04set 2022
CANTINE ROMAGNOLI: SELEZIONE DI CINQUE ESPRESSIONI DEI COLLI PIACENTINI
Articolo di: Fabiano Guatteri

L'azienda Cantine Romagnoli, è una realtà piacentina di Villò di Vigolzone, località non lontana da Grazzano Visconti. Vanta un passato più che secolare considerato che è stata fondata a fine Ottocento.

 

Da relativamente pochi anni si è data un nuovo assetto prefiggendosi per obiettivo la qualità. La direzione di Alessandro Perini, enologo, ha saputo conferire forte personalità all’azienda. La collezione conta più linee per un totale di circa 20 etichette. Abbiamo avuto modo negli ultimi anni di degustare parte dei vini prodotti così da seguirne l’evoluzione. Recentemente abbiamo partecipato a una degustazione di cinque etichette rappresentative delle varie anime dell’azienda, ossia uno Spumante Metodo Classico, un bianco vinificato in acciaio, un bianco parzialmente elevato in barrique, un orsso e un delizioso passito.

 

Il Pigro Metodo Classico Brut 2019 (foto 2)
È uno spumante prodotto con prevalenza di uve pinot nero (70%) completate da chardonnay. La vinificazione avviene in acciaio: la fermentazione alcolica a temperatura controllata si protrae per 15 giorni. Il vino rifermenta in bottiglia sui lieviti per 30 mesi.

 

Note gustative
Nel calice libera bollicine minute e continue; possiede colore giallo paglierino pallido; profuma di ricordi di crosta di pane, di sentori fruttati e di fiori gialli. Il sapore è ampio, di struttura, con evidente spalla acida e buona sapidità; comunica note salate sul finale.


Bianco Emilia IGT Colto Vitato della Filanda 2020 (foto 3)
Le uve ortrugo (100%) sono sottoposte a crio-macerazione pellicolare per 48 ore. Il solo mosto svolge la fermentazione alcolica con lieviti selezionati a temperatura di 16-18°C. Il vino ottenuto matura in vasche di acciaio inox.

 

Note gustative
Vino giallo paglierino con riflessi verdognoli molto concentrato e persistente con note floreali e selvatiche. Al naso si riconoscono fiori gialli come la ginestra, nuance di frutto della passione, ricordi agrumati e di pesca. In bocca rivela solida struttura, ed è secco, avvolgente, morbido, pieno, caldo, minerale con ricordi fruttati e floreali.

 

 

Caravaggio Vino Bianco Emilia IGT (foto 4)
Nasce da uve malvasia di Candia in parte raccolte tardivamente (20%) allo scopo di assicurare ai grappoli maggiore tenore zuccherino e anche aromatico. Alla pigia diraspatura soffice dei grappoli segue la fermentazione a temperatura controllata che si svolge in circa 4 settimane. Il vino ottenuto matura in acciaio mentre quello ricavato dalle uve di vendemmia tardiva è elevato per circa un anno in barrique di rovere francese di secondo e terzo passaggio. Dopo l’assemblaggio in vasca delle due partite, ha luogo l’imbottigliamento.

 

Note gustative
Nel calice riflette colore giallo paglierino intenso. Il profumo ricorda quello dei fiori bianchi con ricordi di pesca a polpa bianca e di mango. In bocca la morbidezza è ben equilibrata da note fresche, cui si uniscono nuance minerali che forniscono eleganza al sorso.

 


APE Gutturnio Superiore 2018
APE è l’Acronimo di Alessandro Perini Enologo ed è una nuova uscita. È prodotto con uve Barbera 60% e Croatina 40% raccolte dalle particelle più vocate al raggiungimento della maturazione fenolica e vinificate separatamente. Dopo la pigiatura, la maturazione si protrae per 16 giorni con rimontaggi giornalieri e délestage.  La fermentazione si svolge alla temperatura di 28-30°C. Il vino è elevato per 15 mesi in grandi botti di rovere francese. Dopo l’assemblaggio il vino affina in bottiglia per un anno.

 

Note gustative
Possiede colore rosso rubino intenso. Il profumo è fruttato, frutta rossa estiva come prugna, ciliegia, e mineralità olfattiva. In bocca ottima corrispondenza con la fase olfattiva in particolar modo per quanto concerne il frutto maturo. È secco e avvolgente con tannini ben intessuti e piacevole freschezza che dà lunghezza al sorso.

 

 

Passito (foto 5)
È prodotto con malvasia di Candia aromatica raccolte sovra mature e appassite in solaio. La pressatura ha luogo nel torchio verticale. Il mosto svolge la fermentazione in barrique di primo passaggio dove il vino ottenuto è elevato per 12 mesi.

 

Note gustative
Nel calice possiede colore giallo paglierino brillante con intensi riflessi dorati.
Il profumo è pieno, profondo e persistente con sentori di fichi secchi, albicocche anche essiccate e in composta, e miele. Il sapore è dolce, caldo, dotato di piacevole vena fresca ed è armonico di notevole persistenza.

 

1

2

3

4

5

Articoli Simili
I più letti del mese
Il progetto BioQitchen “Fair Food Innovation Lab”
Mauro Benincasa (a destra nella foto 1), Ceo del Gruppo HQ Food & Beverage, ha presentato alla stampa BioQitchen “Fair Food Innovation Lab” brand che affianca le altre tre anime del gruppo operative in divers... Leggi di più
BOLLICINE DAL MONDO, L’APP ON-LINE
Sul palco del Teatro Manzoni di Milano ha debuttato la prima edizione della guida BOLLICINE DEL MONDO innovativo progetto editoriale, in formato esclusivamente digitale, dedicato al meglio della produzione dei vini spuma... Leggi di più
LOCANDA RADICI: SOSTENIBILITÀ, CONTEMPORANEITÀ E SAPORI DELLA MEMORIA
La Locanda Radici si trova a Melizzano, nel Sannio Beneventano, alla confluenza dei fiumi Calore e Volturno, sulle prime pendici occidentali del Taburno.   È luogo non solo di bellezze paesaggistiche, ma anche di giaci... Leggi di più
LA MISCELA PERFETTA PER IL TIRAMISÙ ? È DOLCE DI GOPPION CAFFÈ
Si chiama Dolce ed è la storica miscela di Goppion Caffé  per fare un tiramisù perfetto. Chi lo dice? L’ Accademia del Tiramisù,  durante la serata dedicata alla scoperta della torrefazione. L’annuncio è stat... Leggi di più
IL GRANDE EVENTO DELL’ASSOCIAZIONE VITICOLTORI DI GREVE IN CHIANTI
I Viticoltori di Greve in Chianti si sono riuniti in una associazione di produttori del territorio lo scorso anno e, durante l’evento di presentazione della loro attività nel novembre 2021, hanno raccontato la prop... Leggi di più
ZENI1870 E IL MUSEO DEL VINO MULTIMEDIALE
Dopo quasi due anni di lavoro dedicato alla raccolta e alla catalogazione di foto e di reperti, è stato inaugurato l’Album Digitale del Museo del Vino di Zeni1870, risultato di una collaborazione con vari attori qu... Leggi di più
SARANNO FAMOSI - PROMESSE MANTENUTE, A CURA DI PAOLA RICAS
Il libro “Saranno Famosi” mutua il nome dall’omonima rubrica del mensile La Cucina Italiana, pubblicata quando il magazine era diretto da Paola Ricas. La rubrica era curata da Tony Cuman raffinato somme... Leggi di più
Matteo Torretta è il nuovo chef di  El Porteño Gourmet Milano
El Porteño Gourmet è un ristorante argentino inaugurato nel dicembre del 2019 in pieno centro cittadino, in via Speronari 4.   L’interior design (foto 1 e 2) è firmato da Angus Fiori architects, studio curatore d... Leggi di più
CARNEVALE, MA CON STILE, DA MARCHESI 1824
In occasione di Carnevale, Marchesi 1824 e il Pastry Chef Diego Crosara presentano chiacchiere, tortelli, torte e biscotti decorati in tema carnevalesco.   Ecco le proposte Tortelli: selezione di tortelli vuoti, uvett... Leggi di più
LE GUIDE FOOD DORCHESTER COLLECTION DOVE SCOPRIRE LE METE PIÙ INSTAGRAMMABILI
Le #DCmoments City Guides, ossia e guide ai monumenti e ai siti di interesse architettonico e artistico delle città in cui sono presenti gli hotel Dorchester Collection si sono rivelate progetto vincitore degli Shorty Aw... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.