21dic 2021
ATLANTE DEGLI ODORI RITROVATI DI ROBERTA DEIANA
Articolo di: CityLightsNews

Esiste una sorta di gerarchia nobiliare dei sensi, da nessuno stabilita, non afferente a una valutazione meritocratica, ma all’uso che dei sensi se ne fa. Pertanto l’udito che ci permette di ascoltare musica classica in tutta la propria poliedricità, nonché il canto, è considerato un senso nobile. A sua volta è la vista a permetterci di apprezzare l’arte pittorica, scultorea così che anche gli occhi possono permetterci di godere di piaceri artistici. Il tatto non si capisce bene da che parte stia: in alcuni casi supporta o sostituisce la vista, in altri ci eleva di meno. Il gusto e l’olfatto invece sono meno considerati, sono ritenuti non sufficientemente nobili per poter essere ammessi nell’olimpo dei sensi.

 

Però ci basta un raffreddore, per accorgerci che la nostra vita sensoriale si avvilisce, ci sentiamo menomati a non percepire gli odori che ci circondano in biblioteca come in pasticceria, per non dire di quando ci sediamo a tavola.

 

E poi, come spiega la perfume writer e food stylist Roberta Deiana, autrice dell’Atlante degli odori ritrovati, gli odori sono evocativi, legati alla memoria e alle emozioni. Infatti quando percepiamo lo stesso profumo di una persona con cui abbiamo condiviso esperienze deliziose, l’associazione di piacevolezza che sboccia è immediata, precede ogni pensiero.

 

E l’olfatto, come spiega magistralmente l’autrice “è predestinato a essere intessuto di memoria, a risvegliare vecchi ricordi e prenderci di sorpresa nei momenti più impensati. La connessione odori-emozioni-ricordi, per gran parte sommersa nel subconscio, va ben oltre la nostra immaginazione”.

 

Ed è un viaggio sensoriale quello che propone l’Atlante, in un intreccio di ricordi ed emozioni. L’autrice entra nel merito e racconta di quaranta odori come quelli del mare, dell’erba tagliata, delle matite temperate, del caffè, e di ciascuno ha cercato le origini, i legami letterari e culturali e il loro utilizzo nei profumi, rivelando aspetti incuriosenti anche in quelli più familiari. L’Atlante degli odori ritrovati è un percorso intimo e affascinante adatto a tutti i nasi, corredato anche di un approfondimento sul mondo delle fragranze e dei professionisti che ci lavorano. Aggiungiamo che i degustatori, che grazie all’olfatto valutano vini e cibi, se leggessero questo libro avrebbero qualcosa da imparare.

 

Atlante degli odori ritrovati
Roberta Deiana
Harper Collins
€ 16,00

1

Articoli Simili
I più letti del mese
L’ORIGINALE DOBBIACO DI LATTERIA TRE CIME
L’Originale Dobbiaco di Latteria Tre Cime: il formaggio che racchiude il sapore unico dell’Alto Adige!  Dici Originale Dobbiaco, dici Latteria Tre Cime!  Questo formaggio è il prodotto più noto di Latteria Tr... Leggi di più
PROVATI PER VOI: GOOD BLUE; FAST-FOOD DI PESCE HEALTY E SOSTENIBILE
La bella notizia è che Fast-food non fa più necessariamente rima con junk-food, ma questo per fortuna avviene già da tempo e fa veramente piacere sapere che quasi sempre i progetti e le start-up che alzano il livello del... Leggi di più
MOVIMENTO TURISMO DEL VINO LOMBARDO: #iorestoacasa MA NON RINUNCIO AL VINO
Se è problematico andare per negozi ad acquistare bottiglie e magnum, con #viniinmovimento il Movimento Turismo del Vino Lombardo porta il vino a casa.   Alcune cantine che aderiscono al Movimento, infatti, elencate qu... Leggi di più
LA CUCINA DEI FRIGORIFERI MILANESI
Le vetrate dei Frigoriferi Milanesi,  così come quella del loro ristorante La Cucina dei Frigoriferi Milanesi,  riflettono l’immagine dell’edificio di fronte sull’altro lato della strada (foto 1). Si co... Leggi di più
BADIA DI MORRONA, I SODI DEL PARETAIO 2017
La famiglia Alberti produce vini Chianti dal 1939 e dispone di circa 110 ettari dei quali la metà sono coltivati a sangiovese. Tra i Chianti prodotti uno giovane, che si avvicina di più al vino quotidiano beverino e fres... Leggi di più
ESTATE IN ALTO ADIGE: IL PICCOLO PARADISO DEL MASO PFLEGERHOF (1/4)
In Alto Adige il Maso Pflegerhof è un’oasi verde che coltiva 500 varietà di piante, erbe officinali ed aromatiche tutte da scoprire. ( Foto 2 )   Arroccato sui pendii intorno a Sant’ Osvaldo di Castelrotto ... Leggi di più
AL MERCATINO "IL BUONO IN TAVOLA" PER SCOPRIRE I PRODUTTORI (1/2)
Aggiornamento 1 aprile 2019 Questo mese Il Buono in Tavola sarà presente per 5 martedì: il 2, il 9, il 16, il 23 e il 30 Aprile dalle 8:30 alle 14:30. Tra i jolly che caratterizzano l’edizione 2019, martedì fa il ... Leggi di più
SETTEMBRE GASTRONOMICO DI PARMA 2021
Parmigiano Reggiano, Prosciutto di Parma, la filiera del latte e quella del pomodoro possiamo dire che sono dominanti e non può essere diversamente, siamo a Parma, anzi nella Città Creativa della Gastronomia Unesco. Ma q... Leggi di più
SPAGHETTI AL LARDO CON CALAMARI, POLPO E COLATURA DI ALICI
ASPARAGI ALLE UOVA IN CEREGHIN E FORMAGGIO GRANA
We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.