24mar 2022
SIMPLY THE BEST, LA NOSTRA SELEZIONE DI 10 +1 ETICHETTE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Siamo stati a Simply the Best, evento organizzato dala testata giornalistica Civiltà del Bere, che abbiamo anticipato qui, ma prima di entrare nel merito è doverosa un’intro.

 

Innanzitutto perché intitolare l’articolo 10 + 1 anziché 11. Premesso che non abbiamo potuto degustare gli oltre 200 vini esposti, in merito ai campioni che abbiamo assaggiato, volevamo selezionare 10 vini, ma alla fine rispondevano pienamente ai nostri criteri 11 etichette. Per cui una in più, +1. Veniamo alle scelte. Si tratta di vini tutti selezionatissimi e non volevamo proporre un’ulteriore classifica anche perché non ne abbiamo l’autorevolezza. Inoltre ci siamo basati non tanto sulle impressioni organolettiche relative ai profumi e ai bouquet, quando alla struttura del vino, all’equilibrio tra alcolicità, acidità, morbidezza e tannini per i rossi. Infine, ma questo in genere non si dice, anche l’emotività gioca un ruolo in quanto alcuni vini emozionano più di altri.

 

 

Gli 11 vini selezionati

 

 

Il Nocio, Vino Nobile di Montepulciano Docg 2017 (foto 2)
Poderi Boscarelli 

Il Nocio rappresenta una nitida espressione territoriale del sangiovese prugnolo gentile. L’omonimo vigneto è composto da tre fasce caratterizzate da terreni diversi e anche la raccolta ha tempi differenti così da dar vita a 3 vinificazioni distinte. Le partite sono elevate in legni di 5 e 10 ettolitri per 18-24 mesi e dopo l’assemblaggio il vino affina in bottiglia per circa un anno. Il frutto è puro non coperto dal legno, il sorso è strutturato e lungo, il tannino presente, ma educato. Finale lungo.

 

Villa Bucci, Castelli di Jesi Verdicchio Riserva Classico Docg 2017 (foto 3)

Villa Bucci 

La cantina di Ostra Vetere è sempre al top. Lo stile di Villa Bucci si identifica con il Verdicchio Riserva, che ieri come oggi rappresenta in modo inappuntabile l’identità del Verdicchio, prodotto già agli esordi con elevazione in botte quando era impensabile, almeno in Italia, per i bianchi. Si è sempre comportato come un rosso, sia per la temperatura di servizio, sia per gli abbinamenti. Fruttato e floreale è strutturato, pieno, imponente, di grande complessità, armonico e persistente.

 

Secca del Capo, Salina Igt 2021 (foto 4)

Cantine Colosi 

L’anima di Salina della maison di Pace del Mela, alle porte di Milazzo, dal nostro punto di vista trova in Secca del Capo la migliore espressione. Vino che incanta di anno in anno. Le uve malvasia macerano brevemente in pressa; la vinificazione e la maturazione del vino avvengono in acciaio. In bocca è caldo, avvolgente, morbido, strutturato con una componente glicerica che riscalda e dà pienezza. Sa di mare.

 

Amativo, Salento Igt 2019 (foto 5)

Cantele 
Per quanto associamo Cantele al negroamaro, il vino rosso che più ci emoziona è l’Amativo, mix di negroamaro e primitivo, che più salentino non si può. Fermentazione in acciaio elevamento in barrique per 12 mesi. E’ caldo, morbido, avvolgente, e riscontriamo una completa corrispondenza tra percezioni olfattive e gustative. E’ un vino morbido, rotondo, vellutato con ricordi di frutta e di spezie.

 

Etichetta Nera, Colli di Luni Vermentino Doc 2021(foto 6)
Cantine Lvnae 
L’azienda lunigiana è a conduzione familiare e ai Bosoni, i proprietari, va attribuito il merito di aver promosso la creazione della Colli di Luni. La cantina ha subito individuato le aree più vocate, di un territorio che dalla collina, attraverso la pedecollina arriva in pianura sino a 4 chilometri dal mare. Il vermentino il vitigno più rappresentativo e nell’ Etichetta Nera possiede profumo floreale, con ricordi di erbe aromatiche. In bocca è ricco, dotato di salda struttura, morbido, e al tempo stesso percorso da note saline; sorso profondo e complesso.

 

Le Serre Nuove dell’Ornellaia, Bolgheri Rosso Doc 2019 (foto 7)
Ornellaia 
Taglio bordolese che comprende petit verdot con netta prevalenza di merlot. Vinificazioni separate in acciaio; il vino è elevato in barrique per 15 mesi e affina in bottiglia 6 mesi. Associamo Le Serre Nuove a uno stile enologico che trova in questa etichetta una delle migliori espressioni. Nelle Serre Nuove grande vigneto, ma con cantina che, pur rispettandolo, non si limita ad assecondarlo. Il vino ne esce in scioltezza, non si leggono forzature di cantina, e la complessità è appagante. Nel calice tannini morbidi che non rallentano il sorso, elegante freschezza, complessità, finale lungo.

 

Poggio Valente, Toscana Rosso Igt 2019 (foto 8)
Fattoria le Pupille 
Cru di sangiovese a Scansano, acquisito da Elisabetta Geppetti nel 1996 incentrando il progetto sul sangiovese. Il terreno, circa a 280 metri di altitudine, ricco di arenaria che comunica setosità al vino, ossia alla trama tannica. La fermentazione si svolge in acciaio quindi il vino è elevato in tonneau per 18 mesi. Nel calice concentrazione ed eleganza sono sintoniche, tannino soffice e piacevole vivacità conferita dalla freschezza. E’ un vino pieno, strutturato, suadente.

 

Il Pigro, Spumante Metodo Classico Dosaggio Zero 2018 (foto 9)

Cantine Romagnoli 

Il pigro nasce sulle colline piacentine da uve pinot nero, in prevalenza, e chardonnay. Vinificato in acciaio, con fermentazione che si protrae per 15 giorni, la presa si spuma si svolge in 36 mesi e dopo la sboccatura le bottiglie sono rabboccate con lo stesso vino senza altra aggiunta. Alla degustazione in bocca il sapore è decisamente secco, intenso, fruttato, ampio, leggermente salino e armonico; è inoltre fresco, avvolgente con lungo finale.

 

Soldati La Scolca D’Antan Brut 2010 (foto 10)
La Scolca 
Da uve cortese: ci piace ricordare le uve che danno vita a questo spumante metodo classico. Il Gavi Etichetta Nera della Cantina è una referenza che ha fatto scuola e ha dato visibilità al territorio quando era ancora sconosciuto ai più. D’Antan Brut nasce nella zona del Gavi. La maturazione in bottiglia sui lieviti si protrae per circa 10 anni. Cremoso, intenso, frutta secca e tropicale, ricordi di pasticceria e agrumati, con piacevole tensione del sorso e sentori di mandorla.

 

Maternigo, Amarone della Valpolicella Riserva Docg 2016 (foto 11)
Tedeschi 
In questa etichetta troviamo l’Amarone in tutta la sua pienezza e opulenza. L’appassimento delle uve ha una durata di circa 100 giorni e la vinificazione prevede 40 giorni di fermentazione, seguita da ulteriori 90 giorni di macerazione. Elevazione in botti di rovere di Slavonia dura 48 mesi. Assemblaggio dei vini e affinamento in bottiglia di 12 mesi. In bocca l’impatto è morbido, tannini fini, e i 17 gradi alcolici non si avvertono grazie alla perfetta integrazione dell’alcolicità con i tannini e l’acidità. E’ un vino ricco, strutturato, che non rinuncia alla freschezza, dal finale lungo.

 

Sergio Zenato, Lugana Riserva Doc 2019 (foto 12)

Zenato
Da uve turbiana di viti vecchie, la raccolta è leggermente tardiva, avviene cioè a metà ottobre. Circa due terzi delle uve fermentano in botti grandi e piccole e il rimanente terzo in acciaio, per due settimane. Il vino ottenuto è elevato in legno per circa 18 mesi, successivamente affina per 6 mesi in bottiglia. In bocca frutta secca, mandorla tostata cui fanno seguito sentori sapidi, minerali, note tostate che conferiscono complessità al sorso.

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

Articoli Simili
I più letti del mese
SARTORIAL: DA CERESIO7 LA MIXOLOGY SPOSA LA MODA
Ceresio7 è uno dei luoghi più rappresentativi della “Milano da bere” contemporanea e d’estate è il posto ideale per godersi uno dei migliori aperitivi della città a bordo piscina affacciati su uno skyli... Leggi di più
FUMETTI E ALTA CUCINA AL RISTORANTE LES PETITES MADELEINES
Les Petits Madeleines, il ristorante del Turin Palace Hotel , nel 2017 in occasione della mostra al Gam “L’emozione dei colori nell’arte”, creò un piatto in grado di fondere arte e gastronomia di ... Leggi di più
Trancetti di salmerino di montagna, in panure di mandorle tostate, arrostiti su guazzetto di porcini, patate e chiffonade di porro fritto
INCONTRO RESTAURANT & DRINK: UNA GIOVANE, FRIZZANTE GRANDE CUCINA
Un ristorante gestito da due giovani, Federico Anibaldi in sala, Ivan Mancin in cucina, è sempre promettente, perché chi non ha molti anni di professione alle spalle è spesso disponibile a mettersi in discussione. Cuochi... Leggi di più
BERLINER WEIN TROPHY E CANNONAU SUELZU
Il  Berliner Wein Trophy, il concorso vinicolo internazionale indetto dall’agenzia DWM Deutch Wein Marketing che, con il patrocinio dell’OIV – Organizzazione Internazionale della Vigna e del Vino &ndash... Leggi di più
FAÌVE ROSÉ BRUT, NINO FRANCO. L’ESTATE È ROSA
Faìve è la definizione dialettale di faville , le piccole fiammelle di fuoco che si staccano da un grande falò e danzano nel cielo. Faìve è il nome del Rosé Brut di casa Nino Franco: Merlot, Cabernet Franc, metodo Charma... Leggi di più
ESPERIENZA LAZIALE 50° FISAR 1972-2022 E VILLA SIMONE
Il patron Piero Costantini era menzionato nella pubblicazione di Luigi Veronelli vignaioli storici di cui ho una copia gentilmente inviatami da Luigi, firmata.   Ormai una rarità, il Cannellino è un vino “in via ... Leggi di più
MONTELIO E I "PICNIC DAL VIGNAIOLO" IN OLTREPÒ PAVESE FIRMATI FIVI
Sabato 19 e Domenica 20 arriva in Oltrepò  l’edizione 2021 del Picnic dal vignaiolo organizzata dalla Delegazione Oltrepò di FIVI (Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti).    “L’evento Picnic dal... Leggi di più
UNA, DIECI BOTTIGLIE PER PAPÀ: VINI, LIQUORI, DISTILLATI
Sì, anche il papà ha la propria festa. Non è festeggiata come quella della mamma, è come dire, "facoltativa" perché se ci si dimentica non succede nulla. Ma il papà, se festeggiato, è ovviamente contento e magari di nasc... Leggi di più
FOODLAB, L’AZIENDA ITALIANA CHE AFFUMICA I SALMONI, E NON SOLO
Percorrendo la millenaria Via Emilia (una di quelle arterie pensate e realizzate dal grande ingegno romano, in questo caso il console Marco Emilio Lepido, 2200 anni fa) vuol dire fare un viaggio in una sequenza di frutte... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.