11apr 2020
UN’ULTIMA SELEZIONE DI DOLCEZZE PASQUALI: COLOMBE, UOVA...
Articolo di: Michele Pizzillo

La colomba, le uova di cioccolato, l’agnello, e …. Lasciamo perdere, perché è una Pasqua davvero strana, Così strana che, molto probabilmente, non sarà possibile mettere in tavola tutto quello che sarebbe desiderato. E, aspetto peggiore, quello di non poter mettere attorno alla tavola le persone più care.
Mettiamola diversamente, allora. Prendiamo nota di tutto quello che avremmo voluto desiderare – qualcosa la suggeriamo nelle note che seguono - e, appena le cose cambieranno, metteremo un attimo l’orologio indietro e anche se siamo in estate, faremo finta di festeggiare la Pasqua che, da calendario, è il 12 aprile.


Le Colombe


Fiasconaro 

Siccome Fiasconaro è sinonimo di qualità, diventa un problema quale colomba scegliere, nel caso non si voglia approfittare della gamma completa, opzione da prendere in considerazione visto che quest’anno la Pasqua potrebbe anche essere festeggiata con qualche settimana di ritardo, cioè ad emergenza conclusa. Stante la bellezza e la perfezione identiche a tutte le colombe, la scelta va fatta solo sulle preferenze di gusto, perché tutta la produzione di Nicola Fiasconaro ha le medesime caratteristiche qualitative: lievitazione naturale della pasta madre, un processo lento (fino a tre giorni) - che dona ai prodotti una morbidezza un sapore ed una fragranza particolare ; lavorazione rigorosamente artigianale, ingredienti selezionati privilegiando le produzioni tipiche della Sicilia, dal pistacchio alle arance, dalle mandorle alla pregiata Manna delle Madonie, dal miele ai canditi d’arancia (foto 2). Poi c’è la gamma dalle colombe soffici e fragranti da cui scegliere. Da “Oro di Manna” con cioccolato gianduia e crema alla manna da spalmare a “Marron Noir” che suggella il gemellaggio tra Sicilia e Piemonte con marroni canditi e cioccolata gianduia, “Oro Verde” con crema di pistacchio a “Oro Bianco” con crema di mandorle, alla colomba classica con canditi d’arancia e, infine, alla Pandorata senza canditi e con
zucchero a velo.


Fidani

Tre colombe artigianali e senza lattosio è la proposta dall’azienda abruzzese Fidani Healthy Food, evoluzione del laboratorio di Annamaria Fidani, Pan di Zucchero di Giuliano. Si tratta della Colomba Classica Mandorlata, quella di Fragoline di Bosco e l’altra di Cioccolato Fondente. Per la classica mandorlata, Fidani ha utilizzato le prelibate mandorle di Bari, cubetti di arancia candita di alta qualità, lievito madre naturale, miele e bacca di vaniglia. Per la due colombe diciamo più creative, la scelta è stata quella di arricchirla una di Fragoline di Bosco, presenti sia nell’impasto sia incastonate nella glassa di copertura (foto 3); e, l’altra, con gocce di cioccolato fondente al 54%. Tutte e tre le colombe sono disponibili in confezioni da 750 grammi ma anche da 100 grammi, per uno spuntino veloce e gustoso e, ovviamente, realizzate in modo artigianale, senza lattosio e senza conservanti.

 

La Pasqualina – Almeno San Bartolomeo (Bg)

La premessa è quella che La Pasqualina non utilizza nessun additivo chimico che possa alterare la natura della sua splendida colomba o prolungarne la conservazione. Niente lievito in polvere, ma solo lievito da pasta madre naturale vivo che ogni mattina viene curato e rinfrescato nel laboratorio, per creare una colomba altamente digeribile, poi scorza di arancia fresca candita e bacca di vaniglia naturale del Madagascar che sono gli ingredienti che permettono di avere un prodotto di eccellente qualità. Impegno e attenzione in ogni processo di selezione e produzione sono sempre alti, anche perché senza l’aiuto di additivi, la lavorazione dell’impasto e tutte le fasi di lievitazione e cottura richiedono la massima precisione.

 

Loison

Cosa ci vuole per preparare un’ottima colomba? Una lievitazione lenta e naturale, ingredienti eccellenti quasi sempre frutto di attenzione e ricerca, cottura lenta, più altri dieci passaggi che è lungo da raccontare; poi l’arte di Dario Loison, terza generazione di una famiglia di pasticceri e, per rendere la colomba anche appetibile alla vista, aggiungere l’eleganza artistica di Sonia Pilla, moglie di Dario, che disegna le confezioni. E, adesso, arriva il momento più difficile, perché c’è l’imbarazzo della scelta, perché Loison propone diverse tipologie di colombe: dalla “Genesi” che è la linea top, con la Classica A.D.1552, la Regal Cioccolato e la DiVigna con uvetta e blend di vini passiti; da quelle a base di frutta come l’amarena e il mandarino tardivo di Ciaculli, il Chinotto di Savona e la camomilla, pesca e nocciola (foto 4); nonché le belle confezioni di latta, quelle country di stoffa e l’elegante cappelliera ; ma anche colombe – li chiama Magnum - da 2, 3 e 5 chili e, senza trascurare i più piccoli, con le colombine da 100 grammi.

 

Pasticceria Martesana – Milano

Le colombe sono da sempre uno dei cavalli di battaglia di Enzo Santoro che impiega almeno 48 ore di lavoro, dalla realizzazione dell’impasto alla lievitazione, dalla cottura alla fase di riposo, oltre ad una selezione e una lavorazione quasi maniacale delle materie prime (foto 5). Segno distintivo di questa colomba è il profumo, che ti avvolge ogni volta che tagli una fetta. Tre le proposte: Colomba Tradizionale, con canditi all’arancia e, in superficie, la granella di zucchero e le mandorle che regalano croccantezza e gusto. Colomba Arancia e Cioccolato: variante della colomba tradizionale divenuta ormai un classico, con dentro all’impasto pezzi di cioccolato scelti e i migliori canditi all’arancia, al di sopra una golosa copertura al cioccolato extrafondente belga. Colomba Fiori di Pesca, ripiena di confettura alla pesca che sprigiona tutta la freschezza e la dolcezza del frutto estivo. Ricoperta interamente di amaretti sbriciolati e cioccolato bianco.

 

 

Tosi – Salsomaggiore Terme

Tosi è una pasticceria storica di Salsomaggiore Terme, dove è nata la focaccia – una sorta di panettone da proporre tutto l’anno quando questo era un prodotto tipicamente natalizio – e, quindi, un laboratorio dove l’innovazione – nella tradizione, ovviamente – è di casa e la selezione degli ingredienti è un obbligo. Così, la colomba Tosi – la ricetta fu messo a punto nel 1965 – è un prodotto raffinato, che richiede una lenta lavorazione, in pratica 54 ore per farne un capolavoro di gusto e leggerezza. Non viene utilizzato alcun conservante, né aromatizzante, ma solo materie prime fresche, come il lievito madre 100% naturale, rigenerato quotidianamente, da oltre 50 anni, all’interno del laboratorio Tosi. L’impasto soffice, quasi vellutato, è leggermente inzuppato nel maraschino Luxardo, che conferisce una grande rotondità di sapore e una persistenza aromatica. A regalare una nota di profumo, la frutta candita di albicocca, ananas e cortecce d’arancia, tagliata a mano e denocciolata direttamente in laboratorio, come una volta. E per finire, un velo di croccante granella di zucchero.

 

Galup 

La “Linea Senza Glutine” di Galup comprende due Colombe Gran Galup che conservano le migliori qualità e i sapori della ricetta tradizionale: l’impasto soffice e fragrante – realizzato con preparato senza glutine – con canditi freschi e la copertura di glassa croccante alla Nocciola igp Piemonte arricchita da mandorle intere e granella di zucchero.
Una creazione innovativa che reinterpreta l’antica ricetta di Pietro Ferrua, mantenendone l’eccellenza e adattandola a coloro che hanno la necessità di escludere il glutine dalla propria dieta. La Colomba Gran Galup senza glutine è disponibile nei gusti “Tradizionale” e “Con gocce di cioccolato”.


Le Uova

 

Amedei - Pontedera

Amedei, azienda specializzata nella produzione di eccellente cioccolato artigianale, celebra la Pasqua con una rivisitazione delle sue creazioni più iconiche. E, cioè, quattro varietà di uova dal gusto ricercato tra cui scegliere per un regalo unico e raffinato: Bigusto, Toscano Black 70, Latte & Nocciole e Toscano Red, adatte per soddisfare tutti i palati. Dai semi di cacao più pregiati alla creazione di uova di cioccolato uniche, come l’Uovo Toscano Red: un guscio fondente 70% con bouquet di frutti rossi incastonati al suo interno (fragole, lamponi e ciliegie). Come in uno scrigno, una sorpresa unica e prelibata è custodita all’interno di ciascun uovo: una selezione di praline Amedei accompagna gli iconici sapori della Maison toscana (foto 6). Prezzi consigliati: Toscano Red: 45,00 €; Toscano Black e Bigusto: 43,00 €; Latte&Nocciole: 48,00 €. Poi ci sono gli Ovetti Toscani dai gusti assortiti: 115 grammi di piccole delizie al cioccolato fondente
con ripieno di mandorle, ovetti al latte con ripieno di nocciole e ovetti al cioccolato bianco ripieni di gianduia. Prezzo consigliato: 14,00 euro.

 

Bodrato – Novi Ligure

La novità più importante di Bodrato per la Pasqua 2020 è il progetto del Bean to Bar per selezionare le migliori fave di cacao del pianeta per produrre Uova Tropico 70% e Uova Tropico 90%: semplici, senza decori ma dal solo colore si riconosce la preziosa miscela che li compone, fatta dai tre monoorigine Tanzania, Perù e Repubblica Domenicana in due percentuali diverse. Poi, ci sono l’Uovo Astrazione e l’Uovo Red&White, due vere e proprie opere d’arte che raccontano lo slancio innovativo di Bodrato. L’Uovo Astrazione è macchiato su tutta la superficie dai colori, rosso, blu, giallo, verde, rosa che si mescolano creando un effetto ottico onirico. Il Red&White, ispirato al design contemporaneo, è caratterizzato da due pennellate rosse decise, che macchiano lo sfondo bianco ottico. Disponibili al latte o fondente. L’Uovo Fruits: è il classico uovo di cioccolato, al latte o fondente, impreziosito dalla decorazione di arancia e fragole disidratate e croccantissima granella di pistacchio. Con l’Uovo Faber, Bodrato trasforma una tradizione dolciaria in un must chic della Pasqua: un uovo di pregiatissimo cioccolato, al latte o fondente, spennellato a mano di colore oro e arricchito da decori e fiorellini colorati in zucchero.

 

Chocolate Academy – Milano

Per i maitre chocolatier Ciro Fraddanno e Marta Giorgetti, a Pasqua l’arte del cioccolato si sposa con quella del gelato creando cinque proposte gustose e fresche (foto 7): l’Uovo fondente con guscio in cioccolato fondente e un ripieno di gelato al cioccolato bianco con cuore di variegatura fondente; l’Uovo al latte con ripieno di gelato al cioccolato bianco e cuore di variegatura alla nocciola; l’Uovo bianco con guscio di cioccolato bianco e ripieno di gelato al cioccolato bianco e cuore di variegatura al cioccolato gold; l’Uovo gold con guscio di cioccolato gold, ripieno di gelato al cioccolato bianco e cuore di salsa al mango; l’Uovo ruby con un sottile guscio di cioccolato ruby e un ripieno di gelato al cioccolato bianco con cuore di salsa al lampone.
E, sempre la Giorgetti ma con Silvia Federica Boldetti hanno creato una linea di soggetti nuovi, giocando sulla bidimensionalità e sulle linee essenziali. Il numero “cinque” resta un filo conduttore del progetto: cinque grandi artisti sposano i colori del cioccolato; ed ecco René Magritte vestirsi di bianco, Frida Kahlo truccarsi con l’oro, Vincent Van Gogh tingersi di ruby, Salvador Dalì colorarsi di latte e Andy Warhol adornarsi di fondente. Le uova diventano opere d’arte, inserite in una cornice di cioccolato.

 

Gay-Odin – Napoli

Questa storica fabbrica del cioccolato propone l’uovo extra fondente con fave di cacao e quello al cioccolato fondente amaro al 99% realizzato senza zucchero né latte, per chi ama i sapori decisi e suadenti del cacao. Poi ci sono quelli arricchiti con frutta secca che mixano alla perfezione la sensualità delle note calde del cioccolato alla texture croccante: sono le uova rifinite con granella di nocciole, noci, mandorle o pistacchio. Dal gusto esplosivo sono invece le uova di cioccolato piccante, realizzate con una speciale macina di peperoncino e per i più golosi le uova al gusto gianduia fondente e gianduia al latte. Immancabili le uova decorate con glassa colorata. Poi, ci sono capolavori come le uova di Cioccolato Foresta disponibili nella versione classica al latte o fondente: il cioccolato foresta, prodotto iconico Gay-Odin, viene modellato ad arte per creare soffici sbuffi di cioccolato, tanto eleganti alla vista quanto friabili al palato, che regalano un’esperienza sensoriale senza eguali.
Completano l’offerta la Colomba ricoperta di cioccolato foresta sia latte che fondente, la colomba ricoperta con glassa di cioccolato fondente e la colomba farcita con gocce di cioccolato foresta. Il segreto di questo laboratorio è nella tostatura “gentile” del cacao – il criollo varietà rara e particolarmente aromatica e il cacao di provenienza centro americana - importato crudo e lavorato a legna, a basse temperature, per mantenere inalterate le proprietà organolettiche delle singole fave.


Icam e Vanini 

ICAM accontenta i più piccoli con le uova firmate” Yoohoo to the Rescue”, il cartone animato in onda tutti i giorni su Frisbee, Topo Tip e Leolandia e disponibili nei formati 150g e 180g, a base di finissimo cioccolato al latte e contengono sorprese come kit colori e memory card.
Per Vanini, brand premium di Icam, la Pasqua è legata al tema del viaggio, che comincia con il raffinato cacao monorigine Bagua del Perù, nelle tre versioni: fondente 74% con granella di cacao, fondente 62% con pera e cannella ed infine la novità 2020, fondente 62% con granella di pistacchio salato. Con queste uova le sorprese e i gadget sono perfetti per chi ama girare il mondo. L’altro must sono le uova del tifoso, firmate ICAM, disponibili nei colori delle principali squadre di calcio della Serie A: Inter (foto 8), Roma, Lazio, Fiorentina, Torino, Genoa, Sampdoria e Hellas Verona. Realizzate con finissimo cioccolato al latte, sono disponibili nei formati 180g e 320g e contengono sorprese brandizzate ufficialmente dalle squadre di calcio in esclusiva per ICAM. Completano la linea dei prodotti dedicati allo sport più amato dagli italiani, sacchetti da 130g di ovetti Icam con golosa crema di nocciola e la livrea dei principali team di calcio di Serie A.

 

Venchi

L’antica Venchi si è affidata alla Nuova Accademia delle Belle Arti (NABA) per ridisegnare le sue collezioni pasquali (foto 9). Così gli studenti del triennio in Graphic Design e Art Direction hanno vestito le uova di pattern e grafiche originali e d’impatto, ispirandosi a numerosi temi tra cui i capolavori di Matisse e all’intreccio di foglie e fiori. Gli incarti sono stati elevati così a opere creative da collezionare, con cui giocare o da cui imparare. Un packaging tutto made in Italy. Il brand ha premiato i migliori progetti, con le uova disponibili nei propri negozi, 115 in tutto il mondo, con presenza a Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna, Venezia.


Il Negozio

 

Aldi

E, poi, c’è la Pasqua “selezionata” da Aldi, con le esclusive Gourmet e Monarc, per portare sulla tavola le eccellenze dello Stivale e particolari specialità provenienti dal resto del mondo, adatte per festeggiare momenti unici e felici. Gourmet, per esempio, propone la cremosità del Gorgonzola dop al cucchiaio, perfetto nel classico abbinamento con le pere; i tortellini emiliani; deliziosi scampi dal sapore ricercato; e la friulana Ribolla gialla le Barchesse, particolarmente adatta per la tavola pasquale.
Per i dolci, la linea Gourmet punta su golosità come i cioccolatini assortiti, la frutta ricoperta di cioccolato (amarena, cocco, ananas, arancia) e l’uovo di Pasqua Gourmet in due varianti ricercate: cioccolato al latte con nocciole caramellate e pezzetti di mirtillo rosso e cioccolato fondente con mandorle caramellate e pistacchi, entrambi certificati Fairtrade. Mentre la colomba firmata Monarc contiene solo uova da allevamento a terra e guarnita con una deliziosa granella di zucchero e mandorle. Per concludere, i simpatici coniglietti Monarc preparati con cacao certificato Fairtrade e disponibili al cioccolato bianco, fondente e al latte.


Qualcosa di originale

 

Gemma di Sale-CIS

Spendiamo una parola in favore di un prodotto quasi sempre colpevolizzato, anche se è un ingrediente che arricchisce la cucina. Parliamo del sale, che la più importante azienda del settore, Gemma di Sale, propone due linee innovative come la “Gourmet”, con le varietà Rosa dell’Himalaya, grigio dell’Atlantico, viola Kala Namak e marino integrale di Sicilia. Sali particolari, ricchi di oligoelementi e integri, perché non hanno subito alcun trattamento o raffinazione, non hanno conservanti né additivi, e quindi mantengono intatte le loro qualità nutrizionali e la consistenza. Una linea pensata per quanti cercano salute e benessere e, comunque, a tavola non vogliono rinunciare al gusto e alla sperimentazione in cucina di ricette originali e ricercate, di sapori nuovi e abbinamenti arditi. Poi ci sono i nuovi formati “mini”, con un packaging sempre più pratico, accattivante e immediatamente riconoscibile, ma anche sostenibile e con una maggiore valorizzazione delle etichette, al fine di dare al consumatore, sempre più attento e curioso, una serie di informazioni utili e interessanti sui suoi prodotti. E, quindi, astucci da 500 grammi di sale marino iodato, fino e grosso, e sale marino integrale a granulometria media, arricchiti da grafiche diverse che riportano informazioni sul prodotto – dalla storia del sale al processo produttivo, dall’importanza dello iodio alla favola di Iodio & Sale, fino a ricette sfiziose. – e pensato per venire incontro alle esigenze di tutte quelle famiglie composte da una sola persona.

 

Macaron con Orozoro

E, perché non facciamo i Macaron in casa, con Orzoro® Orzo Solubile? Questa la ricetta:
Per la base: 150 g farina di mandorle (ottenuta tritando finemente le mandorle), 150 g zucchero a velo,
110 g albumi (a temperatura ambiente), 50 g acqua, 150 g zucchero semolato, 5g di vaniglia in polvere.
Per la farcitura: 5g di Orzoro® Orzo solubile, 120 g burro (ammorbidito a temperatura ambiente),
60 g zucchero a velo, 1 cucchiaio di acqua calda.
Procedura: frullate lo zucchero a velo con la farina di mandorle, setacciate il composto e unitelo a metà degli albumi. In un pentolino, scaldate l’acqua con lo zucchero semolato e la vaniglia fino a raggiungere la temperatura di 118° e successivamente versatelo a filo sul resto degli albumi che avrete incominciato a montare a neve. Lasciate che il composto di albumi si raffreddi e poi versatelo nel mix di zucchero a velo e farina di mandorle mescolando delicatamente finché l’impasto comincerà a incordarsi. Trasferite il composto in una sacca da pasticcere e suddividitelo, a mucchietti, su una teglia foderata di carta da forno, formando dei cerchietti di circa 2,5 cm di diametro e ben distanziati tra loro.
Fate asciugare l’impasto sulla teglia per circa un quarto d’ora e nel frattempo, preparate la crema Orzoro® Orzo: montate il burro con lo zucchero a velo, unite l’orzo e un cucchiaio di acqua calda. Lavorate il composto per circa 5 minuti in modo che il risultato sia una crema soffice e corposa. Trasferitela in una sacca da pasticcere e fatela raffreddare in frigo. Ora fate cuocere le basi dei macaron in forno ventilato preriscaldato a 160° per 13-14 minuti. Una volta sfornati e intiepiditi farciteli con la crema.
C’è anche la versione con Orzoro® Orzo e Cacao.

 

Nonno Nanni
Colomba in coppa con frutti di bosco e Fresco Spalmabile
Un dolce che mette tutti d’accordo. Ricetta per 4-6 persone.
Ingredienti: 1 confezione di Fresco Spalmabile Nonno Nanni, 1 colomba da 500 gr, frutti di bosco (freschissimi), 50 gr di zucchero a velo, estratto di vaniglia.
Procedimento: tagliare a quadratini una colomba.  In una terrina versare il Fresco Spalmabile Nonno Nanni e dello zucchero a velo. Mescolare accuratamente con un frustino da cucina. Aggiungere al composto l'estratto di vaniglia e continuare a mescolare fino a quando assume una consistenza cremosa. Prendere delle coppette e cominciare a guarnire: mettere sul fondo dei lamponi freschi e alcuni cucchiai abbondanti di crema al Fresco Spalmabile Nonno Nanni. Posizionare i quadratini di colomba e proseguire con un secondo strato di crema. 
Aggiungere più tipi di frutti di bosco. Servire appena pronta. 

 

Samurai

Quando la campagna è stata ideata, nessuno immaginava di ritrovarsi in questa situazione: tutti gli autori delle Ricette Samurai hanno quindi espresso il desiderio e la necessità di poter utilizzare l’hashtag #IoRestoaCasa e…cucino!
Cucinare é forse uno “svago” da potersi concedere in questo momento, rispettando almeno le nostre tradizioni, per trascorrere il tempo che ci vede costretti a casa; provare a immaginare un menù creativo per la Pasqua, la prima festività che, nostro malgrado, dovremo vivere increduli e smarriti in uno stato di emergenza sociale, potrebbe aiutare a ricreare quell’atmosfera di serenità e ottimismo che gli Italiani riescono sempre a ritrovare davanti ad un buon piatto insieme ai propri cari.
Un sintesi degli scatti e delle ricette realizzate “in casa” da 13 appassionati di food che hanno dato una loro personale interpretazione di alcuni piatti della tradizione pasquale sono postate con la campagna Pasqua effetto samurai. La tradizione diventa innovazione.
In più, per dare un tocco di originalità, per ogni ricetta sono state utilizzate delle uova dal guscio colorato che vengono naturalmente prodotte da particolari galline, un omaggio della natura davvero grazioso.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

Photo Credits

Photo 1 : Riaan Marais da Pixabay
Articoli Simili
I più letti del mese
LA NUOVA PARTNERSHIP TRA BOTTEGA E LINDT CONIUGA IL PROSECCO ALLE PRALINE
Bottega, cantina e distilleria di Bibano di Godega (TV), e LINDT & SPRÜNGLI Duty Free hanno lanciato una nuova partnership per promuovere le vendite congiunte dei loro prodotti bestseller nel settore Travel Retail. Le d... Leggi di più
PIZZOCCHERI IN SALSA OLANDESE AL GORGONZOLA
CANTINA DI CARPI E SORBARA: QUANDO IL LAMBRUSCO È MANTOVANO
Il Lambrusco Mantovano. La Cantina di Carpi e Sorbara  nasce nel 2012 ma non appare dal nulla. Rappresenta, infatti, l’unione di due realtà storiche locali ossia la Cantina di Carpi, fondata nel 1902 e la Cantina d... Leggi di più
GUIDA ESSENZIALE AI VINI D’ITALIA 2021
Sarà Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, ad inaugurare la stagione della presentazione delle guide enogastronomiche. Cernilli, infatti, ha fatto sapere che la sua “Guida essenziale ai vini d’Italia 2021&rdq... Leggi di più
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padell... Leggi di più
IL MERCATO IL BUONO IN TAVOLA | DA OGGI TUTTI I MARTEDÌ A S.EUSTORGIO
Il Buono a Tavola: ogni  martedì il meglio  della produzione agricola lombarda all’ombra di Sant’Eustorgio. Tra le novità di quest’anno dalla provincia di Lodi formaggi e salumi di bufala. Filiera compl... Leggi di più
ANCHE LE COLOMBE HANNO UNA REGINA | PREMIATA A MILANO LA MIGLIORE
Nell’ambito della mostra mercato di dolci pasquali La Primavera è Dolce, di cui le due prime edizioni hanno avuto luogo a Saint-Vincent (AO), è nato il Premio Regina Colomba. Il creatore è Stanislao Porzio, già pat... Leggi di più
PRESENTATO IL VIDEO DELLA PROSSIMA MILANO FOOD WEEK: LA NONA EDIZIONE DAL 7 AL 13 MAGGIO
Cuochi, blogger e giornalisti diventano attori per promuovere l’edizione 2018 della manifestazione organizzata da Lievita con il patrocinio del Comune di Milano, è stato infatti presentato a Milano, nella Sala Pres... Leggi di più
ALLA TENUTA TRAVAGLINO PER L’ULTIMO APPUNTAMENTO CON CANTINE APERTE
Domenica 11 dicembre a Calvignano alla Tenuta Travaglino per l’ultimo appuntamento con Cantine Aperte. Natale è alle porte e la Tenuta Travaglino apre le porte della sua cantina per accogliere gli amanti del buon bere e... Leggi di più
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE DEI VINI BADIA DI MORRONA
Filippo Gaslini Alberti rappresenta la terza generazione della famiglia Gaslini nella conduzione dell’Azienda Badia di Morrona, in provincia di Pisa. Da titolare ci ha presentato tre etichette in un incontro su pia... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.