15ago 2022
ALLA TENUTA CASADEI SONO NATI FILARE 23 E LE PETIT
Articolo di: CityLightsNews

Un Viognier e un Petit Manseng sono i nuovi vini di Stefano Casadei.

Si chiamano Filare 23 (foto 2) e Le Petit (foto 3) vinificati con approccio Biontegrale®,  un metodo improntato sulla salvaguardia della natura, etico che combina il lavoro dell’uomo con la natura e l’ecosistema circostante per realizzare vini fortemente identitari.

Filare 23 e Le Petit, ossia un Viognier e un Petit Manseng entrambi in purezza, sono due vini d’autore, due interpretazioni della Tenuta Casadei, una vera e propria tenuta-giardino tra le colline e il mare, che opera nel rispetto della natura e della biodiversità. Un territorio dal clima ideale, ricco di minerali e suoli di origine alluvionale, su pendii che digradano verso il mare, lontano solo 13 chilometri. È qui che dalla terrazza della tenuta si può ammirare un paesaggio fecondo in tutte le stagioni grazie alle perfette geometrie create dai vigneti, dagli alberi da frutto, dall’orto e dalle piante officinali che segnano i confini della tenuta.

Filare 23 e Le Petit nascono dallo studio delle interazioni del Viognier e del Petit Manseng con il terroir della nostra Tenuta –afferma Stefano Casadei, anima del progetto produttivo. La conoscenza maturata nel corso degli anni delle peculiarità di questo areale, che ha caratteristiche pedoclimatiche ideali per apportare un contributo di grande originalità, ci ha guidato nella scelta specifica dell’esposizione e del tipo di suolo con l’obiettivo di dare freschezza, mineralità e profondità a questi vini.

Si è partiti dalla valorizzazione di un territorio come quello di Suvereto attraverso l’interpretazione personalissima di varietà internazionali: il senso della sfida è proprio quello di plasmare, qui dove il territorio dell'alta Maremma diventa dimora di due uve di gran carattere, vini esclusivi e diversi. Ed è proprio qui che Stefano Casadei e Fred Cline (rispettivamente a destra e a sinistra nella foto 1), agli inizi degli anni 2000, hanno trovato il luogo ideale in grado di esaltare le caratteristiche varietali di queste e altre varietà internazionali che grazie all’approccio Biointegrale® si arricchiscono di incisive sfumature territoriali capaci di esaltare il loro profilo varietale.

Filare 23 è ottenuto dalla vinificazione in purezza del Viognier, vitigno diffuso nel Rodano meridionale che qui riesce a coniugare la sua naturale esuberanza olfattiva ad una trama gustativa quasi salina, come diretta derivazione del terroir di Suvereto. Dopo la vendemmia manuale, la fermentazione è svolta in tonneaux di rovere nuovi, la cui tostatura dona complessità al vino, senza velare le peculiarità varietali del Viognier. Durante questa fase di vinificazione, vengono aggiunti acini interi (circa il 15% del peso complessivo) nel mosto. Ne scaturisce un vino di grande personalità, ricco e strutturato, di grande freschezza e dinamicità al palato, ideale da abbinare a preparazioni elaborate, come dei guazzetti di pesce, o piatti della cucina orientale.

Le Petit è una piccola produzione di pregio ottenuta con il Petit Manseng, vitigno tipico della regione pirenaica del Jurancon. Questo vino nasce da un appassimento naturale delle uve in pianta e l’elemento che ne caratterizza la vinificazione è l’uso dell’anfora. Un metodo produttivo che affonda le sue radici nella storia arcaica, che Stefano Casadei ha riscoperto in un viaggio in Azerbaijan nel 2007 decidendo di utilizzarla nella cultura del Biointegrale® per dare maggiore espressività territoriale ai vini. L’anfora, infatti, grazie alla sua porosità consente una buona ossigenazione e garantisce un’ideale conservazione/affinamento del vino, che promuove l’espressione dei caratteri aromatici varietali.
Dopo la vendemmia manuale del Petit Manseng, che avviene entro la fine di ottobre, la vinificazione è svolta in anfore di terracotta dell’Impruneta, prodotte nella zona del Chianti Fiorentino a rimarcare idealmente l’essenza territoriale di questa nuova etichetta. Dopo la fermentazione il vino riposa ancora in anfora ed in parte in barrique. L’affinamento è completato da un’ulteriore maturazione in bottiglia per sei mesi. Ricco di sfumature che richiamano i datteri, le albicocche disidratate e la marmellata d’agrumi, questa vendemmia tardiva riesce a mantenere il sorso in perfetto equilibrio tra richiami dolci e sensazioni fresche. Ideale è l’abbinamento con formaggi di buona stagionatura erborinati e non troppo piccanti. Si presta idealmente ad essere bevuto in buona compagnia come vino da meditazione.

1

2

3

Articoli Simili
I più letti del mese
FESTIVAL DELLE BIRRETTE #FOLKEDITION: TRE GIORNI DI BALLI E MUSICA
Festival delle Birrette #FolkEdition: una festa lunga tre giorni con balli e musica popolare. A mare culturale urbano, dal 25 al 27 maggio 2018 III edizione del Festival delle birrette  di cui abbiamo detto qui:  tre gi... Leggi di più
LIFE IS A BUBBLE E IL PAS DOSÉ ANGELO LE VIGNE DI ALICE
Le Vigne di Alice, è una giovane azienda a conduzione femminile nata nel 2005 per opera di  Cinzia Canzian, nella zona del Conegliano Valdobbiadene Docg.   La filosofia aziendale è da subito volta alla valorizzazione d... Leggi di più
20 MAGGIO 2020 GIORNATA MONDIALE DELLE API
Albert Einstein disse che “Se un giorno le api dovessero scomparire, all’uomo resterebbero solo quattro anni di vita”. E se il genio avesse ragione? E, comunque, ha fatto bene Rigoni di Asiago, azienda ... Leggi di più
LA PIZZA PROVOCA SETE E GONFIORE? CAMBIA PIZZERIA
Un ristoratore chiese a un cliente che aveva appena cenato nel suo locale, se gli fosse piaciuta la sua cucina, e questi rispose che glielo avrebbe saputo dire il giorno dopo. Ed è una risposta molto saggia perché la bon... Leggi di più
LA GIORNATA FAI D’AUTUNNO | CITYLIFE E LE TRE TORRI MILANESI
Domenica 16 ottobre è il giorno della “Fai Marathon 2016”, la Giornata Fai d’Autunno dedicata alla scoperta dei luoghi più belli d’Italia. Oltre 600 i siti aperti in 150 città lungo tutta la Penisola, grazie a 3.500 giov... Leggi di più
WORLD PASTRY STAR 2019: LA PASTICCERIA DALLA CREATIVITA’ AL SUCCESSO ( 1/2 )
Il World Pastry Stars 2019, ( di cui abbiamo parlato qui ) il Congresso di Pasticceria Internazionale organizzato da Italian Gourmet, patrocinato dall’Accademia Maestri Italiani Pasticceri ( AMPI ) e da Relais Dess... Leggi di più
CON UNDUETRIS PRANZETTO DI CITTERIO LA SCHISCETTA È SANA E GIAPPONESE
Con “Unduetris Pranzetto” di Citterio la “schiscetta” è sana e si ispira al design giapponese Citterio, insieme all’Associazione culturale “Il Furoshiki”, ci spiega l’arte ... Leggi di più
PINOT NERO OLTREPÒ PAVESE, VINO DI TERROIR
In una mattina tardo autunnale nella suggestiva location che ospitava la storica Taverna Moriggi, abbiamo partecipato a un evento dedicato all’Oltrepò Pavese, o meglio, al Pinot Nero dell’Oltrepò. Si è parlat... Leggi di più
I 100 PIATTI DEL PROSECCO DI SANDRO BOTTEGA
L’autore de I 100 Piatti del Prosecco, Sandro Bottega, ha voluto raccontare la gastronomia della terra del Prosecco attraverso la raccolta di cento ricette a partire dagli stuzzichini da servire con l’aperiti... Leggi di più
CARNEVALE AMBROSIANO, I VINI, LE CHIACCHIERE E LA ROSA
C’era una volta il Carnevale Ambrosiano. E sì, bisogna proprio cominciare così a raccontare anche gli eventi in corso, come lo storico Carnevale di Milano che dopo quattro giorni senza baldoria, purtroppo, si concl... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.