degustazioni guidate dall’ONAF, protagonista anche a Palazzo Mostra e Congressi con l’Isola dei formaggi DOP del Piemonte, tutti i giorni della manifestazione dalle 10.30 alle 20 –, alle ore 17 è prevista una Master Class che vedrà l’abbinamento del vino con un piatto preparato dallo chef Fulvio Siccardi, che proporrà i prodotti di eccellenza DOP e IGP della Regione Piemonte. Fra i protagonisti, anche i vini della Città gemella di Medford e della Valle d’Aosta, l’associazione GoWine, il Consorzio di Tutela Grappa del Piemonte e Grappa di Barolo, il Consorzio Alta Langa e la Cooperativa Emmaus.

 

Presso il Castello di Roddi, Vinum a Tavola, cinque percorsi gastronomici a cura di grandi chef del panorama nazionale arricchiranno la proposta di questa edizione: completati da una ricca proposta di vini delle principali DOC e DOCG piemontesi “al calice”, con una scelta tra 80 etichette, i partecipanti potranno scegliere liberamente o lasciarsi guidare dai consigli dell’Associazione Italiana Sommelier. Alle 20 Raffaele Lenzi (Ristorante al Lago di Torno, 1 Stella Michelin), poi Michele Minchillo (Vitium Restaurant di Crema, 1 Stella Michelin); seguito da Davide Palluda (All’Enoteca di Canale, 1 Stella Michelin) e sabato 29 da Paolo Griffa (Caffè Nazionale di Aosta, 1 Stella Michelin), chiudendo il 30 aprile con Luigi Taglienti (Ristorante IO Luigi Taglienti di Piacenza, già 1 Stella Michelin).

 

Novità anche per Vinum in Cantina, nato allo scopo di soddisfare le esigenze degli enoturisti e dei gourmet di tutto il mondo, in ciascuno dei sette giorni di Vinum è riproposto con la possibilità di visitare alcune tra le più importanti cantine di Langhe, Roero e Monferrato selezionate da grandi chef che, al termine del tour, prepareranno uno speciale aperitivo abbinato al vino dell’azienda ospitante. L’esperienza è completa di un servizio navetta con andata e ritorno da Alba, con partenza da piazza Medford alle ore 16 e ritorno alle 19. Il calendario prevede sabato 22 aprile la green experience (il progetto targato Coldiretti Cuneo che mira a diffondere una viticoltura orientata alla qualità sempre più sostenibile e globale) con l’abbinamento tra la cantina Rocca Giovanni e lo chef Alessandro Mecca, domenica 23 aprile l’accoppiata tra Marchesi di Barolo e lo chef Raffaele Lenzi, lunedì 24 aprile la green experience con lo chef Michele Minchillo presso Cà del Baio, martedì 25 aprile lo chef Flavio Costa presso la Tenuta Carretta, sabato 29 aprile la green experience presso l’Azienda Piazzo Comm. Armando con lo chef Eugenio Boer, domenica 30 aprile lo chef Paolo Griffa presso la cantina Cecilia Monte e lunedì 1° maggio lo chef Luigi Taglienti presso la cantina Cordero di Montezemolo.

 

Prima assoluta di quest’anno i Corsi di Cucina, all’interno del Castello di Roddi, in una delle più belle scuole di cucina italiane, attraverso corsi teorico-pratici di cucina verranno insegnate le ricette della tradizione di Langhe, Monferrato e Roero e i grandi piatti icona di importanti chef che guideranno le lezioni. Nelle pertinenze dell’antico maniero, 7 modernissime postazioni in acciaio, complete di tutti gli attrezzi da cucina, vedranno protagonisti i partecipanti, sempre coinvolti in prima persona, che avranno la possibilità di degustare ciò che si prepara, accompagnato da un calice di vino, ricevendo in omaggio il materiale didattico con la ricetta e il grembiule. Il calendario delle esperienze, sempre alle 10.30, prevede sabato 29 Eugenio Boer (Ristorante [Bu:r] di Milano, già 1 Stella Michelin), chiudendo infine domenica 30 con Paolo Griffa (Caffè Nazionale di Aosta, 1 Stella Michelin) e lunedì 1° maggio con Luigi Taglienti (Ristorante IO Luigi Taglienti di Piacenza, già 1 Stella Michelin).

 

Anche quest’anno Vinum sarà arricchito da una serie di appuntamenti a corollario della manifestazione, come Vinum Outdoor a partire dalle “Passeggiate gourmet” curate da Confartigianato Cuneo, che vedranno il Castello di Roddi come meta. Ad ampliare l’offerta outdoor, anche il tour dei cru “I grandi vigneti del Barolo” promosso da Strada del Barolo. Venerdì 28 aprile alle ore 20, con partenza da piazza Prunotto, i più sportivi potranno cimentarsi in 1/4 di Vinum Maratona, 10,550 km di corsa podistica non agonistica a carattere ricreativo. Domenica 30 aprile alle 17.30, in piazza Risorgimento, per il tredicesimo anno la Città di Alba ospiterà i festeggiamenti per l’International Jazz Day – evento gratuito creato nel 2011 per sostenere la multiculturalità e l’inclusione grazie al linguaggio musicale del jazz –, con un eccezionale quintetto composto da Filippo Cosentino alla chitarra/basso, Gaetano Tucci al sassofono, Alessio Pamovio al pianoforte e Daniele Bertone alla batteria con John Type.

 

Infine doppio appuntamento, lunedì 1° maggio, quando dalle ore 9 le colline intorno ad Alba si animeranno in virtù della Caccia al tesoro nelle Langhe organizzata da Turismo in Langa. A chiudere la giornata, gli eventi folkloristici che culmineranno nel centro cittadino di Alba alle 15 in piazza Risorgimento con il festival “Bandiere per un amico”, curato dalla Giostra delle Cento Torri.

 

1

Articoli Simili
I più letti del mese
OAD E LA CLASSIFICA 2021 DEI 150 MIGLIORI RISTORANTI EUROPEI
Opinionated About Dining (OAD), la piattaforma globale di recensioni di ristoranti diSteve Plotnicki che celebra il meglio del talento culinario mondiale, ha annunciato lasua attesa classifica dei migliori ristoranti eur... Leggi di più
BIANCO SICILIA DOC 1934 CVA CANICATTÌ
Abbiamo degustato Bianco Sicilia doc 1934, bianco della CVA Canicattì, vino di cui non è la prima volta che parliamo in quanto l’abbiamo selezionato come bianco adatto anche ad accompagnare anche piatti di carne co... Leggi di più
LA CRESCITA DELL’EXPORT VINICOLO ITALIANO E VERAISON GROUP SPA
In francese veraison indica la fase in cui il grappolo giunge a maturazione cambiando la sua pigmentazione, che per noi è l’invaiatura. In italiano, adesso, veraison potrebbe rappresentare la volontà di crescere su... Leggi di più
LA STRADA DEL TARTUFO PASSA PER APPENNINO FOOD
Dire che l’autunno è tempo di tartufi è riduttivo considerato che ce ne sono in ogni stagione, ma non è informazione sorprendente. Affermare invece che a decretare il pregio dei tartufi non sia la terra di provenie... Leggi di più
GELATI NON SOLO D’ESTATE
Si è soliti ritenere che l’estate sia la stagione dei gelati, ed è un’affermazione ovvia perché il caldo richiama alimenti e bevande freschi, ma anche inesatta perché il gelato non ha stagioni. Ci viene da pe... Leggi di più
I 12 VINI ITALIANI E FRANCESI DA NON PERDERE SULLA TAVOLA DELLE FESTE
Natale è passato ma le feste non sono ancora finite, c’è ancora spazio per cene e brindisi. La notte del 31 Dicembre è alle porte e con lei la sontuosa cena che accompagna il passaggio al nuovo anno, seguiranno il ... Leggi di più
CHE STOFFA DI CHAMPAGNE | ABBINAMENTO “TATTILE”
Lo Champagne, si può degustare senza accompagnamenti, ma le occasioni di abbinarlo al cibo non mancano: l’accostamento viene effettuato in base alle caratteristiche dello Champagne, in base cioè alle percezioni olf... Leggi di più
IL MAGICO PAESE DI NATALE PROMUOVE TERRITORIO, ENOGASTRONOMIA E TURISMO
Quella di Babbo Natale è una favola alla quale credono o sono affezionate oramai decine di generazioni di grandi e di bambini, ma nessuno probabilmente ci ha mai creduto così tanto come Pier Paolo Guelfo, imprenditore di... Leggi di più
SHAMBALA UN GIARDINO INCANTATO ASIAN STYLE CON CUCINA FUSION
Shambala  riapre per la bella stagione il suo giardino, per cene in tutta sicurezza e per un doppio appuntamento con il brunch, il sabato e la domenica. Shambala, la locanda asiatica dai grandi alberi, presente da più di... Leggi di più
Il Dolce di Natale, leggero e salutare, firmato da Carlo Cracco
Buono e salutare rappresentano un binomio che talvolta, con un certo senso di rassegnazione, consideriamo alla steregua di un ossimoro. Anche perché i cibi veramente golosi, a torto o a ragione, riteniamo che facciano ma... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.