06mag 2022
VINITALY 2022: CANTINA SAN MICHELE APPIANO PRESENTA I VINI FALLWIND
La Cantina San Michele Appiano protagonista a Vinitaly 2022 con la presentazione della nuova linea di vini Fallwind.
Articolo di: Laura Biffi

“La qualità non conosce compromessi” è il letimotiv di Hans Terzer la mente dei vini della Cantina San Michele Appiano, una delle eccellenze nella produzione vinicola dell’Alto Adige. Per lui, che da oltre 40 anni perfeziona anno dopo anno con passione i vini che questo terroir sa offrire, ogni varietà ha bisogno di una collocazione particolare in vigna con rese che devono essere improntate sulla qualità, affinché questa sia sempre garantita. Ecco l’idea di vini con il nome del vento di caduta che caratterizza tutta la zona di coltivazione della Cantina San Michele Appiano: Fallwind.

 

Fallwind” così chiamato da sempre dalla popolazione locale, è il vento che soffia ogni giorno sui vigneti, in grado di creare il microclima perfetto perché le uve siano al massimo della loro qualità e capaci di regalare vini caratterizzati da freschezza, proprietà aromatiche e longevità. È su questi valori che si è ritenuto necessario evolvere sotto un unico nome rappresentativo per tutto il territorio tutti i vini provenienti dai vigneti selezionati, ambasciatori del proprio terroir e che rispecchiano in modo unico i punti di forza dei vari piccoli impianti. Si tratta di singoli terreni su cui viene coltivata la vite da secoli. A seconda della varietà, i vini vengono vinificati in acciaio o in legno con l’obiettivo di raggiungere una piena complessità e un bouquet raffinato. La cura in vigna grazie all’intenso lavoro manuale sotto rigide direttive li contraddistinguono in Italia e nel mondo come vini ricercati, di carattere e ben strutturati.

 

Dieci i vini della linea “Fallwind” tra bianchi e rossi altoatesini che al meglio esprimono il terroir: per i bianchi Sauvignon, Chardonnay, Pinot Grigio, Riesling e, novità, l’introduzione nella selezione del Gewürztraminer, per i rossi Pinot Noir Rosè, Schiava e le Riserve Pinot Noir, Lagrein e Merlot Cabernet. Fuori dal coro, ma parte della selezione della Cantina San Michele Appiano, è il Pinot Bianco Schulthauser che mantiene il nome e la sua antica etichetta.

 

Ottenuto dai vigneti dell’omonima zona sopra Castel Moos ad Appiano Monte è considerato tra i vini bianchi più importanti della cantina per qualità e per la sua storia ed è prodotto dal 1982.

 

Importante anche l’etichetta della selezione “Fallwind”: un’antica incisione del Macaion, parte del massiccio della catena montuosa della Mendola che sovrasta la Strada del Vino di Appiano, insieme allo stemma dei signori di Appiano nato nel primo periodo medievale, composto da una stella e un chiaro di luna calante è sovrastato dalla frase latina “Ventus ferat, Ventus creat”, a sottolineare l’importanza del vento, elemento che rende perfetto il microclima che caratterizza il terroir garantendo la qualità dei vini della Cantina San Michele Appiano.

1

Articoli Simili
I più letti del mese
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE: I VINI COLOSI CHE SANNO DI MARE
Pietro e Marianna Colosi delle Cantine Colosi, hanno presentato in un incontro su piattaforma zoom organizzato dall’agenzia di servizi Maurizio Rocchelli, i vini eoliani Secca del Capo e Salina Rosato (foto 1).Piet... Leggi di più
DOVE UN TEMPO C’ERA UN CASTELLO | PODERE CASALE
Il Gutturnio è stato il primo vino piacentino a ricevere la denominazione di origine controllata.  Abbiano scoperto la versione di Podere Casale.  Un vino di carattere, di piacevolissima beva. Si produce anche, solo in ... Leggi di più
LE NUOVE PRELIBATEZZE LONGINO&CARDENAL | ECCELLENZE DAL MONDO
Logino&Cardenal è una società di importazione e distribuzione di alimentari di alta qualità destinati alla ristorazione, conosciuta da tutti gli intenditori. Il catalogo che illustra prelibatezze da tutto il mondo, è in ... Leggi di più
 CAPODANNO CINESE A MILANO, L’APPUNTAMENTO DA NON PERDERE
Il Capodanno cinese è ormai entrato, possiamo dire nella “toponomastica” dei festeggiamenti italiani, specialmente a Milano dove, il 25 gennaio, è diventato un appuntamento sempre più popolare, visto che tutt... Leggi di più
NUOVI ORIZZONTI PER POKE HOUSE: CHIUDE UN ROUND SERIE B DA €20 MILIONI
Poke House, ( ne abbiamo parlato qui ) il brand leader del poke in Europa, annuncia il perfezionamento di un round di finanziamento serie B da €20 milioni guidato da Eulero Capital, con il sostegno di FG2 Capital e ... Leggi di più
I GIOIELLI ITTICI DELL’ALASKA IN VETRINA A IDENTITÀ GOLOSE
I gioielli ittici dell’Alaska in vetrina alla XIII edizione di Identità Golose a Milano, dal 4 al 6 marzo, al MiCo, l’eccellenza della pesca del Pacifico in un elegante e raffinato menù realizzato dallo chef Alessio Taff... Leggi di più
ALTO FERMENTO E LA BIRRA IN OSTERIA | OSTERIA DI PORTA CICCA
La birra artigianale in Italia vanta un’ampia platea di estimatori attenti ai vari stili e a ogni sfumatura aromatica. In questo contesto trova spazio Alto Fermento  progetto che ha per mission la promozione delle ... Leggi di più
IL “PÂTÉ”, E NON “PATÈ”, LINGOTTO DA TAGLIARE. LA RICETTA FRANCESE
QUASI 40 VARIETÀ DI OSTRICHE A CASA CON I LOVE OSTRICA
L’Italia è un paese tra i più ricchi di risorse enogastronomiche e questo ci rende molto felici di essere italiani e in Italia risiedere. Però come italini non nutriamo un grande interesse per le ostriche. Sino a n... Leggi di più
CRISTINA BIOLLO L’ARTISTA DEL VEGETARIANO
Abbiamo incontrato Cristina Biollo (foto 1) in occasione dell’inaugurazione del suo negozio milanese per il format Artisti del Vegetariano (foto 2). I prodotti esposti, ovviamente vegetariani, hanno un aspetto molt... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.