19feb 2021
APPASSIRE, SOFFRIGGERE, ROSOLARE. TRITO O BATTUTO? MAILLARD
Articolo di: Fabiano Guatteri

Appassire, soffriggere, rosolare.

Per conferire più sapore alle preparazioni, utilizziamo tecniche culinarie proprie della nostra cultura gastronomica occidentale, adottando una cottura preliminare che consiste nel passare in un grasso verdure aromatiche o altri ingredienti. Scriviamo “proprie della nostra cultura” perché in altre, come per esempio quella giapponese, in cui la consistenza ha più importanza del sapore, queste tecniche non sono contemplate.

 

Così operando le verdure aromatiche, ossia aglio, cipolla, carota, sedano, insieme o disgiuntamente, accentuano il proprio il sapore. Inoltre il grasso in cui cuociono facilita la trasmissione di sapore alla preparazione che si intende aromatizzare che può essere una minestra, uno spezzatino, un sauté.
Maggiore è la temperatura cui si espongono le verdure e più intensi saranno i sapori e gli aromi che comunicheranno. Pertanto, in base al piatto che si intende preparare si doserà la temperatura. Vediamo i vari gradi.

 

Appassire
Appassire, oppure far “sudare” e anche altre espressioni, ipresuppongono una cottura a fiamma molto bassa. In questo caso, poniamo la cipolla, si ammorbidirà, nell’olio o nel burro, senza assumere colore e comunicherà al cibo un aroma delicato. Se vogliamo è la cipolla del risotto che ne completa il sapore senza però che se ne avverta la presenza. L’appassimento si utilizza per preparazioni in genere delicate.

 

Soffriggere
E’ una cottura più energica rispetto all’appassimento. La temperatura è medio bassa - media e le verdure aromatiche assumono una coloritura giallo dorato. Rispetto alla tecnica precedente, vi è maggiore evaporazione d’acqua e quindi una concentrazione maggiore delle componenti così da accentuarne sapori e aromi in modo più significativo. Il soffritto potrebbe essere la base di un sauté di vongole o di una zuppa di pesce o anche di preparazioni in umido.

 

Rosolare
E’ la cottura più estrema e avviene a temperatura molo intensa. Le verdure assumono una coloritura ambrata tendente al nocciola, al limite della bruciatura: è la tecnica utilizzata per estrarre sapore e aromi. Il sapore delle verdure così trattate si avvertirà nel piatto che aromatizzeranno. Una cipolla rosolata marcherebbe con il suo aroma il risotto, e sarebbe un difetto. Per questo non si deve tostare il riso se nella casseruola è presente la cipolla o altra verdura (cliccare qui per ricetta risotto).
Ma più che le verdure, la rosolatura a temperatura molto elevata, si utilizza per carni e pesci. E’ da manuale la rosolatura della carne di manzo così da portarla alla reazione di Maillard (ne parliamo qui), dal nome del medico che individuò tale trasformazione chimica: i carboidrati e le proteine della carne si combinano generando molecole che comunicano sapori e aromi e bruniscono la superfice del taglio. Queste molecole non “sigillano” però la carne, che rimane permeabile (per sigillare la carne cliccare qui). Se si vuole cuocere la carne con un trito di verdure aromatiche, dopo averla rosolata, si abbassa la fiamma, si toglie dal recipiente e nello stesso si fanno soffriggere o appassire le verdure. Completata questa operazione si può unire la carne o prima deglassare il recipiente versando un liquido nell’ordine di un decilitro o anche meno mescolando in modo da sciogliere le incrostazione che avrà formato la carne sul fondo del recipiente e che rappresenterà la base del fondo di cottura.

 

Differenza tra trito e battuto
Le verdure si preparano a queste cotture affettate, tagliate a dadini oppure tritate. Se le verdure sono tritate senza altri ingredienti il composto si chiama giustappunto trito.

Se invece le verdure sono tritate insieme con lardo o pancetta allora il composto prende il nome di battuto.

 

Dello stesso autore

Non depurate / spurgate le vongole in acqua e sale!

Non avvolgere l’arrosto nell’alluminio 

Usi e abusi del rosmarino in cucina

Non “sigillare” l’arrosto. La persistenza di riti tribali

Ma mescolare, emulsionare e mantecare sono diventati sinonimi?

Dubbio amletico: pentola e casseruola sono sinonimi?

Rucola o ruchetta? Precisazione in merito a due piante spesso confuse

Le bugie di Topo Gigio e le grappe di bambù 

Il curioso linguaggio di certa letteratura gastronomica: tuffare, irrorare, farcire

 

1

Photo Credits

Photo 1 : Valter Cirillo da Pixabay
Articoli Simili
I più letti del mese
PIZZOCCHERI IN SALSA OLANDESE AL GORGONZOLA
LA NUOVA PARTNERSHIP TRA BOTTEGA E LINDT CONIUGA IL PROSECCO ALLE PRALINE
Bottega, cantina e distilleria di Bibano di Godega (TV), e LINDT & SPRÜNGLI Duty Free hanno lanciato una nuova partnership per promuovere le vendite congiunte dei loro prodotti bestseller nel settore Travel Retail. Le d... Leggi di più
CANTINA DI CARPI E SORBARA: QUANDO IL LAMBRUSCO È MANTOVANO
Il Lambrusco Mantovano. La Cantina di Carpi e Sorbara  nasce nel 2012 ma non appare dal nulla. Rappresenta, infatti, l’unione di due realtà storiche locali ossia la Cantina di Carpi, fondata nel 1902 e la Cantina d... Leggi di più
GUIDA ESSENZIALE AI VINI D’ITALIA 2021
Sarà Daniele Cernilli, alias Doctor Wine, ad inaugurare la stagione della presentazione delle guide enogastronomiche. Cernilli, infatti, ha fatto sapere che la sua “Guida essenziale ai vini d’Italia 2021&rdq... Leggi di più
NON AVVOLGERE L’ARROSTO NELL’ALLUMINIO
La cucina è un luogo strano. Ci sono persone brillanti che in cucina perdono lucidità quasi che i fornelli resettassero la loro intelligenza. Per cui una persona dotata di buona logica, può finire per perderla tra padell... Leggi di più
IL MERCATO IL BUONO IN TAVOLA | DA OGGI TUTTI I MARTEDÌ A S.EUSTORGIO
Il Buono a Tavola: ogni  martedì il meglio  della produzione agricola lombarda all’ombra di Sant’Eustorgio. Tra le novità di quest’anno dalla provincia di Lodi formaggi e salumi di bufala. Filiera compl... Leggi di più
ANCHE LE COLOMBE HANNO UNA REGINA | PREMIATA A MILANO LA MIGLIORE
Nell’ambito della mostra mercato di dolci pasquali La Primavera è Dolce, di cui le due prime edizioni hanno avuto luogo a Saint-Vincent (AO), è nato il Premio Regina Colomba. Il creatore è Stanislao Porzio, già pat... Leggi di più
PRESENTATO IL VIDEO DELLA PROSSIMA MILANO FOOD WEEK: LA NONA EDIZIONE DAL 7 AL 13 MAGGIO
Cuochi, blogger e giornalisti diventano attori per promuovere l’edizione 2018 della manifestazione organizzata da Lievita con il patrocinio del Comune di Milano, è stato infatti presentato a Milano, nella Sala Pres... Leggi di più
ALLA TENUTA TRAVAGLINO PER L’ULTIMO APPUNTAMENTO CON CANTINE APERTE
Domenica 11 dicembre a Calvignano alla Tenuta Travaglino per l’ultimo appuntamento con Cantine Aperte. Natale è alle porte e la Tenuta Travaglino apre le porte della sua cantina per accogliere gli amanti del buon bere e... Leggi di più
DEGUSTAZIONE CON IL PRODUTTORE DEI VINI BADIA DI MORRONA
Filippo Gaslini Alberti rappresenta la terza generazione della famiglia Gaslini nella conduzione dell’Azienda Badia di Morrona, in provincia di Pisa. Da titolare ci ha presentato tre etichette in un incontro su pia... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.