13mag 2019
A LEZIONE DI DEGUSTAZIONE ALL’ENOTECA ENOCLUB: I 5 APPUNTAMENTI
Articolo di: Michele Pizzillo

Una volta seguito il seminario che Bianca (foto 1 in primopiano a destra) e Massimo Malfassi (foto 2)– eredi di uno dei protagonisti della diffusione del vini di qualità a Milano, Gianni Malfassi - hanno predisposto per il periodo dal 13 maggio al 10 giugno, spalmato su cinque appuntamenti serali, si può essere sicuri di avere appreso quasi tutto del fantastico mondo del vino. E, sì, perché gli appuntamenti in enoteca sono fatti in modo che ogni sera si approfondisca la conoscenza di tre vitigni attraverso l’analisi sensoriale, la tecnica di degustazione e di abbinamento dei vini che ne scaturiscono.

 

Così, lunedì 13 maggio, il seminario viene inaugurato con Petit Verdot, Pinot Nero e Schioppettino. Il lunedì successivo, cioè il 20, l”incontro” è con Pinot Bianco, Verdicchio e Chardonnay, per approfondire l'evoluzione della vinificazione dei vini bianchi in interpretazioni indimenticabili perché i vini arrivano da terroir particolarmente vocati per questi vitigni.

 

Lunedì 27 maggio, invece, si torna ai rossi di Sangiovese, Syrah e Cabernet Sauvignon per inebriarsi nella fragranza e l'equilibrio a confronto con potenza e concentrazione. Una “lezione” sicuramente impegnata ma anche propedeutica alle affinità nascoste di territori straordinari che sembrano così diversi, e che si avrà modo di approfondire il primo lunedì di giugno, il 3, con Tocai, Vermentino, Sauvignon e Viognier. Conclusione, il 10 giugno, sicuramente con qualche sorpresa perché la lezione verterà sulle “zone classiche verso le nuove zone del vino” rappresentati dai vitigni Merlot, Valpolicella e Nebbiolo.


La location per le serate è l’enoteca EnoClub di Milano (foto 3). Ogni serata durerà due ore e, la quota di partecipazione al seminario (€ 180 l'intero seminario, € 40 una singola serata) è comprensiva di un set di bicchieri da degustazione Riedel, libro di testo, dispense e attestato. D’altronde è un seminario di approfondimento che non lascerà niente al caso per permettere ai pochi fortunati frequentatori (i posti sono limitati) di potersi immergere, dopo le cinque lezioni, nel mondo del vino con una preparazione veramente professionale.

 

Massimo Malfassi è entrato nell’enoteca fondata 37 anni fa dal padre Gianni nel 2007, dopo aver lavorato per 15 anni nel mondo della moda; mentre la sorella Bianca (Maria) aveva già un’anzianità di 13 anni di insegnamenti dei genitori, Gianni e Lucia, altra colonna di questa importante enoteca milanese che insieme alla Drogheria Radrizzani, La cantina di Franco, Ricciardi Enoteca e Cantine Isola, ha dato vita al circuito “WineMi”, bere bene a Milano; un circuito che alla recente Milano food city, ha organizzato masterclass di alto livello. Tra l’insegnamento dei genitori, le esperienze personali e corsi professionali seguiti, oggi i fratelli Malfassi sono un punto di riferimenti per chi vuole acquistare il vino senza fare errore.

 

Nel locale di via Friuli, sono disponibili oltre 4.000 etichette, con una interessante presenza di etichette estere a prevalenza francese con Champagne, Bordeaux e Borgogna. Un’altra caratteristica dei Malfassi è quella di guardare con molta attenzione ai piccoli produttori, ovviamente di qualità, con etichette che riescono ad amalgamare con le grandi cantine italiane. Un gioco non facile, ma loro ci riescono benissimo e forse questo gli ha permesso di conquistare la fiducia del wine lovers giovani e delle donne che ritengono siano più determinate degli uomini nella scelta dei vini da mettere sulla tavola. Secondo Massimo “il pubblico dell’enoteca è cambiato molto, con le donne protagoniste e sempre a cogliere le opportunità offerte da incontri e seminari sui vini”.

 

Come sintetizzerebbe il consumo del vino dalla sua posizione di enotecario di successo?, chiediamo a Massimo Malfassi.
“Mio padre è stato il primo ad organizzare i corsi di degustazioni dell’Onav e dal lontano 1992. Abbiamo continuato su questa strada e, perciò, ritengo di avere capito bene tutte le considerazioni da farsi prima di esprime un giudizio sulla valutazione delle tendenze di consumo del vino. E, posso dire che il consumatore adesso è molto più informato, preferisce il piccolo produttore e con una preferenza con quelle etichette meno conosciute. Inoltre, la preferenza dei nostri clienti è per i vini di beva facile magari più semplice da mettere al centro di una qualche discussione sul vino. Furoreggiano le bollicine come il Prosecco ma di qualità, molto interesse per il metodo classico e, negli ultimi tempi, è aumentata la vendita di Champagne utilizzato come aperitivo rispetto a quando era solo prodotto da regalare”.

 

E l’enotecario che deve fare, aspettare che il cliente entri ed acquista?

A questo punto la risposta è collegiale, nel senso che a Massimo si affianca Bianca: “Non è così. L’enoteca li deve cercare i clienti, promuovendo iniziative come i seminari evitando però l’abbinamento con i piatti per evitare distrazione perché è un mondo complicato; gli inviti alle degustazioni con i vini di una sola azienda alla volta, anche per orientare il consumatore a scegliere il vino giusto. Insomma, coccolare il cliente e non con iniziative promozionali tipo grande distribuzione”.

 

Messa così, l’enoteca non rischia di essere stritolata dalla grande distribuzione.

 



1

2

3

Indirizzo : via Friuli 15 Milano
Telefono : 02.55182421
Articoli Simili
I più letti del mese
ARTBOX, IL NUOVO MAGAZINE DEDICATO A MOSTRE ITALIANE E INTERNAZIONALI
È Parigi il filo conduttore della prima puntata di Artbox, il nuovo magazine dedicato a mostre italiane e internazionali, in onda mercoledì 11 gennaio su Sky Arte HD alle 20.45. Punto di partenza, l'avveniristica Fondat... Leggi di più
ALLA STATALE DI MILANO ESPOSTA UN’IMPONENTE OPERA DI JANNIS KOUNELLIS
E’ stata recentemente inaugurata all’Università degli Studi di Milano in Via Festa del Perdono 3 dal Rettore Prof. Gianluca Vago e dall’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno, Senza titolo 2005, l&rsq... Leggi di più
Alto Adige Pinot Nero Riserva Mazon Hofstatter
Ci sono vini che non passano inosservati, in quanto non sono solo eccellenti, ma hanno un proprio fascino, una spiccata personalità. Analogamente alla bellezza umana chese non è supportata da personalità è vuota, così co... Leggi di più
LA DOC MONTEPULCIANO D’ABRUZZO COMPIE 50 ANNI
Il Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo è molto attivo nel promuovere vini che, come il Montepulciano d’Abruzzo e il Trebbiano d’Abruzzo che, per quanto noti, non hanno ancora un riconoscimento ampio quanto ... Leggi di più
ETNA, LA VITA DI UN GRANDE VULCANO | WINE TASTING
Voglia d'Estate, di brezza marina, di vento tra i capelli? Ti aspettiamo venerdì 19 gennaio a Treviso, giusto per te un wine tasting sui vini dell'Etna, sapidità come salsedine sulla pelle, freschezza e massima eleganza ... Leggi di più
TARTARE AL MISO SENZA UOVA
MILANO-BOLOGNA: DUE CITTÀ DUE PRIMATI... DA GUINNESS
Due città, Milano e Bologna. Due contesti diversi, l’Adunata degli Alpini nel primo caso, gli eventi di FICO nell’altro. La mortadella sotto la Madonnina, la sfoglia di pasta all’ombra delle Due Torri. ... Leggi di più
Hennessy 250 Collector Blend, un Cognac di 250 anni
La Maison Hennessy compie quest’anno  250 anni, un quarto di millennio percorso grazie alla capacità imprenditoriale delle generazioni che si sono succedute. Le due famigli legate al brand, Hennessy e Fillioux, hanno sap... Leggi di più
"L'ESEMPIO È LA PIÙ ALTA FORMA DI INSEGNAMENTO"
Se è vero che il futuro dipende da ognuno di noi, allora il futuro è già. 
L’unico modo per intravederne le mosse è di fare un passo indietro. 
Nel caso della cucina, un passo indietro fino alle radici dei nostri s... Leggi di più
TORNA "AVOCADO WEEK" A EAST MARKET DINER QUATTRO GIORNI NON STOP...
Torna "Avocado Week", da East Market Diner quattro giorni non stop dedicati al frutto esotico. Al via un nuovo appuntamento con Avocado Week, dal 28 al 31 marzo da East Market Diner a Lambrate. Dopo il successo delle pr... Leggi di più

 berlucchi-new

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set.