14feb 2024
Vignaioli Valle di Mezzane: valorizzare l’identità del territorio
Articolo di: CityLightsNews

Sono molteplici i fattori che intervengono a determinare le caratteristiche di un vino. Sicuramente il vitigno, ossia l’uva utilizzata per produrlo. Ma anche l’affinamento svolge un ruolo importante, in quanto un vino è lungamente invecchiato in piccole botti di legno avrà caratteristiche diverse rispetto a un altro maturato per alcuni mesi in vasche di acciaio e poi commercializzato.

 

Altri fattori, oltre alla conduzione del vigneto e alla vinificazione, sono; l’esposizione, le caratteristiche morfologiche, la collocazione geografica, il terreno, il clima.

 

Pertanto due vini prodotti con le stesse uve, vinificati con le medesime procedure ma di due vallate della stessa zona geograficacon suoli e microclimi differenti, alla degustazione risulteranno diversi.

 

Ciò spiega perché in numerose zone vitivinicole Doc, sono delimitate alcune sottozone proprio perché si differenziano, per quanto detto, dalla restante area. Fatta questa premessa, tredici produttori di vini doc Valpolicella e/o Soave della Valle di Mezzane nell’Est Veronese a cavallo tra le due denominazioni di origine, si sono costituiti in gruppo mutuando il nome dalla loro Valle, ossia Vignaioli Valle di Mezzane.

 

Le tredici Aziende Agricole hanno storie, origini, obiettivi, ambizioni e orientamenti differenti anche nella conduzione del vigneto - in biologico, biodinamico e integrato - e attorno a questo progetto intendono amalgamarsi, conoscersi, aiutarsi, divertirsi, migliorarsi nel rispetto delle proprie identità e approfondire assieme la conoscenza del loro territorio di produzione.

 

Primo passo per conseguire questo ultimo scopo è stato l’incarico per realizzare Carta dei Suoli delle aziende del Gruppo al pedologo Giuseppe Benciolini, già autore di mappature simili per progetti di zonazione vinicola in diverse zone, tra cui Soave, Valpolicella, Prosecco, Cartizze e Lambrusco Reggiano.

 

Le Carte dei suoli, sono uno strumento importante per definire la conduzione del vigneto, orientarla sempre di più alla qualità delle uve, e oggi assumono un’ulteriore valenza per fronteggiare e interpretare al meglio i cambiamenti climatici e quindi l’annata, salvaguardare il territorio e conoscere le peculiarità e le differenze fra la Valle di Mezzane e le altre Vallate e gli altri areali della Doc Valpolicella e Soave.

 

Attraverso la valorizzazione e lo studio della viticoltura il Gruppo sostiene e sollecita il Consorzio di Tutela Vini Valpolicella nel progetto di definizione di sottozone nella Doc Valpolicella (8.617 ettari di vigneto - fonte Banche dati Regionali) in aree che rispecchiano la morfologia del territorio, i differenti climi e suoli. Si tratta di un progetto molto importante per le tredici aziende della Valle di Mezzane finalizzato a mettere sempre di più in luce le differenze fra le diverse vallate e per avere tutti più identità all’interno della importante denominazione veronese.

 

Alle attività di promozione dei vini e del territorio della Valle di Mezzane il Gruppo affiancherà un percorso di crescita professionale che riguarderà aspetti tecnici della viticoltura, della vinificazione, il confronto con le produzioni di altre zone vitivinicole, ma anche approfondimenti circa temi importanti quali la parità di genere in agricoltura e i progetti di sostenibilità per convivere in armonia con la popolazione del territorio.

 

Insomma i Vignaioli della Valle di Mezzane si prefiggono, nel rispetto del proprio territorio e delle denominazioni che vi insistono, come obiettivo primario la conoscenza più intima delle loro Aziende, della loro Vallata, della sua identità e delle sue differenze come valore da portare nel mondo.

 

Alcuni Vignaioli della Valle di Mezzane hanno partecipato “Amarone Opera Prima”, evento del Consorzio di Tutela vini Valpolicella che svoltosi il 3 e 4 febbraio 2014 presso il Palazzo della Gran Guardia a Verona.

 

Le tredici aziende agricole dei Vignaioli Valle di Mezzane: Benini Alessandro; Marinella Camerani; Falezze di Luca Anselmi; Grotta del Ninfeo; I Tamasotti; Il Monte Caro; ILatium Morini; Le Guaite di Noemi; Talestri; Massimago; Carlo Alberto Negri; Roccolo Grassi; Giovanni Ruffo.

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
PAOLO-STELLA-E-SAMMONTANA-PER-ANT
Quando la presentazione di un libro può raggiungere diversi obiettivi e molto positivi per la collettività. Paolo Stella, autore del libro “Per Caso (tanto il caso non esiste)”, pubblicato da Mondadori, a due... Leggi di più
MURALIA, VINI MAREMMANI DALL’ACCENTO INTERNAZIONALE
Abbiamo incontrato Stefano Casali (foto 1), in rappresentanza della Società Agricola Muralia, a un press lunch organizzato dall’Agenzia di Comunicazione PR Comunicare il Vino al ristorante il liberty di Miano. E&rs... Leggi di più
CACCIA AL TARTUFO CON IL TARTUFAIO E PRANZO AL TARTUFO
L’iniziativa di Savini Tartufi propone la Truffle Bite Experience, una mattina con pranzo che ruota attorno al tartufo. L’esperienza si svolge in Toscana, in un casolare in collina che domina 30 ettari di bo... Leggi di più
I MIGLIORI COCKTAIL DEL LAGO DI COMO ALLA COMO LAKE COCKTAIL WEEK
Sorseggiare un ottimo cocktail vista lago, fare un cocktail tour in barca o imparare a creare a casa cocktail perfetti ? Si può, dal 3 al 7 luglio, la prima edizione della Como Lake Cocktail Week, una 5 giorni all’... Leggi di più
CARPACCIO BATTUTO CON PORCINI E FIORI DI ZUCCHINA
A OMEGNA IL CANNOLO PIÙ LUNGO DEL MONDO
Al Forum Omegna (VB) il prossimo 11 dicembre, alle ore 10:00, l’appuntamento sarà con il Cannolo più lungo del mondo. Oltre 30 metri di lunghezza per 10 centimetri di diametro e più di duecento chilogrammi di ricot... Leggi di più
ENRICO RIZZI PRESENTA LA SUA “COLLEZIONE NATALE 2022” AL PARK HYATT
Il Natale di Enrico Rizzi  è sicuramente tra i più promettenti considerato l’ampio assortimento che offre la collezione presentata al Park Hyatt: macarons, praline, gianduiotti, cioccolati, caramelle, marrons glacé... Leggi di più
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padell... Leggi di più
CHEF CLAUDIO SADLER E CHAMPAGNE NICOLAS FEULLATTES: LA PIZZA DI CECI
A OLIO OFFICINA FESTIVAL 2021 IN DIRETTA STREAMING
Olio Officina Festiva si terrà quest’anno i giorni 4, 5 e 6 febbraio 2021, con un extra, domenica 7, interamente dedicato agli assaggi degli oli extra vergini di oliva.La pandemia, oltre a non permettere la realizz... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.