21dic 2021
ATLANTE DEGLI ODORI RITROVATI DI ROBERTA DEIANA
Articolo di: CityLightsNews

Esiste una sorta di gerarchia nobiliare dei sensi, da nessuno stabilita, non afferente a una valutazione meritocratica, ma all’uso che dei sensi se ne fa. Pertanto l’udito che ci permette di ascoltare musica classica in tutta la propria poliedricità, nonché il canto, è considerato un senso nobile. A sua volta è la vista a permetterci di apprezzare l’arte pittorica, scultorea così che anche gli occhi possono permetterci di godere di piaceri artistici. Il tatto non si capisce bene da che parte stia: in alcuni casi supporta o sostituisce la vista, in altri ci eleva di meno. Il gusto e l’olfatto invece sono meno considerati, sono ritenuti non sufficientemente nobili per poter essere ammessi nell’olimpo dei sensi.

 

Però ci basta un raffreddore, per accorgerci che la nostra vita sensoriale si avvilisce, ci sentiamo menomati a non percepire gli odori che ci circondano in biblioteca come in pasticceria, per non dire di quando ci sediamo a tavola.

 

E poi, come spiega la perfume writer e food stylist Roberta Deiana, autrice dell’Atlante degli odori ritrovati, gli odori sono evocativi, legati alla memoria e alle emozioni. Infatti quando percepiamo lo stesso profumo di una persona con cui abbiamo condiviso esperienze deliziose, l’associazione di piacevolezza che sboccia è immediata, precede ogni pensiero.

 

E l’olfatto, come spiega magistralmente l’autrice “è predestinato a essere intessuto di memoria, a risvegliare vecchi ricordi e prenderci di sorpresa nei momenti più impensati. La connessione odori-emozioni-ricordi, per gran parte sommersa nel subconscio, va ben oltre la nostra immaginazione”.

 

Ed è un viaggio sensoriale quello che propone l’Atlante, in un intreccio di ricordi ed emozioni. L’autrice entra nel merito e racconta di quaranta odori come quelli del mare, dell’erba tagliata, delle matite temperate, del caffè, e di ciascuno ha cercato le origini, i legami letterari e culturali e il loro utilizzo nei profumi, rivelando aspetti incuriosenti anche in quelli più familiari. L’Atlante degli odori ritrovati è un percorso intimo e affascinante adatto a tutti i nasi, corredato anche di un approfondimento sul mondo delle fragranze e dei professionisti che ci lavorano. Aggiungiamo che i degustatori, che grazie all’olfatto valutano vini e cibi, se leggessero questo libro avrebbero qualcosa da imparare.

 

Atlante degli odori ritrovati
Roberta Deiana
Harper Collins
€ 16,00

1

Articoli Simili
I più letti del mese
IL CANZONIERE DI BATTISTI A MARE CULTURALE URBANO
Mercoledì 13 settembre alle ore 21.30 a ingresso libero nel cortile di mare culturale urbano il progetto musicale Lato B porta sul palco il Canzoniere di Lucio Battisti, con la voce, la chitarra acustica e il piano di Le... Leggi di più
QUATTRO TENDENZE COCKTAIL RIVOLUZIONERANNO IL MODO DI BERE NEL 2018
La mixology che verrà: Diageo reserve world class individua quattro tendenze cocktail. Dai migliori bartender del mondo che rivoluzioneranno il modo di bere nel 2018. La cocktail culture è all’apice a livello inter... Leggi di più
NOVITA’ AL DON LISANDER: UNA CUCINA INNOVATIVA CON ECHI STORICI
Il Ristorante Don Lisander a Milano è da sempre considerato un’istituzione per i suoi squisiti piatti di cucina milanese. Il nome, va da sé, è l’essenza della massima espressione letteraria meneghina, Don Lis... Leggi di più
ACCADE A NATALE | IL PANETTONE IN TRE RACCONTI
Questo periodo prevede che il Panettone sfili nelle Hit Parade di Re Panettone e a Panettoni d’Italia, portato con i guanti (di lattice, che brutto) con punteggi che vanno tra i 75 e i 90 dando indicazioni sui Pane... Leggi di più
BACCALÀ IN UMIDO BIANCO A REGOLA D’ARTE
LA RETE DELLA RISTORAZIONE ITALIANA CRESCE E RINNOVA LE RICHIESTE AL GOVERNO: 8 LE MISURE ESSENZIALI
La ristorazione e uno tra i settori più colpiti ed è in grave sofferenza. Non vi sono certezze se non i costi sempre più  insostenibili di una chiusura prolungata Ma i ristoratori cosa dicono?Dopo il primo aèpello sottos... Leggi di più
IL MENU DEI VINI. QUANDO SONO I VINI A SCEGLIERE I PIATTI
I vini, come i piatti, non vanno serviti casualmente
. Ciò perché un buon banchetto richiede altrettanto buoni vini.
 Il menu dei vini.C’è chi dice che il vino vale metà pasto e pertanto se non è presente, o se n... Leggi di più
IL MENU CON VISTA DELLA TERRAZZA TRIENNALE
Gualtiero Marchesi spiegava che l’antipasto svolge un ruolo importante perché, per usare le sue parole, “dà il timbro” all’intero menu. In qualche modo se piace sveglia l’interesse gastronom... Leggi di più
I CALICI DI SAN VALENTINO: 40 VINI PIÙ 4 CONFEZIONI REGALO
Resta sempre un appuntamento importante la ricorrenza di San Valentino e, a volte, con risvolti sociali davvero rilevanti, per le iniziative che può stuzzicare un simile evento. Un aspetto, quello sociale che, secondo no... Leggi di più
LA GENISIA TORREVILLA: PARTIAMO DALLE BASI | UNA NUOVA LINEA PRODUTTIVA
E’ sicuramente un’esperienza non comune degustare le basi di un vino ancor prima di assaggiarlo. Ma cosa sono le basi? Alla produzione di alcuni spumanti, ma non solo, possono concorrere più vini con caratter... Leggi di più
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.