12set 2022
I CHIANTI CLASSICO E RISERVA DEL CASTELLO DI QUERCETO
Articolo di: Fabiano Guatteri

Il Castello di Querceto,  dal 1897 di proprietà della famiglia François, si trova nella Toscana centro-settentrionale, in una piccola valle sulle colline nel comune di Greve in Chianti (foto 1).

 

Le torri merlate del castello, costruito nel XVI secolo, dominano i rilievi circostanti dove si estendono i boschi e 65 ettari vitati all’insegna della biodiversità. Le viti crescono su terreni composti prevalentemente da scisti policromi che risalgono al periodo cretaceo – eocenico.
Castello di Querceto è stata tra le aziende fondatrici del Consorzio del Vino Chianti Classico nel 1924 ed è pertanto una delle realtà storiche.

 

La denominazione Chianti Classico è da sempre simbolo dell’azienda. Non mancano poi diversi cru IGT frutto degli studi di zonazione di Alessandro François, attento a produrre vini con i minori interventi possibili in cantina, così da valorizzare l’identità del territorio attraverso il timbro inconfondibile del Sangiovese. Dell’ampia collezione della casa abbiamo degustato il Chianti Classico 2020 e il Chianti Classico Riserva 2019 (foto 2).

 

 

I vini in degustazione

 


Chianti Classico Castello di Querceto 2020 (foto 3)

 

Nel 2020 le abbondanti piogge primaverili hanno compensato la siccità invernale e creato le necessarie riserve idriche. L’estate è stata calda e lunga, ma grazie alle escursioni termiche tra il dì e la notte, la maturazione delle uve si è svolta in modo ottimale così da ottenere vini strutturati e armonici.
I vini ottenuti sono di ottima struttura e di grande equilibrio. Il Chianti Classico è prodotto un uve sangiovese completate da vitigni autoctoni (10%) raccolti in varie parcelle. Il pigiato fermenta e macera in acciaio a temperatura controllata per 2 settimane. Il vino ottenuto matura 8 mesi in vasche di cemento e di acciaio e affina in bottiglia per almeno 2 mesi. Bottiglie prodotte 170.000

 

Note Gustative
Nel calice evidenzia colore rosso rubino brillante.
Al naso i profumi sono fragranti ed evidenziano il frutto nella sua poliedricità: si riconoscono la prugna, la ciliegia sotto spirito, piccoli frutti neri; si colgono inoltre sentori floreali di viola e nuance erbacee.
In bocca si rivela in tutta la sua compiutezza: è scalpitante, verticale, croccante, con tannino integrato, non verde. Ritornano le sensazioni fruttate già percepite in fase olfattiva.

 

Abbinamenti
Guazzetto di triglie, tagliata di controfiletto, anguilla alla brace.

 

 

Chianti Classico Riserva Castello di Querceto 2019 (foto 4)

 

L’inverno nel 2019 è stato piuttosto secco e con temperature miti. In aprile e maggio le piogge abbondanti hanno formato apprezzabili riserve idriche. Il ciclo vegetativo è partito in ritardo rispetto alla norma.
Dopo un giugno siccitoso, negli altri mesi estivi i giorni di pioggia sono stati pochi, ma a intervalli regolari, e ciò ha favorito lo sviluppo e l’equilibrio dei grappoli. Il clima di settembre e ottobre è stato particolarmente favorevole e la vendemmia ritardata di 2 settimane ha permesso alle uve di esprimersi al meglio.

Il Chianti Classico Riserva è prodotto con uve sangiovese completate da vitigni autoctoni (10%) provenienti da varie parcelle. Come per il Chianti Classico, il pigiato fermenta e macera in acciaio a temperatura controllata per 2 settimane. Il vino è quindi elevato in legno per circa 12 mesi e prosegue l’affinamento in bottiglia per almeno 3 mesi. Bottiglie prodotte 90.000

 

Note Gustative
Colore rosso rubino con riflessi granati.
Profumo fruttato di prugna, di ciliegia anche in confettura, ribes nero, quindi note floreali cui seguono sensazioni boisé e di cuoio.
In bocca è asciutto, agile, con una piacevole tensione del sorso grazie alla vivace freschezza. Acidità, tannino e tenore alcolico armonizzano bene integrati tra loro. È complesso, avvolgente, con un bel finale lungo.

 

Abbinamenti
Pappardelle al sugo di lepre, anatra arrosto, formaggi di lungo affinamento.

 

1

2

3

4

Articoli Simili
I più letti del mese
Il progetto BioQitchen “Fair Food Innovation Lab”
Mauro Benincasa (a destra nella foto 1), Ceo del Gruppo HQ Food & Beverage, ha presentato alla stampa BioQitchen “Fair Food Innovation Lab” brand che affianca le altre tre anime del gruppo operative in divers... Leggi di più
BOLLICINE DAL MONDO, L’APP ON-LINE
Sul palco del Teatro Manzoni di Milano ha debuttato la prima edizione della guida BOLLICINE DEL MONDO innovativo progetto editoriale, in formato esclusivamente digitale, dedicato al meglio della produzione dei vini spuma... Leggi di più
LOCANDA RADICI: SOSTENIBILITÀ, CONTEMPORANEITÀ E SAPORI DELLA MEMORIA
La Locanda Radici si trova a Melizzano, nel Sannio Beneventano, alla confluenza dei fiumi Calore e Volturno, sulle prime pendici occidentali del Taburno.   È luogo non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di giaci... Leggi di più
LA MISCELA PERFETTA PER IL TIRAMISÙ ? È DOLCE DI GOPPION CAFFÈ
Si chiama Dolce ed è la storica miscela di Goppion Caffé  per fare un tiramisù perfetto. Chi lo dice? L’ Accademia del Tiramisù,  durante la serata dedicata alla scoperta della torrefazione. L’annuncio è stat... Leggi di più
IL GRANDE EVENTO DELL’ASSOCIAZIONE VITICOLTORI DI GREVE IN CHIANTI
I Viticoltori di Greve in Chianti si sono riuniti in una associazione di produttori del territorio lo scorso anno e, durante l’evento di presentazione della loro attività nel novembre 2021, hanno raccontato la prop... Leggi di più
ZENI1870 E IL MUSEO DEL VINO MULTIMEDIALE
Dopo quasi due anni di lavoro dedicato alla raccolta e alla catalogazione di foto e di reperti, è stato inaugurato l’Album Digitale del Museo del Vino di Zeni1870, risultato di una collaborazione con vari attori qu... Leggi di più
SARANNO FAMOSI - PROMESSE MANTENUTE, A CURA DI PAOLA RICAS
Il libro “Saranno Famosi” mutua il nome dall’omonima rubrica del mensile La Cucina Italiana, pubblicata quando il magazine era diretto da Paola Ricas. La rubrica era curata da Tony Cuman raffinato somme... Leggi di più
Matteo Torretta è il nuovo chef di  El Porteño Gourmet Milano
El Porteño Gourmet è un ristorante argentino inaugurato nel dicembre del 2019 in pieno centro cittadino, in via Speronari 4.   L’interior design (foto 1 e 2) è firmato da Angus Fiori architects, studio curatore d... Leggi di più
CARNEVALE, MA CON STILE, DA MARCHESI 1824
In occasione di Carnevale, Marchesi 1824 e il Pastry Chef Diego Crosara presentano chiacchiere, tortelli, torte e biscotti decorati in tema carnevalesco.   Ecco le proposte Tortelli: selezione di tortelli vuoti, uvett... Leggi di più
LE GUIDE FOOD DORCHESTER COLLECTION DOVE SCOPRIRE LE METE PIÙ INSTAGRAMMABILI
Le #DCmoments City Guides, ossia e guide ai monumenti e ai siti di interesse architettonico e artistico delle città in cui sono presenti gli hotel Dorchester Collection si sono rivelate progetto vincitore degli Shorty Aw... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.