22giu 2019
IL NUOVO CHEF E LA NUOVA CUCINA DEL DEVERO RISTORANTE
Chef Moreno Ungaretti racconta la sua cucina al Devero ristorante
Articolo di: Fabiano Guatteri

Il Devero Ristorante del Devero, hotel 4 stelle, si trova tra Milano e Bergamo, vede e ha visto all’opera nella sua cucina cuochi di rilievo, come Enrico Bartolini, e oggi Moreno Ungaretti, lucense, classe 1980. Ungaretti dopo il diploma comincia a lavorare in ristoranti dove si forma in cucina non solo come chef, ma anche acquisendo la coscienza del ruolo fondamentale della sala. 

 

Tra le esperienze professionali più significative di Ungaretti va menzionata quella maturata al Bistrot Forte dei Marmi proprio quando arrivata la stella Michelin. Qui compie un salto qualitativo assimilando le tecniche culinarie e la visione gastronomica dell’alta cucina, grazie anche al suo inserimento in una brigata di 12 persone. Per Ungaretti è sempre più chiara l’importanza della coralità in cucina così che, quando si trasferisce a Milano come executive chef dell’Hotel Galles, crea una brigata che in parte è ancora con lui.

 

Infatti dopo il trasferimento al Davero Ristorante, subito dopo la partenza di Enrico Bartolini, quando nel 2017 diventa l’executive chef della struttura, al proprio fianco vuole Davide Politi, già suo collaboratore al Galles.

 

Come definire la cucina di Ungaretti?

Sicuramente di ricerca; i suoi piatti sono spesso ragionati e nascono dall’incontro tra il dna toscano e la cultura lombarda, assimilata in circa 10 anni di anni di attività. Un saggio l’ha mostrato lo scorso mese di maggio in una serata in occasione dell’ Opening Dehors Dinner con piatti abbinati ai vini delle Tenuta Le Mojole.

 

La prima portata si intitola Hotellerie ed è una tartare di bue grasso frollato 40 giorni, acciuga del Cantabrico, uovo di quaglia e agrumi (foto 2). Differisce dalla preparazione classica in quanto la carne non è amalgamata con gli altri ingredienti, ma questi sino presenti su una cialda quasi a indicare che la carne di bue grasso non ha bisogno di alcun condimento per poterne apprezzare il sapore, il gusto originario; in ogni caso Ungaretti consiglia di condirla con la crema di agrumi ma lascia al commensale la scelta di tenere separate carne e cialda o a inframezzarle. Ad accompagnare il piatto Donna Marta Brut, Spumante Metodo Classico (foto 3) ottenuto da uve chardonnay (70%) e pinot nero (30 %). Piccola produzione di 1500 etichette con affinamento di 24 mesi in bottiglia dei quali 20 mesi sui lieviti. Il vino è definito da note floreali, sentori fruttati con nuance agrumate.

 

Per meglio capire l’esprit di ricerca di Ungaretti occorre arrivare al piatto Come una pappa al pomodoro, ossia riso Carnaroli, pomodoro, cipolla, datterino e basilico (foto 4). In questa portata l’anima toscana e quella lombarda si uniscono generando un piatto che potremmo definire fusion in quanto unisce la toscana pappa al pomodoro al milanesissimo risotto. Al riso è stato abbinato il Donna Marta Rosa 2018 (foto 5), da uve merlot, 1500 bottiglie con affinamento sulle fecce per 5 mesi. E’ un rosato gradevole, fresco, fruttato con note di fragola, di caramella di lampone.

 

Con Antiche Cotture, ossia fagioli al fiasco, vitello, foie gras (foto 6)... i fagioli al fiasco sono un’eredità toscana, mentre il vitello è la carne milanese per eccellenza (a cominciare dalla cotoletta, per proseguire con rustin negàa e ossobuco) Si aggiunga il foie gras, quasi un riferimento al celebrato filetto rossiniano. Ad accompagnarlo Rosso Le Mojole 2016 (foto 7) vinificato con uve merlot (70 per cento) e cabernet sauvignon (30 %). Produzione di 1500 bottiglie; affina in tonneau di secondo passaggio da uno a due anni, quindi in bottiglia per 3 mesi. E’ un vino che riproduce sentori di piccoli frutti cui si uniscono delicate note di spezie.

 

Per dessert Esotica, passion fruit, mousse al cocco, gelato al mango (foto 1): dolce fresco e di grande piacevolezza. 

1

2

3

4

5

6

7

Photo Credits

Photo 6 : Elena Miano
Indirizzo : Largo Kennedy 1 Cavenago di Brianza
Telefono : 02.95335268  
Articoli Simili
I più letti del mese
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più
TARTARE AL MISO SENZA UOVA
MILANO-BOLOGNA: DUE CITTÀ DUE PRIMATI... DA GUINNESS
Due città, Milano e Bologna. Due contesti diversi, l’Adunata degli Alpini nel primo caso, gli eventi di FICO nell’altro. La mortadella sotto la Madonnina, la sfoglia di pasta all’ombra delle Due Torri. ... Leggi di più
I MIGLIORI COCKTAIL DEL LAGO DI COMO ALLA COMO LAKE COCKTAIL WEEK
Sorseggiare un ottimo cocktail vista lago, fare un cocktail tour in barca o imparare a creare a casa cocktail perfetti ? Si può, dal 3 al 7 luglio, la prima edizione della Como Lake Cocktail Week, una 5 giorni all’... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
"L'ESEMPIO È LA PIÙ ALTA FORMA DI INSEGNAMENTO"
Se è vero che il futuro dipende da ognuno di noi, allora il futuro è già. 
L’unico modo per intravederne le mosse è di fare un passo indietro. 
Nel caso della cucina, un passo indietro fino alle radici dei nostri s... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.