21ott 2017
IL CROCCANTE DI YOGURT DI STEFANO CAVADA: LA RICETTA FILMATA
Articolo di: CityLightsNews

Il Croccante di yogurt e altre ricette altoatesine di Stefano Cavada sbarcano su Food Network. Le ricette facili di Stefano Cavada da replicare raccontate attraverso altrettanti brevi videoclip che saranno in onda fino a fine ottobre negli spazi promozionali di Food Network (la rete televisiva fondata negli Stati Uniti e in onda in Italia sul canale 33 del digitale terrestre). È questo uno dei tanti progetti che il giovane Stefano Cavada, youtuber altoatesino classe 1991, ha messo a segno nelle ultime settimane. E’ qui proposto il Croccante di yogurt (cliccare immagine 2), uno snack sano e genuino che si prepara in pochissimi passaggi e può essere arricchito con frutta di stagione. Il progetto è nato dalla volontà di raccontare i pregi del latte dell'Alto Adige e dei suoi derivati fra cui yogurt, mozzarella e formaggi. Il marchio Qualità Alto Adige garantisce infatti la provenienza del latte dai masi di montagna, il controllo della produzione dalla mungitura in quota fino alla lavorazione in latteria, l'alimentazione naturale del bestiame con mangimi selezionati, la rinuncia all'uso di organismi geneticamente modificati sia nei foraggi che nella lavorazione del latte e l'allevamento nel più totale rispetto degli animali. Le riprese sono state realizzate all’interno del Grottnerhof, un maso a Novale di Fiè, una frazione di Fiè allo Sciliar, a una ventina di chilometri da Bolzano. Stefano sposa completamente questa filosofia e grazie alla grande passione per i prodotti della sua terra ha creato ricette creative e alla portata di tutti. Perfette per essere condivise con gli amici o per essere preparate con i bambini. 

Chi è Stefano Cavada

Nasce a Bolzano il 2 luglio 1991 ed è proprio in Alto Adige, fin dalla primissima infanzia, che Stefano inizia a muovere i primi passi nel mondo della cucina, protetto dallo sguardo vigile e ammirato dei suoi genitori che gli lasciano fin da subito la possibilità di apprendere e sperimentare personal-mente la preparazione di ricette sempre diverse, dai biscotti di Natale alla pizza fatta in casa.  Il bagaglio di ricette e conoscenze che gli vengono trasmesse racchiudono non solo influenze altoatesine, ma si fondono con le tradizioni tedesche, trentine, laziali e lombarde che derivano dai nonni materni e paterni. Dopo una formazione scientifica, decide di ampliare le proprie conoscenze in ambito gastronomico, con corsi di cucina professionale presso la Scuola Alberghiera Cesare Ritz di Merano. Lezione dopo lezione, affina le proprie tecniche, accrescendo e rafforzando il desiderio di trasformare la passione per la cucina in un'autentica professione. Alla ricerca di nuove intuizioni e stimoli creativi, dal 2012 al 2014 decide di allontanarsi per un periodo dalle proprie montagne e trascorre alcuni anni tra Londra e Parigi, scoprendone le particolarità gastronomiche e le più svariate ricette, che diventeranno lo spunto ideale per la creazione di nuovi piatti e prelibati accostamenti. 

I moderni e stimolanti panorami gastronomici delle due città intensificano l'ispirazione e la dedizione di Stefano, in cui si infonde la certezza di volersi dedicare interamente al mondo del cibo, in tutte le sue sfaccettature. Il progetto nasce con l'apertura di un canale YouTube "Beyond South Tyrol" nel 2015 (che oggi prende il nome dello stesso creatore), perché è in Alto Adige che Stefano ritorna e ad esso vuole dedicare tutta la propria passione, facendone scoprire al proprio pubblico le ricchezze e le tipicità enogastronomiche di cui va particolarmente fiero. Non mancano altresì gli incontri con i produttori locali, figure cardine nella realizzazione dei prodotti di eccellenza e dei quali è suo intento scoprirne ed esaltarne le preziose conoscenze e maestria. Sui suoi social network è dunque un susseguirsi di ricette sfiziose della tradizione, con continui richiami e approfondimenti riguardanti i luoghi di produzione delle materie prime utilizzate; a tutto ciò si uniscono idee per preparazioni mediterranee, esotiche, nordeuropee in un commisto di sapori e profumi che inebriano gli utenti sempre più numerosi. Nell'ultimo anno i progetti interamente dedicati ai produttori locali e alle loro specialità gastronomiche divengono sempre più frequenti e copiosi e Stefano viene scelto come giovane volto per un Alto Adige nuovo e contemporaneo, in continua e positiva evoluzione, ma sempre legato alle preziose e variegate tradizioni.

1

2

Articoli Simili
I più letti del mese
MOVIMENTO TURISMO DEL VINO LOMBARDO: #iorestoacasa MA NON RINUNCIO AL VINO
Se è problematico andare per negozi ad acquistare bottiglie e magnum, con #viniinmovimento il Movimento Turismo del Vino Lombardo porta il vino a casa.   Alcune cantine che aderiscono al Movimento, infatti, elencate qu... Leggi di più
L’ORIGINALE DOBBIACO DI LATTERIA TRE CIME
L’Originale Dobbiaco di Latteria Tre Cime: il formaggio che racchiude il sapore unico dell’Alto Adige!  Dici Originale Dobbiaco, dici Latteria Tre Cime!  Questo formaggio è il prodotto più noto di Latteria Tr... Leggi di più
PROVATI PER VOI: GOOD BLUE; FAST-FOOD DI PESCE HEALTY E SOSTENIBILE
La bella notizia è che Fast-food non fa più necessariamente rima con junk-food, ma questo per fortuna avviene già da tempo e fa veramente piacere sapere che quasi sempre i progetti e le start-up che alzano il livello del... Leggi di più
LA CUCINA DEI FRIGORIFERI MILANESI
Le vetrate dei Frigoriferi Milanesi,  così come quella del loro ristorante La Cucina dei Frigoriferi Milanesi,  riflettono l’immagine dell’edificio di fronte sull’altro lato della strada (foto 1). Si co... Leggi di più
BADIA DI MORRONA, I SODI DEL PARETAIO 2017
La famiglia Alberti produce vini Chianti dal 1939 e dispone di circa 110 ettari dei quali la metà sono coltivati a sangiovese. Tra i Chianti prodotti uno giovane, che si avvicina di più al vino quotidiano beverino e fres... Leggi di più
ESTATE IN ALTO ADIGE: IL PICCOLO PARADISO DEL MASO PFLEGERHOF (1/4)
In Alto Adige il Maso Pflegerhof è un’oasi verde che coltiva 500 varietà di piante, erbe officinali ed aromatiche tutte da scoprire. ( Foto 2 )   Arroccato sui pendii intorno a Sant’ Osvaldo di Castelrotto ... Leggi di più
AL MERCATINO "IL BUONO IN TAVOLA" PER SCOPRIRE I PRODUTTORI (1/2)
Aggiornamento 1 aprile 2019 Questo mese Il Buono in Tavola sarà presente per 5 martedì: il 2, il 9, il 16, il 23 e il 30 Aprile dalle 8:30 alle 14:30. Tra i jolly che caratterizzano l’edizione 2019, martedì fa il ... Leggi di più
SETTEMBRE GASTRONOMICO DI PARMA 2021
Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, la filiera del latte e quella del pomodoro possiamo dire che sono dominanti e non può essere diversamente, siamo a Parma, anzi nella Città Creativa della Gastronomia Unesco. Ma q... Leggi di più
SPAGHETTI AL LARDO CON CALAMARI, POLPO E COLATURA DI ALICI
ASPARAGI ALLE UOVA IN CEREGHIN E FORMAGGIO GRANA
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.