05dic 2017
GRANDI FAMIGLIE: BISOL 500 ANNI DI STORIA NEL NOME DEL PROSECCO
Articolo di: Clara Mennella

Quali sono gli argomenti fondamentali, le cose più importanti, i punti di valore di una grande azienda vinicola italiana, perché si possa considerarla tale? A mio parere la sua storia aziendale e quella familiare, il modus operandi che deve essere etico, coerente, corretto e rispettoso verso il consumatore, il legame con il territorio di produzione, i risultati commerciali parametrati ovviamente alle dimensioni dell’azienda, la bontà e il gradimento del prodotto, la penetrazione sui mercati esteri, l’unicità e riconoscibilità del brand, l’immagine sociale e probabilmente molto altro, ma credo che avere tutte queste caratteristiche, che ho elencato in ordine sparso e non di importanza, sia un buon biglietto da visita. C’è un’azienda che sulla propria business card riesce a riassumere tutto questo con un nome bello, piacevole e musicale Bisol,  un’azienda la cui storia si perde veramente nella “notte dei tempi”, della quale ci sono tracce di attività già nella prima metà del 1500, mentre la nascita ufficiale della cantina è nel 1875 nel cuore di Valdobbiadene, la zona di produzione del Conegliano Valdobbiadene Prosecco Superiore Docg, dove Bisol oggi ha più di 20 poderi frazionati sul territorio e tutti di piccola estensione, coltivati volutamente in maniera selettiva per poter valorizzare al meglio le peculiarità di ogni sottozona. Un nome aziendale legato in particolare ad una di queste zone, la collina del Cartizze, da dove proviene la tipologia più elevata del Prosecco Superiore, il Cartizze appunto, fiore all’occhiello della produzione di Bisol che ha il podere in cima alla ripidissima cresta collinare che gode di un’esposizione e di una ventilazione introvabili altrove, un terreno così vocato da aver raggiunto un valore da capogiro: più di un 2,5 milioni di euro per un ettaro. Per quanto riguarda le persone, basti dire che da Bisol sono arrivati alla 21ma generazione di gestione direttiva familiare, con Gianluca e Desiderio saldamente alla guida dell’azienda che è una tra le pochissime a gestire direttamente l'intera filiera produttiva, dall'accurata scelta del terreno fino all'imbottigliamento e questo spiega molto della qualità finale del prodotto, seguito passo passo con rigore e passione. Sul gradimento del pubblico si deve riconoscere che i vini di Bisol piacciono e molto, sia in Italia che all’estero dove è considerato un rappresentante dello Stile di Vita Italiano con un export che tocca 69 paesi e dove arriva circa il 25% del prodotto.

Gianluca Bisol (foto 2), direttore generale dell'azienda, portavoce e orgoglioso ambasciatore del brand è convinto che i grandi risultati fin qui ottenuti possano essere perfezionati e che si possa fare ancora di più anche per il territorio: "Lavoriamo con grande passione affinché Conegliano abbia lo stesso prestigio di Reims, Valdobbiadene lo stesso fascino di Epernay e il Prosecco la stessa notorietà della Champagne".

 

 

1

2

3

4

5

Photo Credits

Photo 1 : Clara Mennella
Photo 2 : Clara Mennella
Photo 3 : Clara Mennella
Photo 4 : Clara Mennella
Photo 5 : Clara Mennella
Indirizzo : Via Follo 33 Santo Stefano di Valdobbiadene
Articoli Simili
I più letti del mese
TEMPO DI SALDI: COSA OCCORRE SAPERE | LE 6 REGOLE PER EVITARE SORPRESE
Da oggi 5 gennaio sono cominciati i saldi in tutte le regioni italiane, eccezion fatta per la Sicilia che aprirà agli sconti a partire da domani 6 gennaio. A Milano, secondo FederModaMilano, gli sconti sono mediamente de... Leggi di più
TRIENNALE: GILCO IL DESIGN DELLA LEGGEREZZA
Invito in Triennale, il prossimo 15 Novembre 2017, per i 70 anni della Gilco: h 18 conferenza stampa; h 19,30 inaugurazione della mostra “Gilco, il design della leggerezza”. La mostra durerà sino al 10 dicemb... Leggi di più
MORELLINO DI SCANSANO DOGA DELLE CLAVULE
L’Azienda Doga delle Clavule si estende nella zona di produzione del Morellino di Scansano su una superficie di oltre 130 ettari dei quali 60 vitati: 20 per la produzione del Morellino di Scansano DOCG, 7 per il Bi... Leggi di più
POP CAKE O MAGIC HAND CARE & MANICURE?
LETTURE, MUSICA E CULTURA AL “MORGANTE COCKTAIL & SOUL”
Letture, musica e cultura al Morgante Cocktail & Soul. Dove un tempo sorgeva una galleria d’arte oggi vive il cocktail bar più eclettico di Milano.Autori di libri, giovani talenti musicali, cocktail che fanno fare il gir... Leggi di più
FLO IN CONCERTO A MARE CULTURALE URBANO
Torna in concerto a mare culturale urbano, il centro di produzione culturale in via Giuseppe Gabetti 15 a Milano, dopo il live di settembre 2016, la cantautrice partenopea FLO, che si esibirà con la sua band il prossimo ... Leggi di più
L’APERITIVO A MILANO SI TINGE DI GIALLO GIALLE&CO.-BAKED POTATOES DAL CUORE ITALIANO
Da Giallo&Co. l’aperitivo a Milano si tinge di giallo. La tipica baked potatoes inglese è perfetta anche (in formato mignon) per un aperitivo all’italiana: salutare, ricco e colorato, disponibile da febbraio,... Leggi di più
IL BRAND AGROMONTE, REALTÀ SICILIANA DI PRODOTTI CERTIFICATI BIOLOGICI
Al debutto milanese della linea bio dei suoi capolavori, Carmelo Arestia  (nella foto 2 con la moglie Ida tra le due figlie) ha portato solo il ramo femminile della “sacra famiglia del ciliegino”; mentre a ca... Leggi di più
WAGASHI, L’ARTE DELLA PASTICCERIA GIAPPONESE
L'wagashi, ossia la pasticceria giapponese, differisce da quella occidentale nella forma e nella sostanza. A spiegarcelo è la chef pasticcera Satomi Fujita, accompagnata dal maestro Yoshikazu Yoshimura in una dimostrazio... Leggi di più
BRERA: INAUGURATO IL SESTO DIALOGO "ATTORNO AGLI AMORI. CAMILLO BOCCACCINO SACRO E PROFANO"
Brera continua a stupire. Dallo scorso 29 marzo 2018, hanno riaperto al pubblico i saloni napoleonici della Pinacoteca con lo straordinario allestimento di sette nuove sale (VIII – IX – X – XI – X... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.