24mag 2022
IL FUTURO DEL MOSCATO DI SCANZO
Articolo di: Stefania Turato

Arriviamo in corsa a una serata forse la più significativa a livello conoscenza e cultura del vino
 
L’ esempio lo dà “chi ci ama ci segua" e segua 60.000 bottiglie dal territorio di Scanzorosciate.    
 
Chiediamo aggiornamenti sui nomi cui ci si riferisce nel mondo del vino.
 
Questi nomi di riferimento sono diversi da quelli del passato?
No, cerchiamo la nostra via.
Tutto manuale e forzatamente ecologici per la salubrità e la sostenibilità i produttori puntano in questo senso.
 
 
 
 
Il futuro del Moscato di Scanzo?
Parliamo prima della degustazione con il giovane enologo Gabriele Valota che segue la Cantina Pagnoncelli Folcieri produttrice di Moscato di Scanzo.
 
 
Dagli anni 2000 in avanti per meno coadiuvanti c’è più tecnologia in cantina e igiene.
 
 
Più il vino è esposto a contaminazione più è fragile
 
 
 
 
Vanno a mascherare, limitare, ridurre l’intensità olfattiva
Riducendo complessità olfattiva
Quello che rende il vino speciale è la ricchezza olfattiva.
 
 
L’esposizione all’ossigeno fa aprire i profumi di un vino destinato all'affinamento
 
 
Il vino è un processo chimico fisico ossido riduzione e il profilo aromatico si esprime quando si trova un equilibrio ossidativo senza comprometterlo.

 
Si tratta per Francesca Pagnoncelli Folcieri della prima verticale. Ovviamente neanche Francesca le ha assaggiate per la quantità esigua.

 

Del 1962 1 bottiglia, la prima annata ed è ancora in cantina
Eccovi la Verticale Pagnoncelli
2015 l’annata perfetta. Occasione unica anche magnum da 0.75 l Equilibrata per piogge e calore
2011 bt. 1060 totali molto bella l’annata. Buona. L’ ultima parte dell’annata è stata calda. Pioggia a luglio.

2008 bt. numerate a mano dalla nonna Giancarla.Da aspettare nel bicchiere
 
 
L’ abbinamento viene apprezzato con i formaggi affinati provenienti dall'Abruzzo con fave di cacao e lavanda Arancio, erbe di montagna del Gran Sasso, Federico Bovarini, accompagna la degustazione.
 
Il Moscato di Scanzo è Vino unico
L’acino ha buccia sottilissima e sta 21 gg minimo per appassire. Mantiene acidità molto alta.
Nel territorio è presente il sasso de Luna   che trattiene calore cedendolo alla pianta la sera la notte.
 
Quello di pianura non può essere chiamato Moscato di Scanzo docg. Tre colline. Quella di Francesca è Bastia divisa per un ettaro di proprietà
Tribulina ad est per esempio darà altre espressioni perché intorno alla pianta si ritrovano microclima diversi.
 
Non c’è passaggio in legno. Lo sapevate?
Beviamo nel bicchiere ufficiale del Consorzio del Moscato di Scanzo.
 
 
L’ abbiamo degustato da 14 a 16 °C

Dalla degustazione abbiamo capito che si fa tutto con l’appassimento
 
 
In vendita l’annata 2017
Circa 3000 prodotte.
Il fatto è che si vende sottocasa a Scanzorosciate. Come dobbiamo fare?
L’unica cosa che dobbiamo fare noi è riconoscerne il valore da poterlo vendere en primeur.
 Ancora nessuno ci crede ma se è difficile e più interessante. Che ne dite?
Non fate paragoni perché nell'eccellenza non ve ne sono.
Il Moscato di Scanzo approda sulle tavole con un biglietto da visita reinterpretato.

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
DOSSIER NUTRIZIONE E GELATO. IL GELATO È ALIMENTO SANO? FACCIAMO CHIAREZZA
L’IGI – Istituto del Gelato Italiano  è nato nel 1991 voluto dalle industrie gelatiere più intraprendenti ed attente al prodotto, con lo scopo di far conoscere e promuovere il gelato italiano. Nel 1993 l&rsqu... Leggi di più
NESPRESSO PRESENTA ARABICA ETHIPIA HARRAR E ROBUSTA HARRAR
Nespresso che racconta la nascita del caffe’, e la sua storia. Nespresso presenta le nuove Limited Edition che celebrano i luoghi d’origine e la nascita del caffè, dando inizio a un percorso di racconto della... Leggi di più
SCUOLA LA ZOLLA, MILANO: CROWDFUNDING PER BLOG E BIBLIOTECA DIGITALE
Scuola La Zolla, Milano: Crowdfunding per Zolleggiamo, blog e biblioteca digitale. E’ partita sulla piattaforma Eppela – e terminerà il 18 marzo- la campagna di crowdfunding, lanciata dalla Scuola Cooperativa La Zolla d... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.