22set 2019
THE MANZONI TOM DIXON, UNA CUCINA ITALIANA DALL’ACCENTO INGLESE
Una nuova location che riprende lo stile inglese del designer Tom Dixon
Articolo di: Fabiano Guatteri

Da piazza dalla Scala a piedi si arriva in un attimo a The Manzoni MilanoTom Dixon. (foto 2) Insegna inglese, se si vuole. Tom Dixon è il designer del Design Research Studio di Londra che ha voluto e progettato questa location dallo stile britannico, un ristorante arredato con elementi di acciaio, ottone, pietra lavica, marmo capace di comunicare sensazioni di grezzo, di naturale.

 

Il locale, 100 coperti, si sviluppa in profondità (foto 3) sino ad arrivare all’ampia cucina a vista (foto 4) diretta da Davide Figliolini, chef con esperienza internazionale.  La composizione della carta è sostanzialmente italiana, con qualche piatto milanese, e comprende alcune preparazioni internazionali. In cantina non mancano buone referenze.

 

Veniamo alla cucina di The Manzoni Milano.

 

Il polpo passato alla piastra o al forno è un piatto da anni onnipresente nella ristorazione perché non ha ancora smesso di piacere. Ci piace provarlo anche perché ci permette di capire le differenti interpretazione di questa portata da ristorante a ristorante, da cuoco a cuoco. A The Manzoni Milano abbiamo provato il polpo croccante e crema di patate fumé (foto 5) che non poteva passare inosservato perché è raro trovare un’esecuzione così vicina alla perfezione. Lo spessore dei tentacoli ci ha permesso di “affondare i denti” così non solo da far felice il gusto, ma di apprezzarne la consistenza tenera senza essere troppo cedevole e la croccantezza superficiale data da una sottilissima crosticina che avvolge uniformemente i tentacoli.

 

Se la compattezza del polpo era perfetta altrettanto dobbiamo dire della consistenza dei mezzi paccheri di Gragnano “Gerardo di Nola” aglio, olio, peperoncino, pomodori secchi e calamari (foto 1). In genere se una pasta non è scotta né troppo al dente, si sorvola sulla consistenza per arrivare subito al sapore che ci permette di capire se ci piace e quanto. In questo caso è la consistenza che ci fa indugiare prima di valutare il sapore. Consistenza al dente senza oscillare tra il troppo e il troppo poco, sicuramente grazie alla cronometrica precisione della cottura, unita alla eccellente qualità della pasta. La salsa ha una nota piccante molto contenuta (in stile più inglese che mediterraneo) e il calamaro è la nota che lo chef ha aggiunto a un piatto della tradizione così da farne una portata d’autore.

 

Il maialino bieta e salsa di fragole (foto 6) è una portata molto armonica: la nota fruttata è discreta e nell’elaborazione della salsa lo chef utilizza tecniche di fermentazione; la carne è piastrata dopo la cottura al vapore da un solo lato in modo enfatizzare il contrasto tra consistenza tenera e croccantezza. Se avesse senso confrontare questo piatto con il polpo diremmo che quest’ultimo ci ha maggiormente emozionato.

 

Per dessert il tiramisù artigianale (foto 7).

Per concludere abbiamo sperimentato una cucina lineare, più che collaudata che non rinuncia alla ricerca. Lo chef mette in gioco il proprio talento e non abbiamo incontrato nessun piatto banale o scontato. Cotture al vapore e a bassa temperatura si uniscono alle altre, conoscenza dei fermentati, Davide Figliolini si muove con grande disinvoltura, ma anche con l’umiltà e la professionalità di chi è disposto a mettersi in discussione.

1

2

3

4

5

6

7

Indirizzo : via Manzoni 5 Milano
Telefono : +39 02.89094348
Articoli Simili
I più letti del mese
Il progetto BioQitchen “Fair Food Innovation Lab”
Mauro Benincasa (a destra nella foto 1), Ceo del Gruppo HQ Food & Beverage, ha presentato alla stampa BioQitchen “Fair Food Innovation Lab” brand che affianca le altre tre anime del gruppo operative in divers... Leggi di più
BOLLICINE DAL MONDO, L’APP ON-LINE
Sul palco del Teatro Manzoni di Milano ha debuttato la prima edizione della guida BOLLICINE DEL MONDO innovativo progetto editoriale, in formato esclusivamente digitale, dedicato al meglio della produzione dei vini spuma... Leggi di più
LOCANDA RADICI: SOSTENIBILITÀ, CONTEMPORANEITÀ E SAPORI DELLA MEMORIA
La Locanda Radici si trova a Melizzano, nel Sannio Beneventano, alla confluenza dei fiumi Calore e Volturno, sulle prime pendici occidentali del Taburno.   È luogo non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di giaci... Leggi di più
LA MISCELA PERFETTA PER IL TIRAMISÙ ? È DOLCE DI GOPPION CAFFÈ
Si chiama Dolce ed è la storica miscela di Goppion Caffé  per fare un tiramisù perfetto. Chi lo dice? L’ Accademia del Tiramisù,  durante la serata dedicata alla scoperta della torrefazione. L’annuncio è stat... Leggi di più
IL GRANDE EVENTO DELL’ASSOCIAZIONE VITICOLTORI DI GREVE IN CHIANTI
I Viticoltori di Greve in Chianti si sono riuniti in una associazione di produttori del territorio lo scorso anno e, durante l’evento di presentazione della loro attività nel novembre 2021, hanno raccontato la prop... Leggi di più
ZENI1870 E IL MUSEO DEL VINO MULTIMEDIALE
Dopo quasi due anni di lavoro dedicato alla raccolta e alla catalogazione di foto e di reperti, è stato inaugurato l’Album Digitale del Museo del Vino di Zeni1870, risultato di una collaborazione con vari attori qu... Leggi di più
SARANNO FAMOSI - PROMESSE MANTENUTE, A CURA DI PAOLA RICAS
Il libro “Saranno Famosi” mutua il nome dall’omonima rubrica del mensile La Cucina Italiana, pubblicata quando il magazine era diretto da Paola Ricas. La rubrica era curata da Tony Cuman raffinato somme... Leggi di più
Matteo Torretta è il nuovo chef di  El Porteño Gourmet Milano
El Porteño Gourmet è un ristorante argentino inaugurato nel dicembre del 2019 in pieno centro cittadino, in via Speronari 4.   L’interior design (foto 1 e 2) è firmato da Angus Fiori architects, studio curatore d... Leggi di più
CARNEVALE, MA CON STILE, DA MARCHESI 1824
In occasione di Carnevale, Marchesi 1824 e il Pastry Chef Diego Crosara presentano chiacchiere, tortelli, torte e biscotti decorati in tema carnevalesco.   Ecco le proposte Tortelli: selezione di tortelli vuoti, uvett... Leggi di più
LE GUIDE FOOD DORCHESTER COLLECTION DOVE SCOPRIRE LE METE PIÙ INSTAGRAMMABILI
Le #DCmoments City Guides, ossia e guide ai monumenti e ai siti di interesse architettonico e artistico delle città in cui sono presenti gli hotel Dorchester Collection si sono rivelate progetto vincitore degli Shorty Aw... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.