08mag 2019
GORGONZOLA, IL FORMAGGIO DI TENDENZA CHE PIACE AI GIAPPONESI
Articolo di: CityLightsNews

Il Gorgonzola è un formaggio storico, molto apprezzato in Italia e non solo, con una produzione in costante aumento, +30% dal 2000 a oggi. Va detto che il Gorgonzola degli intenditori, quello naturale, o meglio, piccante, dal 2017 ha avuto un incremento del 7 % con un consumo che si intensifica l’ultimo trimestre dell’anno. Tale aumento è indicativo in quanto riflette una crescita non solo quantitativa, ma anche qualitativa. Il Gorgonzola Dop piccante si differenzia da quello dolce, oltre che per il gusto forte e deciso più simile al Roquefort o allo Stilton, per le venature blu-verdi piuttosto accentuate e per la pasta più consistente e friabile. Il suo gusto peculiare è dovuto a un periodo di stagionatura maggiore e all’innesto di colture di penicilli differenti.


La geografia dei consumi di Gorgonzola (dolce e piccante) vede l’Italia Nord-Occidentale al primo posto, e ciò non stupisce in quanto corrisponde alla zona di origine e di produzione. Sono però in aumento i consumi dell’area Nord-Orientale. Rispetto alle famiglie i consumi maggiori si riscontano nei nuclei che contano due membri con età superiore a 55 anni. Per quanto riguarda il mercato estero, il Gorgonzola è il terzo formaggio italiano più esportato dopo Grana Padano e Parmigiano Reggiano con 189 tonnellate in Europa e 314 tonnellate nel resto del mondo. Il Giappone, con gli Sati Uniti, è il primo paese extraeuropeo per volume di Gorgonzola importato.

 

Un formaggio di successo come il Gorgonzola attira contraffattori che cercano di spacciare formaggi di scarso valore mutuando abusivamente la denominazione del brand. In merito il Consorzio tramite il sito web e i canali social, mette a disposizione di tutti una ricca raccolta di informazioni che vanno dalle caratteristiche sulla Dop, alla rubrica scientifica, alle indicazioni per come distinguere il Gorgonzola Dop (marchio stampato sullo sfondo della stagnola che avvolge il formaggio, concesso esclusivamente alle aziende autorizzate dal Consorzio e il logo Europeo della Dop).

Nell’ambito della promozione del formaggio il Consorzio ha recentemente organizzato a Milano un incontro dal titolo “Ascoltare quelli che…. il Gorgonzola!”  Presenti la stampa, i 39 caseifici associati e altri operatori. Il presidente del Consorzio Renato Invernizzi (foto 2) ha presentato i dati, tutti positivi, della Dop.

 

Il prof. Carlo Alberto Carnevale Maffè (Associate Professor of Practice di Strategy and Entrepreneurship presso SDA Bocconi) insieme allo chef Antonino Cannavacciuolo il testimonial (foto 3), ha parlato dell’evoluzione del consumo del food. In merito al Gorgonzola ha spiegato come le occasioni di consumo si distribuiscano nell’arco di tutta la giornata dalla colazione all’aperitivo serale, e in tutti i mesi dell’anno, a riprova di un processo di destagionalizzazione ormai avvenuto pur tenendo in considerazione quanto detto sui consumi della varietà piccante.
In Italia, dove il 39% della popolazione trova nella cucina il suo primo interesse, ha continuato Carnevale Maffè, il 91% dei clienti della GDO segue food show e la spesa alimentare pro-capite è la più alta del mondo; il coinvolgimento on line del Gorgonzola Dop dall’inizio dell’anno ha numeri importanti: 482.000 azioni su Facebook e 104.000 su Instagram, e non riguarda solo i giovani: il 46% dei contatti ha più di 55 anni; le donne sono il 74%. Il sentiment di post e commenti, infine, è positivo (40%), neutro (58%) e negativo solo per il 2%.

 

E il Gorgonzola è ora presente a Tuttofood con demo cooking quotidiani (foto 4).

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più
TARTARE AL MISO SENZA UOVA
MILANO-BOLOGNA: DUE CITTÀ DUE PRIMATI... DA GUINNESS
Due città, Milano e Bologna. Due contesti diversi, l’Adunata degli Alpini nel primo caso, gli eventi di FICO nell’altro. La mortadella sotto la Madonnina, la sfoglia di pasta all’ombra delle Due Torri. ... Leggi di più
I MIGLIORI COCKTAIL DEL LAGO DI COMO ALLA COMO LAKE COCKTAIL WEEK
Sorseggiare un ottimo cocktail vista lago, fare un cocktail tour in barca o imparare a creare a casa cocktail perfetti ? Si può, dal 3 al 7 luglio, la prima edizione della Como Lake Cocktail Week, una 5 giorni all’... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
"L'ESEMPIO È LA PIÙ ALTA FORMA DI INSEGNAMENTO"
Se è vero che il futuro dipende da ognuno di noi, allora il futuro è già. 
L’unico modo per intravederne le mosse è di fare un passo indietro. 
Nel caso della cucina, un passo indietro fino alle radici dei nostri s... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.