24mag 2019
IN OCCASIONE DEL VENTESIMO ANNIVERSARIO DEL RISTORANTE OSAKA...
Articolo di: Fabiano Guatteri

I cultori della cucina giapponese hanno visto con grande interesse nascere Osaka alla fine degli anni novanta. Un ristorante a conduzione femminile di cucina giapponese tradizionale, uno dei primi in cui si poteva ordinare il ramen, piatto all’epoca sconosciuto ai più. 

 

La proprietaria Naoko Aoki (foto 1), non ancora trentenne, aprì  Osaka a Milano, sull’esempio dell’omonimo parigino, e fu proprio il proprietario di quest’ultimo  a incoraggiarla a intraprendere l’avventura milanese. Parigi all’epoca vantava una ristorazione nipponica ben più salda di quella meneghina, realtà ancora molto provinciale che oltre ad alcuni ristoranti storici al tramonto, conosceva solo piccole realtà nate sull’esempio di Poporoya, bottega di prodotti alimentari giapponesi sorta negli anni ottanta in via Eustachi che riforniva soprattutto la comunità nipponica e che successivamente si trasformò in sushi bar, il primo a Milano. 

 

Osaka nei primi anni del nuovo millennio era uno dei pochi punti di riferimento di cucina nipponica completa, con il ramen ordinato soprattutto dalla clientela giapponese mentre il sushi si dimostrò apprezzatissimo dagli italiani. A dirigere la cucina dal 2011 chef Ikda che ha mantenuto un continuo rigore nella preparazione dei piatti e propone una cucina molto pragmatica, senza fronzoli o inesattezze che ne fa ancora oggi, in una realtà ristorativa giapponese completamente mutata, un punto di riferimento.

 

Ora che innovazione, proposte nippo fusion, alta ristorazione giapponese costituiscono un forte tassello della realtà etnica cittadina, Osaka rimane sempre un porto sicuro per assaporare piatti classici. Va da sé, però, che lo chef ha fatto propri alcuni ingredienti del territorio che meglio si adattano alla sua cucina che comprende qualche garbata variante. Da dire, per rassicurare i più tradizionalisti, che il sous chef Takimoto, dopo 20 anni di esperienza a ristorativa a Osaka, garantisce il côté classico attraverso rigorose applicazioni apprese nella madrepatria. Di fatto però, l’impiego di prodotti italiani stagionalizza in parte questa cucina che pertanto ogni sei mesi cambia menu. 

 

Va ancora detto che Naioko Aoki ha sempre promosso il dialogo tra ristoranti nipponici a Milano ed è infatti cofondatrice di AIRG, l’Associazione Italiana Ristoratori Giapponesi che ha anche presieduto.

 

In occasione del ventesimo compleanno il ristorante ha aperto le porte a clienti e amici, per festeggiare con bollicine, birra e sake alcune preparazioni.

 

Anniversario che ha portato due novità ossia un Bento speciale per assortimento da proporre a pranzo dal 18 giugno per una settimana al prezzo di 20 euro e a cena l’Hassun una portata formata da 8 piccoli in stile Kaiseki l'alta cucina giapponese, disponibile dal 25 giugno per una settimana al prezzo di 20 euro. 

 

1

Indirizzo : Corso Garibaldi, 68 Milano
Telefono : 02.29060678 cel. 331.1059517
Articoli Simili
I più letti del mese
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più
TARTARE AL MISO SENZA UOVA
MILANO-BOLOGNA: DUE CITTÀ DUE PRIMATI... DA GUINNESS
Due città, Milano e Bologna. Due contesti diversi, l’Adunata degli Alpini nel primo caso, gli eventi di FICO nell’altro. La mortadella sotto la Madonnina, la sfoglia di pasta all’ombra delle Due Torri. ... Leggi di più
I MIGLIORI COCKTAIL DEL LAGO DI COMO ALLA COMO LAKE COCKTAIL WEEK
Sorseggiare un ottimo cocktail vista lago, fare un cocktail tour in barca o imparare a creare a casa cocktail perfetti ? Si può, dal 3 al 7 luglio, la prima edizione della Como Lake Cocktail Week, una 5 giorni all’... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
"L'ESEMPIO È LA PIÙ ALTA FORMA DI INSEGNAMENTO"
Se è vero che il futuro dipende da ognuno di noi, allora il futuro è già. 
L’unico modo per intravederne le mosse è di fare un passo indietro. 
Nel caso della cucina, un passo indietro fino alle radici dei nostri s... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.