14nov 2020
BRANDADE DI BACCALÀ PROVENZALE
Articolo di: Fabiano Guatteri
Tempo di realizzazione : 1 ora

Procedimento

La brandade  (foto 4) corrisponde al baccalà mantecato veneto. Differisce però da questo in quanto in veneto baccalà è il nome che viene attribuito allo stoccafisso mentre la brandade è di baccalà.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Private il baccalà ammollato di eventuali lische, ma non della pelle che conferisce maggiore mostosità al piatto. Mettetelo in un tegame (foto 1), copritelo a filo d’acqua quindi portate in ebollizione (foto 2).

 Nel frattempo scaldate in due recipienti di cottura diversi l’olio e il latte.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Quando l’acqua raggiunge l’ebollizione sgocciolate il baccalà, spezzettatelo in un tegame o altro recipiente e, scaldandolo a fiamma medio bassa Foto 3).

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mescolate con un cucchiaio di legno aggiungendo mezzo mestolo di olio (foto 4), quindi di qualche cucchiaio di latte.

 

 

 

 

 

 

 

Dovete continuare a mescolare in continuazione lasciando che il pesce assorba completamente il liquido versato prima di aggiungerne altro. Mescolerete per circa 45 minuti in modo energico sia perché deve cuocere, sia perché solo mescolandolo lungamente riuscirà la mantecatura (foto 5).

 

 

 

 

 

 

Non utilizzate invece il minipimer che lo sfibrerebbe riducendolo in una crema insulsa mentre deve conservare una testura leggermente, quanto piacevolmente ruvida.

 

 

 

 

 

Quando la preparazione sarà ultimata tutti gli ingredienti risulteranno perfettamente amalgamati (foto 6). Lasciate raffreddare, quindi fate riposare la brandade in frigorifero per 24 ore.

 

 

 

 

Potete servirla con baguette affettata tostata. Esistono varianti, ossia all’aglio e al tartufo. In alcune versioni viene unito alla fine il succo di mezzo limone.

 

 

Se volete leggere dove ho imparato a preparare la brandade e qualche segreto, potete leggermi qui

Ingredienti per 6 persone

800 g di baccalà ammollato
4 dl di olio extravergine d’oliva leggero (oppure miscelate olio extravergine e olio d’oliva)
2 dl di latte fresco intero

1

2

3

4

5

6

Articoli Simili
I più letti del mese
I TAKOYAKI DI TAKOCHU: UN SAPORE INSOLITO DAL GIAPPONE SUI NAVIGLI
Sempre più città dell'appetito, si perché dopo moda e design, Milano continua ad essere la meta preferita dove assaggiare cibo proveniente da qualunque latitudine e a qualunque ora.Ieri c'è stato l'assaggio-anteprima al ... Leggi di più
LE ECCELLENZE AGRO-ALIMENTARI PARTENOPEE A MILANO
Dall’1 al 6 dicembre Milano sarà conquistata dalle eccellenze tipiche agro-alimentari della provincia di Napoli, grazie all'iniziativa promossa dalla Camera di Commercio di Napoli presieduta da Ciro Fiola e da S.I.... Leggi di più
FRITTATA IN STILE GIAPPONESE TAMAGOYAKI FARCITA AL BRIE E SCALOGNO
IL FESTIVAL: IL MONDO DEL RAVIOLO A EATALY SMERALDO
A Eataly Smeraldo torna il Festival più "cosmopolita" di sempre! L'ultimo weekend di gennaio, il festival "Il mondo in un raviolo" Quando si parla di pasta ripiena e, più nello specifico, di raviolo, si pensa subito alle... Leggi di più
GLI ULTIMI ACQUISTI PER SAN VALENTINO
SAN VALENTINO E' QUI   FIVE ROSES 74° ANNIVERSARIO ROSATO IGT 2017 Per San Valentino non può mancare il primo vino rosato imbottigliato in Italia. E, cioè, il famoso Five Roses – già romantico per il nome con c... Leggi di più
IL NUOVO APPUNTAMENTO ALLA FIERA DI BOLZANO CON LAGREIN EXPERIENCE
Alla Fiera di Bolzano  gli appuntamenti enologici si infittiscono. Dopo Autocthona, 14-16 ottobre (foto 1)  e Vinea Tirolensis, 17 ottobre,  il 18 ottobre esordirà Lagrein Experience. Si tratta di una rassegna dedicata a... Leggi di più
PAROSÉ 2012 LE BOLLICINE CHE FANNO PENDANT CON I COLORI DELL'AUTUNNO
Mosnel Parosé 2012 Ecco le bollicine che fanno pendant con i colori dell'autunno. Note purissime di ribes e fiori di montagna, accese dalla freschezza del mandarino e della melagrana, con una vena speziata a far da sfond... Leggi di più
GOUMARTE2018 IL TRITTICO DA NON PERDERE; GLI APPUNTAMENTI CON GLI CHEF
A GourmArte2018, il trittico da non perdere.   Maestro del Gusto - Barone Pizzini Ha visto lontano  Barone Pizzini, cantina in Franciacorta. Il merito di avere creduto nella produzione bio (20 anni quest’anno) è ... Leggi di più
SODA, CARNOSA, CROCCANTE: LUCREZIA LA NUOVA OSTRICA ITALIANA
È nata “Lucrezia” un’ostrica tutta italiana, più precisamente emiliano-romagnola. L’esordio milanese ha avuto luogo presso il ristorante A’Riccione Terrazza 12 dove la nuova ostrica è stata ... Leggi di più
IL PALIO DELL’AGNOLOTTO: QUAL È L’AGNOLOTTO PIÙ BUONO DELL’OLTREPÒ?
Torna Il Palio dell’Agnolotto  la sfida benefica per incoronare il migliore agnolotto dell’Oltrepò Pavese: il 28 aprile alla Tenuta Calcababbio (località Calcababbio, Pietra Dé Giorgi, Pavia) 13 Ristoranti pa... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.