08ago 2020
L’ESTATE CHIANTIGIANA DI CASTELLO DI QUERCETO: CHIANTI CLASSICO 2018 E LA RISERVA 2016
Articolo di: CityLightsNews

Un legame antico con il territorio, attenti studi sui suoli della tenuta, la ricerca del Sangiovese più tipico: tutto questo si assapora nel Chianti Classico 2018 e nella Riserva 2016 di Castello di Querceto.
Intorno alle torri merlate, che dominano le colline di Greve in Chianti, si estendono le vigne della proprietà: 65 ettari all’insegna della biodiversità, a livello geologico e non solo, che ancora oggi, dopo 120 anni di attività, determina le scelte produttive dell’azienda. “L’idea – spiega il produttore Alessandro François - è tradurre anno dopo anno, con sempre maggior profondità e con minori interventi possibili in cantina, l’identità del nostro territorio attraverso il timbro inconfondibile del nostro Sangiovese”. Una ricerca progressiva che oggi si concretizza non solo nel sorso elegante e fresco ma anche sulle bottiglie, vestite con una nuova etichetta dove il profilo del castello è tratteggiato in maniera essenziale e fiabesca al tempo stesso. 
 
Le annate 2018 e 2016 saranno ricordate nei diari di François per le loro differenze e, grazie alla conformazione della tenuta di Castello di Querceto, anche per l’alta qualità dei loro raccolti. 
La 2018, caratterizzata da una primavera fresca e qualche pioggia estiva, è stata “asciugata” dal vento di maestrale, che sulle alte vigne di Castello di Querceto ha potuto soffiare indisturbato, portando le uve a maturazione perfetta sotto i tiepidi raggi di fine settembre; nella 2016 invece è stato il sole a fare da padrone: potente ma non aggressivo grazie all’altitudine delle vigne di Querceto, ha esaltato la ricchezza del Sangiovese, i cui aromi e profumi varietali sono risultati ancora più nitidi grazie a splendide escursioni termiche giorno-notte. Nel bicchiere, il Chianti Classico 2018 di Castello di Querceto mostra oggi una stoffa morbida ed accattivante, con sentori fruttati e accenni erbacei, mentre il sorso della Riserva 2016 è color rosso rubino pieno, con note floreali e fruttate che indugiano a lungo e con eleganza sul palato. 
 
Per sorseggiarli a km 0, Castello di Querceto è aperto sia per una sosta di degustazione sia per una vera e propria vacanza nel verde. Il Castello dispone infatti di 10 accoglienti appartamenti dove si può respirare e vivere la bellezza della Toscana in piena libertà.  

1

Articoli Simili
I più letti del mese
L’ORIGINALE DOBBIACO DI LATTERIA TRE CIME
L’Originale Dobbiaco di Latteria Tre Cime: il formaggio che racchiude il sapore unico dell’Alto Adige!  Dici Originale Dobbiaco, dici Latteria Tre Cime!  Questo formaggio è il prodotto più noto di Latteria Tr... Leggi di più
LA CUCINA DEI FRIGORIFERI MILANESI
Le vetrate dei Frigoriferi Milanesi,  così come quella del loro ristorante La Cucina dei Frigoriferi Milanesi,  riflettono l’immagine dell’edificio di fronte sull’altro lato della strada (foto 1). Si co... Leggi di più
BADIA DI MORRONA, I SODI DEL PARETAIO 2017
La famiglia Alberti produce vini Chianti dal 1939 e dispone di circa 110 ettari dei quali la metà sono coltivati a sangiovese. Tra i Chianti prodotti uno giovane, che si avvicina di più al vino quotidiano beverino e fres... Leggi di più
ESTATE IN ALTO ADIGE: IL PICCOLO PARADISO DEL MASO PFLEGERHOF (1/4)
In Alto Adige il Maso Pflegerhof è un’oasi verde che coltiva 500 varietà di piante, erbe officinali ed aromatiche tutte da scoprire. ( Foto 2 )   Arroccato sui pendii intorno a Sant’ Osvaldo di Castelrotto ... Leggi di più
AL MERCATINO "IL BUONO IN TAVOLA" PER SCOPRIRE I PRODUTTORI (1/2)
Aggiornamento 1 aprile 2019 Questo mese Il Buono in Tavola sarà presente per 5 martedì: il 2, il 9, il 16, il 23 e il 30 Aprile dalle 8:30 alle 14:30. Tra i jolly che caratterizzano l’edizione 2019, martedì fa il ... Leggi di più
SETTEMBRE GASTRONOMICO DI PARMA 2021
Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, la filiera del latte e quella del pomodoro possiamo dire che sono dominanti e non può essere diversamente, siamo a Parma, anzi nella Città Creativa della Gastronomia Unesco. Ma q... Leggi di più
SPAGHETTI AL LARDO CON CALAMARI, POLPO E COLATURA DI ALICI
PRESO LADRO DI MERENDINE | ERA UN SERIAL KINDER
E’ stato preso il flagranza di reato D.G. noto ladro di merendine, conosciuto anche come serial Kinder.   Questa volta non si tratta di un romanzo, né l’autore dell’arresto è il commissario Montalbano... Leggi di più
ASPARAGI ALLE UOVA IN CEREGHIN E FORMAGGIO GRANA
L’OSTERIA DEL TRENO TRA RICORDI DEL PASSATO E PRESIDI SLOW FOOD
Sono capitata all’Osteria del Treno per caso. A Milano per impegni personali, hotel in piazza della Repubblica, non ho voglia di buttarmi nella movida festaiola del giovedì sera milanese.   Fa freddo, quasi nevic... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.