13mag 2019
A LEZIONE DI DEGUSTAZIONE ALL’ENOTECA ENOCLUB: I 5 APPUNTAMENTI
Articolo di: Michele Pizzillo

Una volta seguito il seminario che Bianca (foto 1 in primopiano a destra) e Massimo Malfassi (foto 2)– eredi di uno dei protagonisti della diffusione del vini di qualità a Milano, Gianni Malfassi - hanno predisposto per il periodo dal 13 maggio al 10 giugno, spalmato su cinque appuntamenti serali, si può essere sicuri di avere appreso quasi tutto del fantastico mondo del vino. E, sì, perché gli appuntamenti in enoteca sono fatti in modo che ogni sera si approfondisca la conoscenza di tre vitigni attraverso l’analisi sensoriale, la tecnica di degustazione e di abbinamento dei vini che ne scaturiscono.

 

Così, lunedì 13 maggio, il seminario viene inaugurato con Petit Verdot, Pinot Nero e Schioppettino. Il lunedì successivo, cioè il 20, l”incontro” è con Pinot Bianco, Verdicchio e Chardonnay, per approfondire l'evoluzione della vinificazione dei vini bianchi in interpretazioni indimenticabili perché i vini arrivano da terroir particolarmente vocati per questi vitigni.

 

Lunedì 27 maggio, invece, si torna ai rossi di Sangiovese, Syrah e Cabernet Sauvignon per inebriarsi nella fragranza e l'equilibrio a confronto con potenza e concentrazione. Una “lezione” sicuramente impegnata ma anche propedeutica alle affinità nascoste di territori straordinari che sembrano così diversi, e che si avrà modo di approfondire il primo lunedì di giugno, il 3, con Tocai, Vermentino, Sauvignon e Viognier. Conclusione, il 10 giugno, sicuramente con qualche sorpresa perché la lezione verterà sulle “zone classiche verso le nuove zone del vino” rappresentati dai vitigni Merlot, Valpolicella e Nebbiolo.


La location per le serate è l’enoteca EnoClub di Milano (foto 3). Ogni serata durerà due ore e, la quota di partecipazione al seminario (€ 180 l'intero seminario, € 40 una singola serata) è comprensiva di un set di bicchieri da degustazione Riedel, libro di testo, dispense e attestato. D’altronde è un seminario di approfondimento che non lascerà niente al caso per permettere ai pochi fortunati frequentatori (i posti sono limitati) di potersi immergere, dopo le cinque lezioni, nel mondo del vino con una preparazione veramente professionale.

 

Massimo Malfassi è entrato nell’enoteca fondata 37 anni fa dal padre Gianni nel 2007, dopo aver lavorato per 15 anni nel mondo della moda; mentre la sorella Bianca (Maria) aveva già un’anzianità di 13 anni di insegnamenti dei genitori, Gianni e Lucia, altra colonna di questa importante enoteca milanese che insieme alla Drogheria Radrizzani, La cantina di Franco, Ricciardi Enoteca e Cantine Isola, ha dato vita al circuito “WineMi”, bere bene a Milano; un circuito che alla recente Milano food city, ha organizzato masterclass di alto livello. Tra l’insegnamento dei genitori, le esperienze personali e corsi professionali seguiti, oggi i fratelli Malfassi sono un punto di riferimenti per chi vuole acquistare il vino senza fare errore.

 

Nel locale di via Friuli, sono disponibili oltre 4.000 etichette, con una interessante presenza di etichette estere a prevalenza francese con Champagne, Bordeaux e Borgogna. Un’altra caratteristica dei Malfassi è quella di guardare con molta attenzione ai piccoli produttori, ovviamente di qualità, con etichette che riescono ad amalgamare con le grandi cantine italiane. Un gioco non facile, ma loro ci riescono benissimo e forse questo gli ha permesso di conquistare la fiducia del wine lovers giovani e delle donne che ritengono siano più determinate degli uomini nella scelta dei vini da mettere sulla tavola. Secondo Massimo “il pubblico dell’enoteca è cambiato molto, con le donne protagoniste e sempre a cogliere le opportunità offerte da incontri e seminari sui vini”.

 

Come sintetizzerebbe il consumo del vino dalla sua posizione di enotecario di successo?, chiediamo a Massimo Malfassi.
“Mio padre è stato il primo ad organizzare i corsi di degustazioni dell’Onav e dal lontano 1992. Abbiamo continuato su questa strada e, perciò, ritengo di avere capito bene tutte le considerazioni da farsi prima di esprime un giudizio sulla valutazione delle tendenze di consumo del vino. E, posso dire che il consumatore adesso è molto più informato, preferisce il piccolo produttore e con una preferenza con quelle etichette meno conosciute. Inoltre, la preferenza dei nostri clienti è per i vini di beva facile magari più semplice da mettere al centro di una qualche discussione sul vino. Furoreggiano le bollicine come il Prosecco ma di qualità, molto interesse per il metodo classico e, negli ultimi tempi, è aumentata la vendita di Champagne utilizzato come aperitivo rispetto a quando era solo prodotto da regalare”.

 

E l’enotecario che deve fare, aspettare che il cliente entri ed acquista?

A questo punto la risposta è collegiale, nel senso che a Massimo si affianca Bianca: “Non è così. L’enoteca li deve cercare i clienti, promuovendo iniziative come i seminari evitando però l’abbinamento con i piatti per evitare distrazione perché è un mondo complicato; gli inviti alle degustazioni con i vini di una sola azienda alla volta, anche per orientare il consumatore a scegliere il vino giusto. Insomma, coccolare il cliente e non con iniziative promozionali tipo grande distribuzione”.

 

Messa così, l’enoteca non rischia di essere stritolata dalla grande distribuzione.

 



1

2

3

Indirizzo : via Friuli 15 Milano
Telefono : 02.55182421
Articoli Simili
I più letti del mese
L’AOC CRÉMANT D’ALZACE COMPIE 40 ANNI | PELLEGRINI E WILLM FESTEGGIANO
Pellegrini S.p.A. e Willm festeggiano il 40° anniversario dell’AOC Crémant d’Alsace. L’azienda bergamasca distributrice di vini e distillati di alta qualità su tutto il territorio italiano e Willm, azienda vitivinicola ... Leggi di più
(RI)APRE L'OSTERIA DEL PONTE  DI TREZZANO SUL NAVIGLIO
L'Osteria del Ponte ha aperto i battenti dopo un lungo restauro “rustic chic” che ne ha valorizzato le caratteristiche originali. Per arrivarci bisogna costeggiare il Naviglio Grande, la via d'acqua dalla qua... Leggi di più
LA RAPA, UNA RADICE RICCA DI SALI MINERALI
La rapa cresce da sempre spontaneamente in Europa e nel Medioevo ha avuto un ruolo molto importante nell’alimentazione contadina, quando ancora non c’erano patate e mais. Ne esistono numerose specie che variano a seconda... Leggi di più
CRYSTAL COUTURE HA ESPOSTO I PROPRI GIOIELLI A CHATEAU MONFORT
Crystal Couture è un brand nato nel 2007 dall’idea di Paola Boscolo e Davide Bertellini allo scopo di impreziosire qualunque oggetto con cristalli luminosi, dal sandalo-gioiello, alle borse da sera, dagli accessori, all’... Leggi di più
MANUEL MAGRINI IN UNO SPECIALE CONCERTO A MARE CULTURALE URBANO
Domenica 21 gennaio 2018 alle ore 18.00 Manuel Magrini si esibisce al piano in uno speciale concerto a Mare culturale urbano. Uno dei più giovani e promettenti talenti del jazz italiani presenta il suo ultimo album pubbl... Leggi di più
I FIORI SBOCCIANO ALLA PINACOTECA. STASERA INGRESSO SERALE A 1 EURO
I fiori sbocciano alla Pinacoteca di Brera e alla Biblioteca Braidense  nelle giornate europee del Patrimonio dedicate al rapporto “Cultura e Natura”. Un percorso inedito e colorato per scoprire con occhi nuo... Leggi di più
BELVEDERE URBAN GARDEN: DINING EXPERIENCE DURANTE MILANO DESIGN WEEK
Belvedere Vodka, la prima luxury vodka al mondo, celebra le sue radici naturali con la pubblicazione del Manifesto “Be Natural”, che definisce il concetto “essere naturali” di Belvedere. Durante Milano Design Week 2016, ... Leggi di più
SOS ERM ORGANIZZA UN MERCATINO DI BENEFICENZA | ABITI E ACCESSORI A MENO DI 10 EURO
SOS ERM - Emergenza Rifugiati Milano, organizza il suo secondo mercatino di beneficenza Ci saranno tanti vestiti e accessori a piccoli prezzi, fino a un massimo di 10 euro.  Sarà anche un'occasione per comprare i regali ... Leggi di più
RITI DI FINE ESTATE: TEMPO DI RIENTRI, TEMPO DI VENDEMMIA
Il primo fine settimana di settembre, quest’anno coincide quasi con la fine del mese di agosto, in pratica con il rientro degli ultimi vacanzieri agostani e la riapertura della totalità degli uffici e degli eserciz... Leggi di più
IL SEDANO, VERDURA AROMATICA DI BRODI E SOFFRITTI, OTTIMO CRUDO IN INSALATA
Si tratta di una pianta erbacea spontanea, che cresce nelle zone paludose o presso i corsi d’acqua. Ne esistono 3 varietà: il sedano dulce, il più diffuso e apprezzato, coltivato per consumarne il gambo che è piatt... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.