08ago 2021
FINALMENTE MILANO HA IL SUO MERCATO GENERALE: IL MERCATO CENTRALE
Articolo di: Fabiano Guatteri

Mancava a Milano un grande mercato, centro di riferimento per tutta la città. Sembrava impossibile poterlo realizzare in una zona accessibile, non decentrata. E invece dal 2 settembre sarà una realtà. Il Mercato Centrale aprirà i suoi battenti alla Stazione Centrale, ma non sarà solo un luogo di acquisto.

 

Sarà anche un momento di incontro, di aggregazione, un sito dove darsi appuntamento, bere un bicchiere di vino assaggiando un formaggio o un fritto di pesce e scambiare quattro chiacchiere. Cambierà il modo di approcciarsi al cibo. Ma definiamo meglio il Mercato Centrale.

 

Innanzitutto dove si trova: Stazione Centrale, più esattamente in piazza Quattro Novembre angolo via Sammartini. Si sviluppa su una superficie di 4500 mq distribuiti su due piani e  disporrà dello Spazio Fare per gli incontri, le presentazioni, gli eventi. Al Mercato troverete circa 30 botteghe degli artigiane riunite in un unico luogo come in una piazza, per accontentare qualsiasi esigenza.

 

Per esempio, Milano, è il mercato ittico più grande d’Europa, e coerentemente al Mercato Centrale l’area dedicata al pesce si sviluppa su una superficie 1000 mq. La pescheria è Pedol quella che ha reso famoso il Mercato Comunale di Piazza Wagner, e che dal 1929 vende il pesce ai milanesi. E se dopo aver acquistato il pesce se volete che ve lo cucinino, potete rivolgervi alla cucina del pesce di Ruggero Orlando. Sempre in quest’area troverete il Fish Bar di Jeremie Depruneaux.
dove degustare preparazioni ittiche cotte e crude.

 

Ma anche i carnivori più irriducibili troveranno al Mercato Centrale pane per i loro denti. A rappresentare il settore, e riteniamo in modo più che esauriente, vi sono: la carne e i salumi di Fausto Savigni che è allevatore e produttore sia di salumeria, sia di macelleria; l’hamburger di Chianina di Enrico Lagorio; il girarrosto di Alessandro Baronti; il bollito e il lampredotto di Giacomo Trapani, trippaio di quinta generazione presso Bambi Trippa e Lampredotto, e se tutto ciò non bastasse potete sempre rivolgervi all’american barbecue di Joe Bastianich.

 

Non mancano i formaggi del caseificio Carioni  con il bestiame nutrito con alimenti bio. E sempre di Caironi il mercatino biologico dove acquostare latte, yogurt, frutta, verdura oltre ai formaggi.

 

I settori merceologici comprendono anche Il pane e i dolci di Davide Longoni il panettiere di Milano; ancora dolci con La pasticceria di Vincenzo Santoro della Martesana e se non bastassero vi sono anche il gelato e il cioccolato di Riccardo Ronchi ed Edoardo Patrone e la sfogliatella napoletana di Sabato Sessa.

 

Potete inoltre trovare prelibatezze come il tartufo e tutti i suoi derivati di Luciano Savini.

 

Al Mercato Generale si può pasteggiare al ristorante di Piero e Luca Landi, o ordinare una pizza alla pizzeria di Giovanni Mineo e Simone Lombardi.

 

E da bere? Niente paura, un drink non vi sarà negato presso il Cocktail Bar di Flavio Angiolillo, mixologist noto agli appassionati, o una birra della birreria di Luigi Moretti per non dire dell’enoteca gestita da un brand che conosciamo tutti, ossia Tannico che in epoca di lockdown più che mai ha portato il vino nelle nostre case.

 

Non manca la scuola di cucina di Alessio Leporatti  così come i fiori e le piante della cantafioristai Rosalba Piccinni del ristorante Potafiori.

 

Potete prendervi un momento di relax e in ogni caso l’WI-FI è assicurato.

 

Ci dimenticheremo sicuramente di qualcuno, ma vogliamo ugualmente ricordare, oltre ai già citati.

 

Il succo fresco di Cesare Cacciapuoti e Nicolò De Gregorio
Il mulino di Mattia Giardini e Alberto Iossetti
I dim sum di Agie Zhou
Il riso di Sergio Barzetti
La pasta fresca della Famiglia Michelis
Il laboratorio radiofonico di Alessio Bertallot
La gastronomia genovese di Marco Bruni


Il progetto Mercato Centrale ha preso il via nel 2014 da un’idea di Umberto Montano, imprenditore della ristorazione, e dall’esperienza imprenditoriale del gruppo Human Company della famiglia Cardini-Vannucchi.

 

Vorremmo ribadire che il Mercato Centrale, aperto agli orari dalle 9 alle 24, non è solo un grande negozio dove si può anche mangiare e bere, ma un modo di proporre il cibo che è cultura.

 

E per poterlo fare entrano in gioco gli artigiani che sanno raccontare i propri prodotti a filiera corta.

 

A ciò si aggiungano numerose iniziative pubbliche e gratuite come kermesse ed eventi.

1

2

3

4

5

6

Photo Credits

Photo 2 : https://www.facebook.com/mercatocentralemilano/photos
Photo 3 : https://www.facebook.com/mercatocentralemilano/photos
Photo 4 : https://www.facebook.com/mercatocentralemilano/photos
Photo 5 : https://www.facebook.com/mercatocentralemilano/photos
Photo 6 : https://www.facebook.com/mercatocentralemilano/photos
Indirizzo : piazza Quattro Novembre angolo via Sammartini Milano
Articoli Simili
I più letti del mese
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
DOSSIER NUTRIZIONE E GELATO. IL GELATO È ALIMENTO SANO? FACCIAMO CHIAREZZA
L’IGI – Istituto del Gelato Italiano  è nato nel 1991 voluto dalle industrie gelatiere più intraprendenti ed attente al prodotto, con lo scopo di far conoscere e promuovere il gelato italiano. Nel 1993 l&rsqu... Leggi di più
SCUOLA LA ZOLLA, MILANO: CROWDFUNDING PER BLOG E BIBLIOTECA DIGITALE
Scuola La Zolla, Milano: Crowdfunding per Zolleggiamo, blog e biblioteca digitale. E’ partita sulla piattaforma Eppela – e terminerà il 18 marzo- la campagna di crowdfunding, lanciata dalla Scuola Cooperativa La Zolla d... Leggi di più
NESPRESSO PRESENTA ARABICA ETHIPIA HARRAR E ROBUSTA HARRAR
Nespresso che racconta la nascita del caffe’, e la sua storia. Nespresso presenta le nuove Limited Edition che celebrano i luoghi d’origine e la nascita del caffè, dando inizio a un percorso di racconto della... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.